Recensione PC
Titolo del gioco:
Mafia 2
Anno di uscita:
2010
Genere:
Sparatutto avventura azione open world
Sviluppatore:
2K Czech
Produttore:
Take Two Interactive
Distributore:
Take 2
Multiplayer:
no
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
CPU Pentium D 3Ghz o AMD Athlon 64 X2 3600+, Ram 1.5 GB, scheda video NVIDIA GeForce 8600 oppure ATI HD2600, hard disk 8 GB, S.O. Windows XP (SP2 o successivo) oppure Windows Vista / Windows 7
  • "Piccola Italia"...ma siamo sicuri di essere così lontani dal Bel Paese??
  • Una delle visuali possibili in macchina. La realizzazione di questo ponte è superlativa!
  • L'effetto della superficie dell'acqua è stupefacente.
  • Alcuni interni sono bellissimi da vedere. Notare l'effetto del vetro e la luce soffusa...
  • Uno screenshot a dir poco fotorealistico, seppur nella sua drammaticità.
  • In caso di problemi al motore, si può aprire il cofano e tentare di ripararlo!
  • E' possibile rubare i veicoli parcheggiati. Ma occhio alla polizia (segnalata anche nella minimappa).
  • La polizia può fermare anche altri cittadini che violano la legge. Un piccolo tocco di classe.
  • Uno dei negozi in cui è possibile rifornirsi di armi e munizioni. Fantastico lo sguardo fiero di Vito!
  • Questa didascalia esprime molto bene il linguaggio utilizzato in un po tutto il gioco..
  • Signore e Signori, ecco a Voi i videogiochi del futuro! O se preferite, il futuro dei videogiochi...
  • Un altro particolare della città. Imponente è dire poco...
  • Questi sono veri tocchi di classe: mentre si è all'interno di un edificio, la vita fuori continua a scorrere con i ritmi di sempre
  • Il frigo contiene alcuni alimenti utili per ripristinare la propria energia. Personalmente, li ho utilizzati pochissimo...
  • Una delle tante copie di playboy sparse per il gioco. Ciliegina sulla torta, dopo averle raccolte ci si potrà deliziare con le immagini presenti al loro interno : )
  • fumo, tracce di gomma sull'asfalto e persone"basite": bellissimi gli effetti di questa tamarrata!
  • Da quassù si può ammirare molto più che un semplice panorama: è un vero sguardo sui videogiochi del futuro...
  • Botte!! All'avvio di una scazzottata, la telecamera si posiziona in modo da inquadrare completamente i partecipanti.
  • La mappa di gioco permette di definire un punto di destinazione, che verrà quindi indicato dal GPS di bordo (negli anni '40??)
  • Forse lo screenshot più spettacolare della serie. Bellissimi gli effetti di "distorsione" dovuti al fuoco!
  • Per difendersi dai nemici è possibile nascondersi dietro ripari improvvisati. Utile, ma prima o poi bisognerà saltar fuori...
  • ...e sbrigarsi nel premere il grilletto!
  • Per rubare un auto si può provare a forzare la serratura. In questo caso, bisognerà risolvere un semplice giochino meccanico (fa un po Oblivion...)
  • Ancora uno sguardo straordinario su Empire Bay. L'impressione, tuttavia, è un po quella di trovarsi di fronte ad un enorme castello inespugnabile.
  • Una bellissima - e divertente - sparatoria a bordo della nostra auto!
  • Gli effetti di luce sono straordinari. Notare anche la devastazione della nostra povera carrozzeria...
  • BoZ 74? Tamarrissimo...
  • In questa immagine potete ammirare gli effetti di un inseguimento con la polizia. Il tutto trasuda di un realismo impressionante...
  • Mentre la tipa nell'automobile dietro se la fa giustamente sotto dalla paura, noi cerchiamo di impadronirci con la buone o con le cattive di questa vecchia carretta...
  • Coraggio, fatti ammazzare! Ma non pensate che sia stato facile, eh...
Redattore:  Simone 'BoZ' Zannotti                        Pubblicato il:  03/09/2011
Sparatorie, inseguimenti e tanta azione nel nuovo discusso titolo "next generation" firmato Take 2!
...anche se, più che di "next generation", oramai si può tranquillamente parlare di "old generation"... ma non temete: non intendiamo tediarvi con l'ennesima discussione sul divario tra Pc e console! piuttosto, ingraniamo subito la quinta e tuffiamoci a capofitto nelle strade di MAFIA 2

MAFIA NUOVA, STORIA VECCHIA
Mafia 2 è il seguito del discreto successo firmato Take 2, uscito in Italia tra mille polemiche nel lontanissimo (videoludicamente parlando) 2002. In realtà anche questo seguito non è stato esente da discussioni ed allarmismi da parte di politici, intellettuali e gente comune, ma rispetto a quanto successo dieci anni fa, quando veramente si rischiava di non vedere il gioco sugli scaffali dei negozi, stavolta si nota una maggiore tolleranza e anche qualche presa di posizione decisamente a favore del gioco.

