Recensione PlayStation 4
Titolo del gioco:
Trine Enchanted Edition
Anno di uscita:
2014
Genere:
Action-Platform-Rompicapo con elementi di GdR
Sviluppatore:
Frozenbyte
Produttore:
Frozenbyte
Distributore:
Sony Computer Entertainment Europe
Multiplayer:
Cooperativo sia Online che Locale fino a 3 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console PlayStation 4 - una connessione a Banda Larga - un Account PlayStation Network - 1.3GB di spazio libero su Hard Disk per scaricare il gioco
  • Uno dei loghi ufficiali del gioco
  • Siamo all'interno di un castello: lava a sinistra e acqua a destra
  • Pontius si difende da una attacco di uno scheletro
  • Amadeus, Pontius e Zoya stanno attraversando un ponte all'interno di una foresta. Notate l'arcobaleno sullo sfondo
  • Un altro punto della foresta dove crescono funghi giganti
  • Amadeus ha distrutto un cubo. Ma deve evocarne un altro se non vuole morire nell'attraversare il fiume pieno di quel liquame verde!
  • Un paesaggio idilliaco rovinato da quello scheletro... Zoya! Fai il tuo dovere...
  • Pontius si appresta a ridurre in briciole quel povero arciere scheletro!
  • Siamo all'iinizio: Amadeus vede l'armata dei non morti avvicinarsi. Deve per forza andare nei sotterranei dell'Accademia Astrale. Ma una sorpresa inaspettata lo coinvolgerà...
  • Pontius e Zoya alle prese con uno scheletro in un luogo dove è in corso un temporale
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  31/12/2014
Dopo l'uscita su PC, a sopresa Frozenbyte sforna la versione Full HD ed a 60 fotogrammi al secondo del titolo originale sulla nuova ammiraglia Sony.
Il detto “a volte ritornano” si addice bene a Frozenbyte che ha annunciato a sorpresa Trine Enchanted Edition su PlayStation 4 poco prima dell'uscita sul PlayStation Network a metà dicembre dell'anno che tra poche ore sta per concludersi.
Il gioco originale uscì nell'ormai lontano 2009 su PC e PlayStation 3. Col tempo diventò una vero e proprio marchio di fabbrica per la software house di Helsinki che si prese cura del brand pubblicando il seguito nel 2011 (qui la nostra recensione della versione PC) che è stato perfezionato nel tempo ed espanso fino all'edizione Director's Cut su Nintendo Wii U per poi completare l'opera su PC e PlayStation 4 con l'edizione definitiva Complete Story che consta di ben 20 livelli, contro i 13 dell'originale, più uno segreto.

Con questa specifica edizione il gioco è stato riadattato con le stesse caratteristiche tecniche e di fisica di Trine 2: Complete Story, lasciando la formula di gioco originale elevando il comparto grafico a 1080p (1920x1080 pixel progressivi) e raddoppiando la fluidità a 60 fps (frames per secondo), introducendo anche il 3D Stereoscopico (720p a 60fps - per i televisori che lo supportano) e cambiando di fatto l'impatto grafico per dare giustizia all'hardware dell'ammiraglia Sony.

Ringraziando ancora una volta Frozenbyte per averci fornito il codice PSN, andiamo ad analizzare quello che avrete tra le mani se vorrete acquistare il gioco.

E' MORTO IL RE...VIVA I NON MORTI!

Tale titolo, purtroppo, giustifica i fatti avvenuti in un regno lontano dopo la dipartita del Re, il quale non ha avuto eredi gettando nel panico la popolazione. Alcuni Re si sono succeduti, ma per poco tempo. Il fatto ancor più inquietante è che la magia del regno diventò sempre più oscura facendo uscire i morti dalle loro tombe e costringendo gli abitanti ad abbandonare quella terra che in poco tempo divenne deserta.

Nel frattempo nell'Accademia Astrale il destino, o meglio un "oggetto misterioso", stava facendo incontrare tre strani personaggi per preparare l'assalto ai non morti e restituire il regno agli abitanti per ripristinare la magia di un tempo. La ladra Zoya, il mago Amadeus e il cavaliere Pontius arrivano uno dopo l'altro all'interno della sala del tesoro dell'Accademia dove risiede il misterioso Trine che ha la facoltà di unire le anime di chi lo tocca.

In questa strana e ambigua situazione, dove tre personaggi con caratteristiche diverse dovranno convivere, inizia la storia attraverso 15 livelli di gioco (più uno segreto) che metteranno alla prova il giocatore con enigmi, combattimenti e passaggi completamente basati sulla fisica. Rispetto al secondo capitolo, Trine Enchanted Edition è completamente localizzato nella nostra lingua.

RIPERCORRIAMO LA CARATTERISTICHE ORIGINALI

Per chi ha giocato al seguito (i link relativi alle recensioni li trovate all'inizio dell'articolo) e non è mai entrato in contatto con il primo episodio, le similitudini ci sono, ma il gioco va affrontato ed interpretato in maniera un po' diversa. Non tanto nella fisica (la stessa di Trine 2: Complete Story), ma nella struttura dell'interfaccia e di progressione che lo avvicina più ad un gioco di ruolo tramite la “distribuzione libera” degli oggetti trovati nei forzieri. Infatti premendo il tasto touch del DualShock 4 si aprirà una finestra dove le bottiglie e le sfere verdi regaleranno punti esperienza: superate le 50 unità si sbloccherà un punto esperienza che potrà essere usato nella parte alta dell'interfaccia dove hanno posto quattro specifiche abilità, di cui la prima disponibile sin da subito, mentre le altre tre andranno trovate nei forzieri durante il gioco (non preoccupatevi, li incontrerete “per strada”! NdR).
Trine Enchanted Edition consta di ben 47 trofei che si suddividono in 38 di bronzo, 4 d'argento, 4 d'oro e l'ambito Platino.

