Recensione X-Box 360
Titolo del gioco:
Diabolical Pitch
Anno di uscita:
2012
Genere:
Arcade
Sviluppatore:
Grasshopper Manufacture
Produttore:
Grasshopper Manufacture
Distributore:
Microsoft
Multiplayer:
SI (cooperativa offline per 2 giocatori)
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
Requisiti minimi:
XBox 360
  • La schermata del menù principale
  • Scegliete la vostra mano dominante!
  • L'avventura è divisa in cinque mondi, ciascuno comprende quattro aree. Nelle prime tre si dovrà combattere, l'ultima invece è fatta per guadagnare punti extra
  • Lanciamo la palla per colpire quei fastidiosissimi pupazzi
  • Se vi trovate faccia a faccia con uno di questi pachidermi, attivate il prima possibile il lancio diabolico
  • Con il lancio diabolico del cannone avete solo quattro colpi a disposizione: prendete bene la mira per fare piazza pulita!
  • Quando vi viene lanciata una palla-mina, allungate in tempo le braccia per prenderla
  • Se bloccate la palla-mina in tempo, guadagnate punti ed evitate danni
  •  Un pupazzo si avvicina troppo? Dategli un sonoro calcio!
  •  Colpite i simboli bonus per incrementare il vostro punteggio. Prendetene tre dello stesso tipo per fare Jackpot!
  •  Finita un'area ci viene mostrata una schermata con i nostri risultati ottenuti
  •  Abbassatevi per schivare le lame rotanti
  •  Se prendete il simbolo del guantone dorato si attiva un potere che vi proteggerà da qualsiasi attacco a lunga distanza
  •  Questo essere sembra sapere troppe cose sul nostro conto.
  •  Questo boss nasconde un pericoloso cannone lanciarazzi
  •  Con la mano secondaria possiamo prendere la mira. In questo modo colpiamo i pupazzi alla testa e possiamo colpire i razzi
Redattore:  Andrew 'andrewolf88' Wolf                        Pubblicato il:  15/06/2012
Quando sei uno tra i più grandi giocatori di baseball e sai che la tua carriera è finita, saresti disposto a tutto pur di non mollare. Perfino combattere contro una schiera di pupazzi indemoniati!
La Grasshopper Manufacture, casa giapponese nota per lavori come Sine Mora o l’atteso Lollipop Chainsaw (in uscita a giugno…NdR), ci regala un altro bizzarro titolo ricco di azione e divertimento, esclusivamente per Xbox Live Arcade Kinect.

In Diabolical Pitch impersoniamo McAllister, un giocatore di baseball professionista che, proprio nel momento cruciale della partita più importante, si infortuna gravemente il braccio. Di fronte alla prospettiva di una carriera chiusa per sempre, perde la testa e decide di farla finita. Tuttavia qualcosa non va come ci si aspetterebbe e il nostro protagonista si risveglia in un desolato lunapark di fronte a un bieco pupazzo in smoking con una grossa testa di toro. L'inquietante essere ci munisce di un braccio meccanico e con la sua voce distorta ci rivela che esiste la possibilità di recuperare l’uso dell'arto infortunato, così da tornare nuovamente a giocare. Per riuscirci dobbiamo attraversare l’intero lunapark affrontando tutti i trabocchetti e pupazzi diabolici, fino ad arrivare al castello dalla parte opposta.

Kinect e Menù
Diabolical Pitch fa uso esclusivo del Kinect che, come molti di voi sapranno, è il sensore per Xbox 360 che sostituisce il controller con noi stessi, percependo i movimenti del nostro corpo, la nostra voce e permettendoci di provare un’esperienza di gioco letteralmente “fisico” e coinvolgente.

Avviamo il gioco. Nella schermata del titolo attendiamo che il Kinect si calibri e ci riconosca come giocatori. Successivamente possiamo accedere al menù principale che è strutturato in due parti. La parte sinistra comprende la partita per un giocatore e la partita in multiplayer; la parte destra, invece, ci presenta i pulsanti guida & opzioni, classifiche, obiettivi, scarica contenuto, consigli e esci dal gioco.

Andiamo nella partita per giocatore singolo e ci viene chiesta qual è la nostra mano dominante tra la destra e la sinistra. Fatta la scelta, appare una schermata che mostra la classifica personale dei punti e i mondi che vogliamo giocare. Questi sono cinque in tutto e si possono sbloccare in sequenza solo una volta completati quelli precedenti. Ciascuno di essi ha tre livelli chiamati “area” e una quarta area Extra che serve per incrementare il punteggio globale. Anche le aree sono giocabili solo sbloccandole in sequenza.

9th inning strike out
Da subito è chiaro l’aspetto arcade di Diabolical Pitch. Come una sorta di flipper, in ogni area dobbiamo accumulare punti colpendo i bersagli e abbattendo insidiosi pupazzi con la testa di animale che ci vengono incontro intenzionati a farci fuori. Alla fine di ogni area, dobbiamo affrontare sempre un boss.

Il controller è il nostro corpo ed è con questo che comandiamo McAllister. Non possiamo camminare ma solo restare fermi nella parte bassa dell’area di gioco abbattendo a colpi di palla da baseball tutti i pupazzi e altri utili oggetti presenti. Con la mano dominante lanciamo la palla, con l’altra invece prendiamo la mira per colpire i pupazzi alla testa o per abbattere altri oggetti pericolosi come, ad esempio, i missili. Il movimento che dobbiamo compiere per lanciare è esattamente come facciamo nella realtà quando scagliamo qualcosa e orientando il tiro a seconda della direzione del bersaglio.