Sin dalle prime fasi si intuisce che la sostanza è rimasta invariata: il gioco si presenta infatti come un nuovo 'clone' di Grand Theft Auto, seppur con un'azione più lineare e circoscritta rispetto al capolavoro RockStar, e con una ambientazione ancora una volta basata sulle grandi metropoli statunitensi della prima metà del '900. Nei panni di Vito Scaletta, mafioso siciliano emigrato in America duranti i primi anni '30, dovremo ripercorrere la nostra turbolenta vita dall'adolescenza all'età adulta, passando dall'isola italiana al continente nordamericano e più precisamente alla città di Empire Bay, una metropoli immaginaria che - a detta degli sviluppatori - prende spunto dalle città di NewYork, Chicago e San Francisco degli anni '40 / '50.

LA TRAMA E' IL SUO PUNTO DI FORZA
Abbiamo detto che Mafia 2 si presenta più "inquadrato" rispetto a un qualsiasi GTA, e per questo simile al primo Mafia: questo significa che, nonostante la grandiosità della mappa (circa 10 Km quadrati), l'abbondanza di sparatorie, inseguimenti e situazioni di gioco nel complesso molto intriganti ed originali, la mancanza di serie alternative (che siano gli atti criminali di GTA o qualcosa di più costruttivo) alla trama principale che ci portino ad assaporare ogni centimetro quadro della città, fa venir meno quel senso di libertà che un po tutti abbiamo respirato passeggiando per le strade di Liberty City. Chi si aspettava un cambio di rotta dal primo Mafia rimarrà dunque deluso: l'impressione di avere tutta la città a nostra disposizione rimane infatti tale fino alla fine del gioco, mentre il titolo 2K resta incentrato su una trama solida ed accattivante e su un contorno grafico-sonoro e "spaziale" di tutto rispetto. A questo proposito, senza svelare particolari importanti possiamo accennare ad un cambio "temporale" che avverrà ad un certo punto della storia e vi lascerà, ne siamo certi, letteralmente di stucco...

Nonostante la scarsità di azioni possibili, è comunque possibile spingersi fino ai limiti della città, magari per far visita al nostro meccanico o armiere di fiducia, assaporando a piedi o in macchina i tanti dettagli inseriti dai designer, ma non verremo premiati per investimenti o uccisioni, nè potremo attivare le tante missioni secondarie a cui ci ha abituato nei suoi titoli la RockStar. In definitiva, non ha molto senso andarsene in giro per la città (se non per raccogliere qualche antica copia di PlayBoy, i "bonus" di Mafia 2), e questo lo si intuisce abbastanza presto.

SULLE STRADE DI EMPIRE BAY, TRA CONTROLLO ED ANARCHIA
Come è lecito aspettarsi da un gioco di questo genere, Mafia 2 possiede un buon parco macchine. I veicoli a disposizione per gli spostamenti sono un buon numero...ma senza esagerare (anche qui si poteva osare qualcosina di più...ma non infieriamo troppo! NdR). Per le strade di Empire Bay non sono presenti moto, ne biciclette; a dare un tocco di realismo in più al traffico cittadino ci pensa comunque la polizia, che pattuglierà le strade di Empire Bay inseguendo chi viola le regole del codice della strada, andando troppo velocemente o compiendo gesti criminali. Per non rischiare di essere multati per eccesso di velocità, quando saremo alla guida di un veicolo potremo inserire un comodo limitatore. Curiosamente, non correremo invece alcun rischio passando ad un incrocio con il semaforo rosso!
Non aspettatevi invece di vedere per le strade di Empire Bay le situazioni urbane paradossali ed esagerate tipiche di GTA: in Mafia 2 si respira nel complesso un'atmosfera più seriosa e meno scanzonata.
VITO E I SUOI FRATELLI

In attesa del terzo episodio, Mafia 2 può contare finora sull'uscita di tre contenuti scaricabili che aggiungono nuove auto, nuove armi ma soprattutto nuove missioni al gioco originale: Il tradimento di Jimmy, esclusivamente per PlayStation 3, ci mette nei panni di un killer spietato che ha deciso di "giocare sporco"; La Vendetta di Jimmy, per PC, X360 e PS3, introduce una bozza di vero free roaming "alla Grand Theft Auto" permettendoci di scegliere quale missione compiere in giro per la città, e infine Joe's Adventure, per PC, X360 e PS3, ci metterà finalmente nei panni di Joe Barbaro, l'amicone di Vito onnipresente nel gioco originale, in una storia a metà strada tra il lineare ed il free roaming.

I modelli di guida sono ben realizzati e, nonostante l'impronta arcade, rispecchiano verosimilmente il tipo di veicolo che si sta guidando. Particolare cura è stata realizzata nelle sparatorie al volante, le quali condiranno di tanto in tanto l'azione, in momenti salienti del gioco.
Scendendo invece dall'auto, anche a piedi Mafia 2 riserva piacevoli sorprese. Un po tutte le animazioni sono state migliorate e rese più realistiche. Particolare cura è stata posta inoltre nel nuovo sistema di gestione delle scazzottate (!) e nelle routine di Intelligenza Artificiale dei nemici durante le sparatorie, per cui questi si comporteranno ora più realisticamente rispetto al primo Mafia. Novità anche sul fronte delle armi, con l'aggiunta di un piccolo arsenale della WW2.

UNA STRAORDINARIA FINESTRA SUL PASSATO
Nonostante la possibilità di visitare internamente ogni singola costruzione presente nella città riprodotta rimanga pura utopia (e probabilmente lo rimarrà ancora per un bel po di anni... NdR) è comunque possibile entrare in alcune tipologie di edifici come negozi di abbigliamento, ristoranti e carrozzerie, ciascuno dei quali avrà una utilità ben precisa. Visivamente parlando, siamo a livelli di eccellenza: tutto quello che vedrete ad Empire Bay vi lascerà infatti di sicuro a bocca aperta, soprattutto se state giocando al massimo del dettaglio, ad alte risoluzioni e con un computer tecnicamente moderno. L'impatto con la metropoli anni '40 e '50 ricostruita dai designer 2K è fenomenale tanto negli esterni che negli interni: strade, costruzioni, veicoli e persone, interni ed arredi, un po tutto appare realizzato con enorme cura del dettaglio e con una ricerca del fotorealismo che - ci assumiamo la responsabilità di questa affermazione - è in grado di lasciare qualche gradino indietro anche il blasonato quarto capitolo di GTA . Anche una semplice passeggiata in giro per la città rappresenta un'esperienza unica nel suo genere: un vero tuffo nel passato ed uno scorcio incredibilmente realistico sull'America di quegli anni così densi di eventi tragici.

VIETATO AI MINORI
Mafia 2 è un gioco classificato in Italia con un PEGI 18+: questo significa che, per la crudezza di molte scene e la "normalità" di situazioni moralmente scorrette, il titolo non è assolutamente adatto ad un pubblico minorenne. Come al solito, si spera sempre che, arrivata alla maggiore età, una persona sia in grado di scindere la finzione dalla realtà: per sapere cosa ne pensate in proposito vi rimandiamo al nostro forum, e al topic relativo.
Come era lecito attendersi, il linguaggio utilizzato nel gioco è perfettamente in linea con ciò che vedremo o potremo fare durante la nostra permanenza ad Empire Bay: non aspettatevi dunque smancerie e carinerie di alcun tipo ma solo un parlato "adulto" fatto di sconcerie, parolacce e volgarità di ogni tipo. Quel che è certo, il doppiaggio in italiano è stato realizzato una volta tanto con tutti i sacri crismi: da solo vale sicuramente una buona fetta del gioco. E scusate se è poco...
Tanta azione malavitosa in questo sequel così sorprendentemente simile a Grand Theft Auto, ma anche tanto divertimento. E se permettete, non è questo uno degli scopi principali di un videogame? Alla fin fine, il suo unico vero difetto è quello di porsi in concorrenza con il capolavoro RockStar, ma questo era inevitabile. D'altronde oramai non si può prescindere da ciò che si trova in giro, e dai tempi del primo Mafia di acqua sotto il proverbiale ponte ne è passata davvero parecchia.

Se dunque i maggiori difetti del gioco sono più che altro pregi di altri titoli, c'è da chiedersi se, essendo un sequel, i miglioramenti valgono da soli l'acquisto del gioco. A parere di chi scrive, soprattutto ora che M2 è disponibile a prezzo "budget", la risposta è SI: un po come un film del Padrino può tenere alta l'attenzione dello spettatore per due ore, così Mafia 2, con la sua linearità ma anche con la sua impronta "cinematografica" la terrà viva per almeno 15 (longevità ufficiale dichiarata), per vedere come diavolo andrà a finire la storia di Vito.
Insomma, anche se non sarà così "produttivo", scorrazzare a piedi o in macchina per Empire Bay è comunque un piacere. Se lo trovate in giro per meno di venti euro, fatelo vostro senza titubare.
93
91
94
86
78
85