Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
WWE 2K16
Anno di uscita:
2015
Genere:
Simulazione Sportiva
Sviluppatore:
YUKE'S Co.
Produttore:
2K Games
Distributore:
Cidiverte
Multiplayer:
Fino a 6 giocatori sia in Locale che Online
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - Account Xbox LIVE Gold - 60 GB spazio disponibile su disco
  • AHIA!
  • NOOOOOOOOOOOOOOOOO
  • POTENZA
  • Fa sempre la sua figura!
  • Arrivo
  • Ho vinto
  • Rissa
  • Ti vendicherò!
  • Ci siamo quasi
  • Provaci!
  • Ahhhhhhhhhhh
  • Lotta fra titani
Redattore:  Corrado 'Sakurambo' Micheli                        Pubblicato il:  12/12/2015
Come ogni anno il mondo del Wrestling si rinnova: scopriamo insieme la direzione intrapresa quest'anno dalla serie 2K, tanto apprezzata e tanto discussa dagli appassionati del genere.
IT'S SHOWTIME!

Poteva 2K Games mancare all'appuntamento, ormai annuale, con una nuova uscita produzione dedicata al mondo WWE? Se state leggendo questa recensione la risposta è per ovviamente negativa.

A questo punto vi starete inoltre chiedendo se, dietro la licenza ufficiale WWE, gli sviluppatori potevano migliorare un prodotto che gIà lo scorso anno (qui per leggere la recensione di WWE 2K15 -NdR) aveva ottenuto un già ottimo risultato!

A questa e a molte altre domande, grazie alla copia inoltrataci da Cidiverte, troverete risposta continuando a leggere.

NO PAIN NO GAIN

Quello che da sempre contraddistingue il mondo del wrestling è la capacità, da parte dei lottatori, di accaparrarsi le simpatie degli appassionati, attratti non soltanto dalle mosse spettacolari dei propri idoli preferiti ma soprattutto dalle storie, dalle controversie e dallo spettacolo che i wrestler portano in scena ad ogni evento.

Non crediamo casuale, pertanto, la scelta di includere la figura di Steve Austin alias "Stone Cold" sulla copertina del titolo, dedicandogli poi nel gioco stesso tutta una serie di contenuti.

Questa scelta ad un giocatore "consumato", riferito nella fattispecie al un periodo che intercorre tra la fine degli anni Novanta e l'inizio degli anni Duemila, ricorda un'epoca in cui questo sport esternava sentimenti sia positivi che negativi, esaltando soprattutto gli eccessi al fine di catalizzare l'attenzione degli spettatori. A quei tempi il mondo del ring era molto più rude di adesso: vigeva la spettacolarità ed un discreto tasso di violenza dove spesso e volentieri scorreva il sangue in un'apoteosi, comunque controllata, di cattiveria in crescendo.

A titolo di esempio, Steve ha rappresentato all'epoca la figura dell'antieroe spesso ubriaco, che saliva sul ring per sfidare continuamente il suo alter ego Vince McMahon, e il combattimento sfociava sempre in una rissa da stadio. La Federazione, riscontrando il successo riscosso dal wrestler in questione, ha saputo valorizzarlo in tutti gli eventi ufficiali, rendendolo da un lato il lottatore più proficuo e dall'altro il più popolare malgrado non lo si potesse proprio definire politically correct.

Negli anni la Federazione ha comuque dovuto "cambiare pelle" dal momento che questo sport è riuscito conquistare oltreoceano un vasto target di utenti fra cui intere famiglie e soprattutto bambini, al punto da rendere necessaria un'inversione di tendenza, con la successiva riduzione del tasso di violenza e del linguaggio scurrile, a vantaggio di una maggiore spettacolarità.

Tutto questo è WWE 2K16, quindi scaldiamo il controller e cominciamo!



UNA STRUTTURA CHE HA SEMPRE UN CERTO FEELING

Il menù di gioco, molto simile a quanto proposto lo scorso anno, presenta comunque tutta una serie di novità a partire da un Roster veramente sconfinato!