Possiamo anche tendere le mani davanti a noi per bloccare alcuni attacchi e schivarne altri abbassandoci o saltando. In questo caso veniamo avvisati e abbiamo poco tempo per agire con successo senza essere colpiti.

Nella lotta contro i malvagi pupazzi del parco, il braccio è soggetto alla stanchezza. Troppi lanci consecutivi provocano affaticamento e, di conseguenza, non possiamo più lanciare per qualche secondo.

Nell’area compaiono casualmente anche degli oggetti che ci fanno guadagnare punti una volta che ne colpiamo tre dello stesso tipo. Ce ne sono anche altri che permettono di recuperare la salute persa, respingere i pupazzi con un calcio e bloccare o schivare determinati attacchi in maniera automatica.

Osserviamo un po’ la schermata di gioco. In alto a destra è presente l’indicatore del punteggio accumulato; in alto a sinistra vediamo la barra della vita, la barra del colpo speciale con relativo nome, il denaro accumulato, la velocità dei nostri lanci e l’indicatore delle scarpe dorate. Queste scarpe sono oggetti indispensabili per poter dare i calci. Quando un mostro si avvicina troppo, abbiamo la possibilità di spedirlo via muovendo la gamba come se stessimo realmente calciando qualcosa. Si hanno tre “tacche calcio” a disposizione e ogni volta che diamo un calcio ne consumiamo una. Per ricaricare una tacca basta colpire con la palla le scarpe dorate una volta che compaiono nell’area.

Quando un mostro ci colpisce, la barra della nostra vita cala un po’. Possiamo recuperarla solo colpendo i medikit quando sono disponibili.

Abbiamo anche a nostra disposizione un attacco speciale chiamato Lancio Diabolico, che infligge ingenti danni. Ogni volta che si colpisce o si sconfigge un pupazzo, si guadagnano punti e la barra dell’attacco speciale aumenta. Gli attacchi speciali si possono attivare solo quando la relativa barra è al massimo ed eseguendo correttamente la posa corrispondente.

Una volta terminata un'area, compare una schermata nella quale viene calcolato il nostro punteggio e la nostra ricompensa in denaro in base ai nostri risultati.

In Diabolical Pitch spenderemo il denaro accumulato comprando le figurine nell’apposito negozio nel menù. Queste figurine servono ad aumentare le capacità di McAllister e si dividono in: azione, lancio diabolico, multiplayer, punteggio e potenziamento. In sostanza, permettono di sbloccare incrementi di punteggio, potenziamenti quali, ad esempio, più resistenza del braccio, più vita, e lanci diabolici più potenti.

Il grado di difficoltà sale man mano che si procede nel gioco. Compaiono nuovi pupazzi sempre più terribili, più ostici e boss sempre più forti. Le figurine ci tornano utilissime per rinforzare il nostro personaggio e fronteggiare meglio gli avversari nel corso delle partite

Multiplayer
Il gioco dispone di una modalità multigiocatore, che consente di eseguire la stessa campagna del giocatore singolo in cooperativa.
Qui abbiamo in più l’opportunità di divertirci insieme ad un nostro amico e cooperare per vincere la partita. È possibile rialzare il nostro partner in fin di vita a costo di sacrificare metà della nostra. La collezione di figurine relativa al multiplayer consente, fortunatamente, di ridurre o addirittura annullare questa spesa.

Grafica, suono e giocabilità
Il comparto sonoro è abbastanza semplice e gli effetti sonori sono pochi e ripetitivi. La colonna sonora è caratterizzata da una sorta di musica nu metal che spesso passa in secondo piano alle nostre orecchie. Interessanti sono invece i dialoghi nei filmati (in inglese… NdR), doppiati bene e con alcuni sprazzi di un certo humor.

La grafica è nella media e, anche se è abbastanza curata, di sicuro non è uno dei punti di forza di questo gioco, che mira quasi esclusivamente sull’aspetto della giocabilità via Kinect.

La giocabilità, infatti, è abbastanza fluida nel complesso, anche se spesso abbiamo notato una risposta un po’ tardiva del Kinect ai nostri movimenti di lancio. Tutto ok invece per quanto riguarda la direzione di tiro, le schivate e l’esecuzione delle pose per attivare il Lancio Diabolico.
Diabolical Pitch è un gioco senza dubbio originale che regala momenti di spassoso divertimento all’interno di uno scenario davvero lugubre e strampalato. Si rivela essere parecchio piacevole e divertente. La trama è abbastanza interessante e, seppur partendo da spunti abbastanza semplici, prosegue con una sorta di cammino esistenziale che porterà McAllister ad affrontare tutti i suoi demoni e paure più nascoste, affiancato costantemente dal pupazzo dalla testa di toro che lo condurrà lungo il parco infernale come una sorta di Virgilio dantesco.

La longevità è poca. Nel giro di massimo quattro ore si completa il gioco senza problemi. Fortunatamente il gioco possiede una più che discreta rigiocabilità e questo limita un po’ la carenza legata alla longevità, soprattutto se si gioca in multiplayer con un amico.

Altro aspetto non di poco conto è la resistenza della vostra spalla! Dopo aver raggiunto le aree di metà gioco, i pupazzi aumentano e si fanno più difficili. Di conseguenza anche la vostra povera spalla ne potrebbe risentire. Sì, a combattere i pupazzi diabolici bisogna fare attenzione sul serio!

PRO:
- divertimento
- storia

CONTRO:
- longevità
- suoni non molto incisivi
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE