Recensione X-Box One
<<
<<
Titolo del gioco:
Super Tennis Blast
Anno di uscita:
2019
Genere:
Tennis - Arcade
Sviluppatore:
Unfinished Pixel
Produttore:
Unfinished Pixel
Distributore:
Xbox Store
Multiplayer:
Locale
Localizzazione:
No
Requisiti minimi:
Console della famiglia Xbox One (Xbox One, Xbox One S, Xbox One X) - 800 MB di spazio libero su disco - Prezzo: €14,99
Box
  • La modalità block dei minigames... un vero spasso !
  • Stiamo per iniziare il World Tour... siamo messi maluccio al momento
  • Il tutorial ci permette di imparare la nobile arte del tennis
  • L'avatar editor ci permette di personalizzare il nostro alter ego, quasi in ogni parte
  • Siamo pronti a cominciare... via alle danze
  • Siamo quasi pronti per cominciare una volta scelto il nostro avatar
  • Le statistiche sono fondamentali nei tornei... se non cresciamo non andiamo avanti
  • Insieme a un amico contro la CPU... cosa c'è di meglio?
Redattore: Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri
Pubblicato il: 06-06-2019
Finalmente si torna a giocare a tennis... anche se in puro stile arcade.

I giochi sportivi arcade rappresentano la base di partenza per tutte le simulazioni sportive con le quali ci divertiamo oggi. Si è partiti da International Soccer per arrivare a PES, così come abbiamo corso con Pitstop II prima di giungere a Gran Turismo e allo stesso modo, siamo partiti da Match Point per C64 per giungere alle simulazioni di tennis più moderne. A differenza di calcio, basket e corse automobilistiche però il tennis, sport che attira milioni di appassionati (compreso il sottoscritto) è stato un po' bistrattato negli ultimi anni. Sono ormai lontani i tempi di Top Spin e Virtua Tennis e, stranamente, non ci sono luci all'orizzonte per i fan videoludici di questo sport. Ecco perché anche un gioco prettamente arcade come Super Tennis Blast rappresenta una ventata d'aria fresca per gli innamorati della racchetta, a patto però di prenderlo come un semplice divertimento senza pensieri e di non pretendere una simulazione accurata. Anche nella panoramica arcade però le cose sono cambiate tanto che, come scopriremo nella recensione, questo giochino offre molto di più di una semplice corsa al match point.

UN MENU BELLO CORPOSO...

Una volta installato il gioco noteremo la mancanza della localizzazione nella nostra lingua: poco male in questo caso dal momento che le poche parole in lingua straniera non potranno metterci in difficoltà grazie anche a un menu molto intuitivo nella sua semplicità. Avremo quindi la possibilità di un incontro o di un torneo veloce accedendo al Quick Play mentre le opzioni World Tour e Super Blast ci impegneranno in una carriera un po' più complessa, o in un gioco leggermente più laborioso. Accedendo all'Avatar Editor potremo poi personalizzare il nostro alter ego nel modo che più ci aggrada mentre la sezione Minigames ci offrirà altre forme di intrattenimento come la modalità Block, Bullseye, Sprint, e così via. Infine, da non tralasciare il Tutorial che, con delle lezioni gratuite, ci permetterà di prendere confidenza con i comandi di gioco e di imparare qualche colpo un po' più elaborato dei semplici dritti e rovesci. Ci sono ben 402 avatar già pronti all'uso, tutti con nome, nazionalità e sembianze diverse (uomini e donne ovviamente) anche se la scelta è per lo più grafica e non sostanziale limitandosi solo alle fattezze del personaggio e poco più. Ad ogni modo si tratta di avatar volutamente molto stilizzati, al limite delle caricature, con testa molto grande rispetto al resto del corpo.

PER CHI VUOLE GIOCARE SUBITO...

La sezione Quick Play rompe subito gli indugi e ci lancia a piè pari sui campi di gioco. Ci verrà data la possibilità di scegliere fra una partita singola, un doppio oppure un torneo intervenendo anche su alcune opzioni come il numero dei set e dei games, il deciding point, il super tie break e l'intelligenza artificiale che possiamo settare a seconda delle nostre abilità fra very easy, easy, medium, hard, very hard, ultra hard. Il nostro consiglio è di lasciar perdere le prime due, davvero banali, e di lanciarsi invece dalla modalità medium in poi. Infine potremo scegliere lo stage fra quelli disponibili, scelta questa che naturalmente influirà sul tipo di terreno (erba, terra battuta, ecc..) e che ci darà la possibilità di giocare in Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti, Cina, Russia, Spagna e Australia.


Gli avatar di gioco hanno uno stile cartoonoso ma i fondali, pur semplici e assolutamente non indimenticabili, fanno comunque bene il loro dovere offrendo scenari molto colorati e ben definiti. Il Quick Play ci permetterà naturalmente di cimentarci contro la CPU oppure di affrontare avversari umani, caratteristica questa davvero molto divertente e soprattutto longeva dato che darà il via a dei mini-tornei casalinghi tutti da vivere.

...E CHI INVECE VUOL FARE CARRIERA

Gli appassionati delle carriere nei giochi sportivi, troveranno pane per i loro denti accedendo alla sezione World Tour. Una volta scelto il nostro avatar, oppure dopo averne editato uno, passeremo ad assegnare dei punti abilità spalmandoli sulle nostre caratteristiche individuali (forza, velocità, ecc..) iniziando dal rank 200 e tentando, torneo dopo torneo, di scalare le classifiche. Anche in questo caso potremo intervenire sulle opzioni di gioco scegliendo ad esempio partite veloci (un solo set al meglio di 3 games) oppure puntando a un maggior realismo con un numero di set e games simili alla realtà. Man mano che parteciperemo ai vari tornei guadagneremo degli skill points che contribuiranno alla crescita del nostro giocatore e, soprattutto, saliremo di rank potendo quindi partecipare a tornei sempre più impegnativi. Naturalmente dovremo "coccolare" il nostro campioncino, dandogli anche qualche settimana di riposo fra un torneo e l'altro per evitare di sfiancarlo.


La modalità Super Blast invece è davvero interessante, pur attestandosi su livelli da vera e propria follia: il campo infatti si modificherà in corsa, sia nella struttura che nella composizione della rete rendendo le partite davvero impegnative e comunque molto divertenti.

IL GAMEPLAY

Il gioco ci mette subito una racchetta in mano senza spiegarci più di tanto i comandi di gioco, che comunque potremo approfondire grazie all'uso del tutorial. Il tasto X del controller ad ogni modo ci permetterà un tiro più lento (back spin), mentre con il tasto A eseguiremo un tiro più veloce (flat), la Y ci consentirà di eseguire un pallonetto (lob) lungo o corto a seconda della posizione della levetta direzionale mentre con il tasto B eseguiremo un top spin (con rotazione dall'alto verso il basso). Tutti gli altri colpi dipenderanno dal tempismo di battuta, dalla posizione del nostro giocatore, dalla stanchezza e dalle statistiche del nostro alter ego che saranno poco presenti negli incontri amichevoli ma avranno il loro peso nella modalità carriera. Il servizio invece è molto semplificato, lasciando dipendere da noi il tempo di battuta a seconda di una levetta che si riempie automaticamente. Non bisogna comunque dimenticare che si sta parlando di un gioco arcade e non di una vera e propria simulazione, quindi alcune imperfezioni sono già tollerabili a prescindere. Ad esempio la fisica della pallina sarà uguale in tutti i campi nei quali giocheremo le nostre sfide (erba, terra battuta, cemento), mentre a volte alcuni piccoli nostri errori vengono compensati dal sistema che ci farà comunque eseguire il colpo malgrado siamo in leggero ritardo o anticipo.

CONCLUSIONI

Alla fine del racconto ci troviamo davanti un gioco in grado di divertire e intrattenere a lungo, soprattutto se abbiamo la possibilità di giocare contro qualche amico. Un titolo Arcade che comunque offre tante modalità di gioco e diverse opzioni di configurazione, e va ben oltre il genere per il quale si propone, pur mantenendosi distante da un gioco simulativo. Il comparto tecnico è ben realizzato, con un aspetto grafico che si adatta allo stile cartoonoso e caricaturale del titolo e una parte audio che pur limitandosi a poche parole pronunciate e agli effetti sonori fa comunque il suo dovere. Il gameplay riesce lo stesso a divertire trasmettendo al giocatore la sensazione di poter sempre trovare una soluzione anche nelle situazioni di gioco più difficili e a trasmettere la convinzione che sia solo la nostra abilità a fare la differenza.


In conclusione, vista la scarsità di titoli dedicati al tennis in questo periodo, è un gioco che ci sentiamo di consigliare a tutti gli appassionati della racchetta che vogliono passare alcune ore senza troppi pensieri. Chi l'ha detto che solo i titoli tripla A siano in grado di divertire?

Modus Operandi:

abbiamo provato questo particolare gioco di tennis arcade, che ci riporta indietro ai tempi degli 8-16bit, grazie a un codice datoci direttamente dagli sviluppatori.

Super Tennis Blast si presenta come un gioco arcade, ma lo è principalmente nel gameplay e non nel menu che si presenta ricco e in grado di soddisfare qualunque palato, grazie anche ai simpaticissimi minigames e alla folle modalità Super Blast. La modalità carriera è comunque interessante e scopriremo come il nostro personaggio crescerà di pari passo alla nostra abilità partita dopo partita. Molto divertente in singolo, entusiasmante contro un avversario umano. Non stiamo parlando di un capolavoro assoluto ma di un gioco che, per il prezzo richiesto, sarà in grado di divertirvi a lungo. Se amate il tennis e cercate un gioco arcade per rilassarvi dopo una giornata di duro lavoro allora dovreste prenderlo seriamente in considerazione.
  • Gameplay immediato e divertente
  • Menu ricco e stracolmo di opzioni
  • Il servizio è troppo automatizzato
  • Anche se parliamo di arcade il gioco ci perdona un po' troppi errori
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA
LONGEVITA'
GLOBALE