In più, oltre alla sezione Showcase totalmente incentrata su Stone Cold ritroveremo il mitico trio legato alla cronaca ovvero Lawler,Cole e JBL.
In questo senso la nostra esperienza verrà arricchita dalle modalità già conosciute ma impreziosite dalle seguenti novità in merito alle varie modalità:

- My Career: oltre a consentirci di creare il nostro lottatore su misura, ci porterà fino alla WWE Hall Of Fame;
- Create-A-Diva/A-Show/An-Arena/A-Championship: torneranno nel videogioco arricchendo la nostra voglia di personalizzazione;
- WWE Universe: potremo usare i nostri lottatori in show diversi!

E IL GAMEPLAY?

Iniziamo subito con il dirvi che il sistema delle contromosse è stato totalmente rivisitato! Ogni Superstar adesso ha un numero limitato di contrattacchi che si ricaricano col tempo, e ovviamente bisognerà aspettare il momento migliore per tentare la vittoria nel match.

I contrattacchi, maggiori e minori per alcune mosse, consentono di infliggere un danno differente; se sapientemente utilizzati, possono rivelarsi risolutivi. Riguardo agli schienamenti invece, questi è possibile svolgerli in modo leale e sleale interrompendoli tramite i rope break. In questo senso l'intelligenza artificiale dell'arbitro (essendo a tratti imprevedibile) consentirà sia l'esecuzione che il blocco degli schienamenti sleali. Relativamente alle sottomissioni invece, eliminato il sistema Breaking Point, sarà disponibile un nuovo minigioco ottimizzando al meglio l'uso delle leve analogiche (in questo senso vi raccomandiamo una buona dose di allenamenti disponibili in modalità My Career). Nuove sono pure le prese trattenute, che danno modo ai giocatori di recuperare la nostra resistenza, e di ridurre quella dell'avversario.

La nuova I.A. (intelligenza artificiale...NdR) inoltre influisce sulle scelte e sui comportamenti degli arbitri, dei manager (che durante l'incontro possono distrarre i lottatori o il direttore di gara) e dei giudici, la cui supervisione varierà in base al quanto accade sul tappeto. Con l'eliminazione dei caricamenti tra le entrate e l'inizio del match, viene introdotta infine la possibilità del Break Out, ovvero interrompere le animazioni di presentazione ed attaccare sin da subito il nostro avversario durante la salita sul ring!

PER CONCLUDERE

WWE 2K16 si presenta sulla carta come un ottimo prodotto, orientato al pubblico ritagliatosi in questi ultimi tempi, pertanto violento ma entro certi limiti e con la totale assenza di spargimenti di sangue durante gli incontri.

Per quanto riguarda grafica ed animazioni, non possiamo che confermare l'ottima qualità del titolo: i lottatori sono dettagliati, fluidi e di grande impatto sono i ring ed il relativo pubblico.

Il parco Divas comunque risente di una rappresentazione non all'altezza delle superstars (che vi ricordiamo comprendere tutti i lottatori aventi a che fare con la federazione e sotto attuale contratto).

Vi facciamo comunque presente che, all'interno del gioco, saranno presenti delle guest star sbloccabili che sicuramente vi sorprenderanno!

Non possiamo pertanto che confermare l'ottima fattura di questo titolo, che può essere acquistato senza remore e timori garantendovi ore ed ore di divertimento.

WWE 2K16 rappresenta una lieta salita sul ring, anche se il gioco rispecchia quanto attualmente la Federazione ha imposto ai lottatori per accaparrasi un pubblico più ampio. I giocatori più anziani riscontreranno una certa diminuzione della violenza sul ring, comunque la totale mancanza del sangue non incide negativamente nell'esecuzione delle mosse (che certo risultano essere particolarmente soddisfacenti) ma verrà notata da chi vive nel ricordo di lattine schiacciate in fronte e sediate senza ritegno.

Per gli amanti del genere rappresenta comunque un ottimo ritorno ad uno sport che possiamo comunque considerare evergreen. Che le mazzate abbiano inizio!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE