Recensione Wii
Titolo del gioco:
Wii Sports
Anno di uscita:
2006
Genere:
Sportivo
Sviluppatore:
Nintendo
Produttore:
Nintendo
Distributore:
Nintendo
Multiplayer:
Si
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Wii, wiimote e nunchuck
  • Pochi metri alla buca... cala il sudore sulla fronte
  • Incorcia le dita e spera in un fuoricampo
  • Occorre un rapido e deciso movimento del braccio per colpire quella palla
  • Massima concentrazione prima del tiro...sara uno spare?
  • Non fa male, non fa male...
  • Il green è ancora molto lontano...
  • Un colpo ben assestato per buttare la palla al di là  della rete
  • Il nostro "mii" alle prese con il lancio
Redattore:  Emiliano 'OrsoRaro' Contarino                        Pubblicato il:  09/01/2007
C'è uno sportivo in ognuno di noi: dobbiamo solo capire quale disciplina fa il caso nostro. Non ci resta che scoprirlo con Wii Sports!
Dopo tanta attesa è proprio il caso di dirlo: "Wii are ready!" Già da un mesetto infatti la console Nintendo fa bella mostra di se sugli scaffali dei negozi, e per nostra fortuna insieme alla console nel package iniziale troveremo anche un gioco: Wiisports. Senza perdere altro tempo scopriamo insieme di cosa tratta. Il titolo dice già tutto, una serie di sport ci attendono, precisamente 5 discipline: Tennis, Golf, Baseball, Bowling e Boxe. Prima di iniziare a capire nel dettaglio come è articolato ogni singolo sport, è doverosa una premessa di carattere tecnico. Il gioco si pone l'obbiettivo di introdurre il giocatore all'utilizzo della nuova console, mettendolo a proprio agio con i comandi insegnadogli questo nuovo modo di giocare. Lungi dunque dal pensare a questo prodotto come ad una simulazione sportiva vera e propria, perchè non ci sarebbe approccio più sbagliato di questo; detto ciò non ci resta che giocare!

LET'S GO!
Il menù iniziale si presenta molto semplice ed intuitivo. Alla sinistra del teleschermo sono elencate le 5 discipline sportive disponibili, alla destra invece sono presenti due diverse opzioni di gioco: modalità "allenamento" e modalità "test fisico". Il tutto è condito da una altrettanto semplice musichetta di sottofondo per nulla pesante. Procediamo con ordine analizzando nel dettaglio le varie discipline.

Tennis
Uno degli sport senza dubbio più riusciti dell'interno gioco, offre tanto divertimento e nello stesso tempo consente di sfruttare a pieno le nuove potenzialità della console. Prima di iniziare dobbiamo scegliere il numero di giocatori e i volti dei vari personaggi: essi potranno essere scelti tra quelli che abbiamo creato dall'apposito "canale Mii" (una specie di editor personaggi) o che vengono generati dal gioco o ancora tra quelli che abbiamo salvato nel nostro "wii-mote" (il joypad del wii). Fatte queste semplicissime operazioni abbiamo ancora da scegliere la posizione in campo del nostro personaggio. Ed è qui che appare subito la prima pecca del gioco: non è possibile infatti giocare in singolo (uno contro uno) ma lo svolgimento del match è obbligatoriamente a 4 giocatori, due per parte naturalmente ed è proprio ciò a rivelare immediatamente l'aspetto non simulativo del titolo. Inoltre non è possibile selezionare modalità quali ad esempio tour o campionato, ma sarà possibile effettuare solo una partita amichevole. Quello che possiamo decidere è solo il numero di set, singolo, al meglio di tre o al meglio di cinque. Nella stessa schermata dovremo poi scegliere se controllare entrambi i giocatori della nostra squadra o se affiancare al nostro personaggio un Mii controllato dalla CPU. Detto questo non ci rimane che scendere in campo...
Il nostro wiimote fungerà in questo caso da racchetta, quindi non ci rimane che impugnarla e comportarci come se fossimo davvero in un campo da tennis. Alla battuta un rapido movimento verso l'alto della nostra mano simulerà il lancio in alto della pallina e poi un deciso colpo in avanti per colpirla. A gioco avviato il nostro Mii si troverà automaticamente nella direzione della pallina, e ciò vuol dire che non saremo noi con i nostri spostamenti a determinare la posizione in campo del nostro personaggio. Questo però non dobbiamo considerarlo come un fattore del tutto negativo, anzitutto sarebbe difficoltoso spostarci all'interno della nostra stanzetta perchè richiederebbe moltissimo spazio disponibile, e poi non dobbiamo pensare che il movimento automatizzato del personaggio renda noiosa la partita. Il nostro compito sarà quello di rispondere colpo su colpo ai nostri avversari, utilizzando il wiimote che abbiamo saldamente impugnato in mano come se fosse proprio una racchetta, e ciò che conta è il tempismo con cui andiamo a colpire la pallina, perchè sarà questo a decretare la direzione della pallina. Oltre queste semplici regole di base, sono presenti movimenti ancor più raffinati che permettono di imprimere alla palla un certo effetto, o addirittura ottenere alla battuta un "super-tiro" che con molta probabilità ci procurerà un "ace". Nulla di estremamente tecnico dunque, ma solo un divertimento immediato.

