Recensione PlayStation 4
<<
<<
Titolo del gioco:
The Outer Worlds
Anno di uscita:
2019
Genere:
RPG Open World
Sviluppatore:
Obsidian Entertainment
Produttore:
Private Division
Distributore:
Cidiverte
Multiplayer:
Assente
Localizzazione:
Solo testo (no audio)
Requisiti minimi:
Console della famiglia PlayStation 4 (PS4, PS4 Pro) - Una connessione a banda larga - Un account PlayStation Network - 39 GB di spazio su disco fisso - Prezzo: €59,99
Box
  • L'insediamento di Rosetta poco dopo una battaglia con la fauna locale.
  • Uno dei miei gregari ingaggia con trasporto questa Mantiregina.
  • Guardie e fuorilegge saranno avversari comuni un po' ovunque.
  • Niente male come panorama, eh?
  • Molti particolari delle strutture saranno unicamente estetici.
  • Sulla piana di Monarca ci appropinquiamo furtivamente a questo bestione.
  • Ecco la plancia di comando dell'InAffidabile.
  • In verte situazioni una mazza elettrificata può dimostrarsi molto utile, e non consuma neppure munizioni.
  • Non mancheranno gli insediamenti "di frontiera".
  • Niente è meglio di un cannone fulminante per mandare in tilt un robot.
Redattore: Tommaso 'Tatsumaki' Alisonno
Pubblicato il: 13-11-2019
Il nuovo RPG di Obsidian ci spara nello spazio, su pianeti che, più che inesplorati, sono anche troppo esplorati...
L'INAFFIDABILE PRENDE IL VOLO

Ci furono grandi celebrazioni quanto l'astronave “Speranza[“Hope” in lingua originale] prese il volo diretta al sistema Alcione con a bordo 100.000 coloni criogenizzati, accuratamente selezionati per le loro competenze e professioni in modo da poter trasformare il sistema in un nuovo paradiso per l'umanità. Il viaggio iper-luce sarebbe dovuto durare 10 anni, ma qualcosa è andato storto: adesso la Speranza da oltre 60 anni vaga per lo spazio a velocità sub-luce, mentre nel frattempo ben altre persone hanno messo i piedi – e le mani – sui pianeti e le risorse di Alcione. Finché uno scienziato fuorilegge di nome Phineas Welles non riesce a rintracciare la Speranza e a strappare dal sonno criogenico un unico individuo – il nostro Protagonista – per farne il proprio alleato nella ricerca dei materiali necessari al risveglio dell'intero equipaggio così da poter sovvertire il sistema corrotto che si è instaurato su Alcione (o almeno questo è quello che dice di voler fare...).

Con un lancio sulla colonia Terrarium 2 inizia così la nostra avventura su The Outer Worlds [TOW] nei panni del nuovo capitano della nave spaziale InAffidabile [UnReliable in lingua originale, con le prime due lettere scritte a pennarello], protagonista di un'avventura spaziale a metà strada tra il serio e il faceto come solo il team Obsidian sa fare. Tra i pianeti, le lune e le stazioni spaziali di Alcione avremo infatti a che fare con burocrati aziendalisti, lavoratori omologati, idealisti rivoluzionari, fuorilegge, contrabbandieri, pirati, santoni mistici, giocatori di Battipalla e chi più ne ha più ne metta, il tutto condito dalla giusta dose di creature mostruose o droidi impazziti da abbattere. Mettetevi comodi...

