Anteprima PC
PC
<<
<<
Titolo del gioco:
While We Wait Here
Anno di uscita:
2024
Genere:
Avventura / Casual / Horror / Simulazione
Sviluppatore:
Bad Vices Games
Produttore:
Bad Vices Games
Distributore:
Steam
Multiplayer:
Assente
Localizzazione:
Solo testo (no audio)
Requisiti minimi:
Sistema Operativo e Processore a 64-bit - Processore: Intel Core I3-4130 (3,40 Ghz) - Memoria: 8 GB di RAM - Scheda Video: Nvidia GeForce 750 - Hard Disk: 2 GB di spazio libero
Box
  • La preparazione del cibo &egrave; importante per la nostra piccola locanda.
  • Una discussione con qualche cliente.
  • Un cliente poco gentile.
  • Il locale diventa sempre pi&ugrave; affollato.
  • Un episodio abbastanza inquietante.
  • Il registratore di cassa dove tutti i nostri guadagni verranno conservati.
  • La key art ufficiale del gioco.
Redattore: Federico 'Zombo' Giunta
Pubblicato il: 30-09-2023
Quella che sembra una locanda in mezzo al deserto si trasformerà presto in un luogo di riflessione dove i clienti potranno consumare il loro ultimo pasto e scambiare quattro chiacchiere prima della fine imminente.
Dai creatori di Ravenous Devils...

La casa italiana indipendente Bad Vices Games, famosa per il successo di Ravenous Devils, ritorna sul mercato con un nuovo titolo, ancora sotto sviluppo, chiamato While We Wait Here: un gioco che si presenta come un semplice simulatore di cucina, (dove stavolta, a differenza di Ravenous Devils, il cibo non sarà composta da carne umana) ed il nostro obiettivo principale è quello di prendere gli ordini dei nostri clienti, prepararli e servirli. Ma in realtà questa piccola locanda in mezzo al nulla, diventerà un luogo di rifugio e riflessione umana.


Avremo la possibilità di creare la nostra storia come vogliamo, prendendo determinate scelte e rispondendo in maniera diversa ad ogni cliente, così da sbloccare finali diversi in base alle nostre decisioni. I clienti che verranno a mangiare nel nostro locale, avranno tutti problemi diversi, vite diverse e opinioni diverse, creando un ambiente variegato, dove potremmo ascoltare la storia di ognuno di loro. Questa meccanica sposta la nostra attenzione dal dover cucinare, al dover ascoltare i nostri clienti e le loro vite, dando loro dei consigli e interagendo nella maniera che più preferiamo.

Gameplay breve e accattivante

Nella demo disponibile su Steam dal 29 settembre, Bad Vices Games ci introduce alle meccaniche base del gioco, insegnandoci come preparare gli hamburger, servire le bevande, e prendere gli ordini dei clienti per servirli al meglio. Esploreremo la nostra piccola locanda composta dalla stanza principale con il bancone, gli sgabelli e qualche tavolino per ospitare più persone contemporaneamente, un bagno e la nostra dispensa con all'interno tutti gli ingredienti per preparare i nostri deliziosi piatti. In questa mezz'ora di gameplay che sembra un prologo che prepara ad affrontare la storia che ci aspetta nel gioco completo, conosceremo vari personaggi ed inizieremo a capire che qualcosa non quadra in questa locanda.


I protagonisti, ovvero la coppia che gestisce la locanda, stanno cercando casa per trasferirsi, o in campagna o in città, e qui avremo la possibilità di fare la nostra prima scelta, seguita da altre riguardanti i clienti e come comportarci nei loro confronti. Il contadino della zona è un simpatico vecchietto che viene a lamentarsi di come il suo bestiame venga rubato dai malviventi, e che è molto affezionato sia a noi, che alla locanda, e non riesce ad accettare l'idea della nostra imminente chiusura dovuta al trasferimento. Avremo già la prima esperienza con uno scorbutico e ineducato cliente che pretende il nostro servizio immediatamente, scavalcando i turni degli altri per bere il suo alcolico ma, nonostante questa presenza poco gradevole, incontreremo anche un'altra amica dei proprietari della locanda, che addirittura come lavoro fa l'attrice e ci viene a parlare della sua esperienza. Durante queste discussioni saremo ai fornelli a cucinare ed assemblare panini, al bancone a riempire bicchieri e bicchierini e fare il giro dei tavoli per raccogliere gli ordini. Questo clima tranquillo e familiare viene gradualmente interrotto dalla presenza di uomini che indossano una tuta protettiva e che iniziano ad indagare sul posto ma, apparentemente siamo gli unici che possono vederli, mentre tutti gli altri proseguono la giornata come se fosse tutto normale. È in questo momento che la situazione inizia a peggiorare e cominciamo a vedere cose strane ed inquietanti che purtroppo, fino al momento del rilascio completo del gioco, rimarranno misteri irrisolti, perché la demo si conclude qui, lasciandoci con un bel po' di suspence.

Considerazioni

Questi primi minuti di While We Wait Here, nonostante sembrino pochi, sono abbastanza per introdurci abbondantemente nel gioco e per farci sorgere molti dubbi riguardo il nostro destino, la storia di questa locanda e dei proprietari. Come simulatore di cucina è abbastanza semplice, gli hamburger variano in base all'ordine dei clienti, c'è chi ci vuole il formaggio, chi una salsa al posto di un'altra, chi lo vuole semplice e così via. Stessa cosa per le bevande, i clienti possono scegliere tra vari alcolici e sarà compito nostro servirgli quelli giusti.


Si percepisce che il gioco è molto più di un semplice simulatore di cucina e che nasconde qualcosa di più profondo, anche se dai dialoghi della demo non scaturisce nulla di particolare rilevanza, e sembrano tutti discorsi quotidiani che si farebbero in un locale qualsiasi. Dalla pagina Steam e del trailer invece, si vede una locanda affollata e piena di gente pensierosa, mentre fuori si sta scatendando quella che sembra essere l'apocalisse, con i nostri fidati clienti che si rifugiano da noi per fare delle riflessioni sul perché questa disgrazia si stia abbattendo sul nostro mondo. Un piccolo particolare ci ha fatto un po' storcere il naso: essendo la casa indipendente italiana, perché il doppiaggio è limitato alla sola lingua inglese e in italiano ci sono solo i sottotitoli? Essendo una demo, molte delle cose presenti saranno ovviamente soggetti a cambiamenti, e non si può escludere l'aggiunta del doppiaggio italiano, quindi per adesso non resta che aspettare l'anno nuovo e l'uscita del gioco completo.

Modus Operandi:

Abbiamo potuto provare in anteprima la demo di While We Wait Here grazie ad un codice gentilmente fornitoci da Noovola.net

I pochi minuti di prologo di While We Wait Here risultano essere accattivanti per via della storia che comincia in maniera normale e lineare. Un piccolo locale in mezzo al nulla accoglie i clienti con un ambiente tranquillo e sereno, con pasti caldi e bevande di qualsiasi tipo, ma diventerà un luogo di rifugio per le persone che si troveranno a passare in zona, costrette a trovare un riparo temporaneo mentre fuori dal locale si scatena quella che sembra essere la fine del mondo. Con una grafica in stile pixel gradevole da guardare, un gameplay più profondo di quello che sembra all'inizio e la possibilità di scegliere il nostro percorso della storia attraverso varie decisioni, While We Wait Here possiede tutti i requisiti per diventare un titolo di larga rilevanza nel 2024, pronto a ricevere più successo anche di Ravenous Devils.
  • Ottima grafica
  • Storia molto intrigante
  • Gameplay dai generi misti
  • Possibilità di scegliere la propria storia
  • Manca il doppiaggio italiano