Golf
Secondo sport selezionabile, il golf. Anche questo come tutti gli altri sport , non vuol essere - ribadiamo - una simulazione. E cosi ecco il nostro personaggio con il volto rivolto verso il "green" che attende impaziente una bella stoccata. Questa disciplina è forse la più difficile, per cui un sano allenamento è altamente consigliato prima di iniziare un tour. Prima di sferrare il nostro colpo un occhio particolare al vento che a seconda della intensità influirà pesantemente o meno sulla direzione della pallina. Grande rilevanza dobbiamo dare agli "swing" di prova, infatti prima di passare al lancio vero e proprio dobbiamo provare un paio di lanci a vuoto per trovare la giusta potenza da imprimere alla palla.
Una volta presi questi accorgimenti siamo pronti, teniamo premuto il tasto A sul joypad per avvicinale il nostro personaggio alla pallina, portiamo indietro il nostro wiimote che farà le veci della mazza e poi un pacato, ma deciso colpo in avanti nella speranza che la palla arrivi più vicino possibile alla buca. Dopo questo primo tiro di avvicinamento, ancor più difficili risulteranno i seguenti colpi, dato che infatti la buca è più vicina dovremo sforzarci di colpire la pallina con molta delicatezza. In prossimità della buca risulteranno molto importanti i pulsanti 1 e 2 del pad. Questi infatti ci permetteranno di visualizzare le caratteristiche del verde circostante la buca, per scorgere eventuali pendenze del terreno. Con la sua semplicità e immediatezza questo golf permette - anche a chi magari non ha mai sentito parlare di Tiger Woods - di passare piacevoli momenti sopra un ampio prato verdeggiante.

Baseball
Anche qui come nel tennis è necessario soltanto impugnare saldamente il wiimote senza premere alcun pulsante. Il gioco si divide sostanzialmente in due fasi: attacco e difesa. In attacco saremo i battitori, quindi impugnato il wii remote con entrambe le mani ci troveremo a dover respingere la palla con un rapido e deciso movimento in avanti delle braccia. Ma anche qui come nel tennis la parola d'ordine è: tempismo. Dovremo infatti calcolare il tempo giusto di battuta altrimenti subiremo uno strike o manderemo "in foul" la palla. In difesa il nostro wiimote sarà la palla, toccherà a noi scagliarla verso il battitore con un rapido movimento del braccio in avanti. E' il gioco meno longevo e meno movimentato, ma anche questo insieme agli altri occorre per mostrarci quanta libertà di gioco ci venga offerta dal joypad della console.

Bowling
Sicuramente una delle novità più interessanti dato che non è molto frequente trovare un gioco su tale disciplina. Messi i piedi sul parquet occorrerà anzitutto decidere la traiettoria iniziale che vogliamo dare alla palla. Sarà possibile indirizzarla leggermente verso destra o sinistra per poi correggerla grazie all'effetto che è possibile dare alla palla. Il tiro è davvero ben strutturato: occorre tener premuto il tasto B del pad , eseguire un classico movimento con il braccio proprio come se tenessimo in mano una palla da bowling, quindi prima indietro e poi in avanti e solo al momento finale rilasciare il pulsante B con la possibilità di avvitare il wiimote verso destra o sinistra per imprimere alla boccia un effetto da veri professionisti. L'impatto con i birilli è molto realistico e questo di sicuro contribuisce ad un alto divertimento anche se dopo varie sessioni riusciremo a padroneggiare il gioco con tanta - forse troppa - maestria e come conseguenza di ciò sarà praticamente impossibile sbagliare un tiro spedendo la palla nelle corsie laterali. Non c'è che da restar contenti anche per questa disciplina che rilassa e diverte allo stesso tempo.

Boxe
Con la boxe entra in scena finalmente anche il secondo pad del Wii: il nunchuk. Collegato questo al wiimote impugnamoli entrambi nelle mani. Siamo pronti a combattere. Anche qui massima libertà nei controlli. Tutto quello che ci viene chiesto è di fendere l'aria con i pugni senza premere nessu pulsante. Gioco molto movimentato perchè oltre le mosse offensive abbiamo a disposizione quelle difensive. Portando nunchuk e wiimote davanti al volto potremmo pararci dai colpi del nostro avversario e spostandoci a destra o sinistra potremo disorientarlo e fare andare i suoi pugni a vuoto.
L'unica nota negativa del gioco è che, essendo la sensor bar molto sensibile dovremo all'inizio fare attenzione a dove la posizioniamo. Se ad esempio il nostro televisore è basso rispetto ai nostri pugni allora sarà meglio posizionare la barra di movimento sopra la TV in maniera che risulti quasi all'altezza delle nostre mani. Anche quest'ultima disciplina come le altre ci costerà tanto sano movimento.

GRAFICA E SONORO
Poche , pochissime parole per la grafica. Non c'è da aspettarsi un comparto visivo degno di una console "next-gen" potendo benissimo questa grafica essere ammirata su una macchina di vecchia generazione. Gli sfondi sono idealizzati tanto quanto gli omini che andremo a controllare nei vari sport, ma in un contesto come quello che offre il Wii sono ben altri i fattori che contano; primo fra tutti la giocabilità. Sorprende invece il comparto sonoro, alle semplici musiche nei menu si contrappongono efficaci effetti in gioco, che riescono a riprodurre fedelmente i vari impatti della palla - a seconda dei vari sport - con la racchetta, con la mazza o con i birilli.

MULTIPLAYER
Il gioco sicuramente offre il massimo divertimento in modalità multiplayer. Non deve affatto stupirci la scarsa longevità del titolo giocandolo da soli. Dopo pochi giorni inizierà soprattutto a pesare la scarsa intelligenza artificiale, soprattutto nella boxe e nel il tennis e un pò meno magari nelle altre discipline, potendo comunque contare su una longevità dataci dalla continua volontà di migliorare il nostro punteggio personale. Come molto spesso accade, Nintendo punta molto al divertimento collettivo, e con questo titolo ci riesce perfettamente. Poter affrontare amici e parenti da la possibilità di rispolverare il titolo ogni qual volta si presenti l'occasione di un game party!

ALLENAMENTO E TEST FISICO
Queste due modalità presentano varianti alle varie discipline precedentemente indicate, tali da rendere il titolo un po' più longevo. L'allenamento è tanto divertente quanto importante per riuscire a padroneggiare alcune tecniche particolari. Ogni sport ha 3 livelli di addestramento, ognuno dei quali prevede una diversa prova. Ecco degli esempi: nel tennis dovremo riuscire a direzionare la pallina per centrare un bersaglio posto a muro, o riuscire ad indirizzare la palla verso una porta che si muove da destra sinistra del campo. Nel golf ci viene posto un bersaglio a grandi distanze e, naturalmente dosando con la giusta forza il tiro, dovremo riuscire ad avvicinarci il più possibile al centro. Nel bowling il parquet che ci separa dai birilli verrà tempestato di barriere che dovremo aver cura di evitare imprimendo alla palla un effetto particolarmente accentuato. Nel baseball l'attenzione è concentrata al tempismo della battuta e nella boxe non poteva mancare una modalità "sfogo" contro un sacco di sabbia che si frantumerà sotto i nostri pesanti ganci. L'altra modalità "test fisico" ci sottopone a tre prove, scelte casualmente dalla modalità allenamento e a seconda dei risultati conseguiti ci mostrerà l'età che dimostriamo fisicamente. Quest'ultima scelta non si rivelerà delle migliori perche rischia quasi sempre di farci fare brutta figura davanti amici o parenti (sono daccordissimo!! NdBoZ); non è infatti remota la possibilità di vedersi attribuire il doppio dell'età che realmente si ha. Uomo avvisato...
Tirando le somme di questo primissimo gioco per la nuova arrivata in casa Nintendo, c'è da rimanere positivamente sorpresi. Il gioco riesce pienamente ad adempiere il compito per il quale nasce, cioè quello di presentare al grande pubblico la nuova console. Ci istruisce immediatamente sulle potenzialità del Wii e ci indirizza sui nuovi metodi di gioco. Inoltre c'è da considerare anche un aspetto materiale: il game fa al momento parte del bundle iniziale quindi non lo si dovrà comprare a parte, e il che fa sempre piacere. In estrema sintesi, se un domani la Nintendo dovesse annunciare un seguito per questo titolo non ci rimarrebbe che aspettarlo con tanto entusiasmo.
74
70
81
85
75
75