UN SISTEMA DA COMFORT ZONE

Chi ha almeno una minima esperienza coi vari giochi di ruolo in soggettiva, come per esempio The Elder Scrolls ma più ancora Fallout, non faticherà a trovare in TOW un sistema di controllo per larga parte tradizionale. Muoveremo il nostro personaggio con l'analogico sinistro e ruoteremo l'inquadratura col destro; il click di L3 permette di scattare senza limiti (niente barra della stamina, quindi), mentre R3 permetterà di dare un colpo “col calcio del fucile” o comunque una spinta che allontani i nemici troppo affettuosi. Il tasto Croce, di base, serve per saltare; nel caso possediamo abbastanza addestramento nell'apposita abilità, la pressione doppia ci permetterà di compiere una schivata o un salto in lungo. Quadrato è il tasto dell'interazione, utilizzato sia per ricaricare l'arma in uso, sia per riporla (tenendolo premuto) sia per aprire porte, attivare leve, parlare con altri personaggi e così via.


Il tasto Triangolo ci permetterà di scorrere o, tenendolo premuto, selezionare l'arma in uso tra le 4 impostate come scelta rapida, mentre Cerchio ci consentirà di accovacciarci per muoverci furtivamente. Il tasto d'attacco è, come spesso accade negli FPS, R2, con L2 utilizzato per mirare. L1 servirà per attivare l'inalatore di emergenza (praticamente un medikit), mentre R1 attiverà la “Dilatazione Temporale”. Questa è una capacità speciale che il protagonista ha acquisito col risveglio dalla criogenesi dopo 70 anni: in pratica permette di agire per qualche secondo in “slow motion[o, se preferite, Bullet Time], anche se l'effetto è tanto più breve quanto più ci muoviamo o agiamo nel frattempo. Le quattro frecce della croce direzionale serviranno per impartire ordini ai propri gregari (se ne avremo e se avremo sufficiente capacità di comando), ed infine il touchpad ci permetterà di accedere al menù dell'inventario, mettendo comunque il gioco in pausa.

VIRTU' FRUTTO DELL'ESPERIENZA – E DEI DIFETTI

Nel paragrafo precedente abbiamo più volte accennato alle abilità del personaggio. Queste saranno rappresentate da un valore numerico che andrà da 0 a 100 e suddivise in alcune categorie, come per esempio Combattimento Fisico, Comunicazione, Furtività. Alla creazione del personaggio e ad ogni passaggio di livello, conseguibile con l'esperienza in combattimento o completando missioni, otterremo 20 punti da distribuire liberamente su questa lista. Inizialmente potremo incrementare di valore l'intera categoria, all'atto pratico migliorando 2 o 3 abilità alla volta, ma non appena un'abilità raggiungerà il valore di 50 ogni ulteriore incremento andrà speso singolarmente. Oltre a fornire vantaggi immediati, come per esempio danni maggiori con un tipo di arma o una maggiore difesa, le abilità forniranno dei veri e propri bonus ad ogni soglia di 20 punti raggiunta.


Infine, ogni due livelli saremo chiamati a scegliere un Vantaggio, ossia un vero e proprio bonus una-tantum, di base slegato alle singole abilità, come ad esempio maggiore capacità di carico, danni extra coi colpi critici, una Dilatazione Temporale più estesa e così via. Ovviamente starà a noi la scelta se crescere un personaggio super-specializzato in uno specifico campo o se spaziare, ma non c'è da preoccuparsi: nella stiva dell'InAffidabile c'è un simpatico marchingegno che, previa spesa di qualche Bit [la moneta di gioco], annullerà l'assegnazione di tutti punti permettendoci di ripeterla da capo. Insomma: in TOW per correggere la propria vita basta pagare.


Un elemento di gioco interessante che i ragazzi di Obsidian hanno inserito è legato al sistema di Difetti: durante il gioco potrà capitare di volta in volta che venga offerta la possibilità di acquisire un Difetto. Per esempio, se riceveremo molti danni dai robot potremmo sviluppare una fobia il cui effetto è quello di ridurre temporaneamente le nostre caratteristiche quando affrontiamo questo tipo di nemici. D'altro canto, se decideremo di accettare il Difetto saremo premiati con un punto Vantaggio da spendere liberamente: considerando quanto questi possano rivelarsi utili la scelta sarà da valutare con interesse.