Gran parte di essi si ottengono superando tutti i livelli e scovando tutte gli oggetti d'esperienza (bottiglie e sfere verdi) in ogni livello. Inoltre servirà soddisfare alcune richieste ben precise come uccidere indirettamente un nemico, saltare in testa sui nemici per tre volte senza toccare terra, terminare un livello utilizzando un solo personaggio, finire il gioco a livello di difficoltà difficile e superare l'ultimo livello senza mai morire ed altro che lasciamo a voi il piacere di scoprire.

Trine Enchanted Edition è in vendita sul PlayStation Store al prezzo di €12.99 o (mentre scriviamo) in bundle con Trine 2: Complete Story al prezzo di €24.99. Inoltre è anche disponibile su PC (tramite Steam o sul sito di Frozenbyte) e prossimamente anche su Nintendo Wii U.

Avrete notato che oltre alla barra rossa (quella della vita), sotto ad essa troverete anche la barra blu (quella del mana) che si consuma man mano che le abilità di ogni personaggio attualmente in gioco vengono utilizzate nello scenario e per eliminare i non morti. Durante i livelli potremo trovare delle bottiglie blu che ripristineranno parte del mana e quelle rosse che ripristineranno parte della salute.

Lungo lo strada troveremo i globi che ristabiliscono le barre dei personaggi ma a differenza del secondo capitolo, il ripristino non sarà completo ma dipendente dagli oggetti distribuiti dal giocatore! Servirà un minimo di gestione degli stessi man mano che arriveranno e ognuno di essi (alcuni specifici in base al personaggio) va ad intaccare le caratteristiche di ciascun eroe per cui bisogna prestare attenzione riguardo la distribuzione degli oggetti !
Il discorso si estende anche quando ci sarà la dipartita del personaggio: una volta trovato un globo, il personaggio morto risusciterà sempre in base agli oggetti in suo possesso.

Gli enigmi ambientali, rispetto al secondo episodio sono meno cervellotici e più semplici accelerando di fatto la progressione nel gioco, anche nei livelli più avanzati. Essendo una riedizione più che altro di tipo tecnico, il gioco è lo stesso dell'originale dove l'attenzione è dedicata di più alla parte giocoruolistica rispetto alla complessità dei puzzle ambientali (nel secondo capitolo accade esattamente il contrario! NdR).
Tramite l'uso dello stick destro o la parte touch del DualShock 4 sarà possibile, più avanti nel gioco, formare un triangolo per far apparire una piattaforma tetraedrica (assente nel secondo capitolo), molto utile per avvicinare piattaforme lontane e superare alcuni abissi.

Per il resto Trine Enchanted Edition si gioca in maniera fluida e veloce ed i livelli andranno via con il desiderio di vedere quello successivo fino alla “sudata scena finale”, dove la difficoltà sarà più elevata e servirà un maggior precisione nei comandi rispetto ai restanti livelli.

UN INCANTAMENTO VISIVO

Come è accaduto con Trine 2: Complete Story, l'adattamento tecnico e la nuova risoluzione vanno a beneficiare sull'impatto visivo, dove si vede l'ottimo lavoro svolto da Frozenbyte nel dare nuova linfa al gioco originale che ora è davvero all'altezza della situazione ed al passo coi tempi.
Anche se lo sfondo non è particolarmente elaborato come nel secondo episodio, Trine Enchanted Edition è un bel vedere e piacevole da giocare soprattutto per il riadattamento della fisica perfetta al pixel.
Non mancano effetti interessanti, come quando Zoya dovrà accendere delle torce scagliando le frecce di fuoco; queste, una volta accese, illumineranno la zona circostante in maniera davvero convincente tanto da far sembrare lo scenario quasi fotorealistico.

Per quanto riguarda il lato più espressamente giocoso, una volta apprese tutte le caratteristiche e le abilità dei tre personaggi si va piuttosto speditamente. Come scritto prima, gli enigmi ambientali sono meno complessi rispetto al secondo episodio, così facendo sarà possibile completare il gioco in 6-8 ore complessive. Se invece volete esplorare con calma lo scenario scovando tutti i punti esperienza, tutti i forzieri (abilmente nascosti) e soprattutto ottenere tutti i trofei potete tranquillamente moltiplicare la longevità per almeno il doppio del tempo richiesto. Di contro abbiamo una varietà dei nemici piuttosto bassa, limitata a poche tipologie di scheletri e ad una manciata di boss, che poi si ripetono senza un minimo di varietà.

Per la parte Multiplayer sarà possibile giocare in tempo reale (sia online che locale) fino ad un massimo di tre giocatori. Ognuno di essi controlla un personaggio, e sarà necessaria una buona cooperazione per superare ogni pericolo e soprattutto arrivare a scovare bottiglie, sfere verdi e forzieri per ottenere quella percentuale di trofei necessaria per riuscire a completare il gioco.
Nella nostra prova abbiamo trovato pochi giocatori, facendoci strada nei livelli pressoché da soli.

“Trine Enchanted Edition”, va involontariamente a confrontarsi con il secondo episodio uscito l'anno scorso sull'ammiraglia Sony.
Di certo non si può pretendere la completezza dal lato prettamente grafico, ma il lavoro fatto da Frozenbyte è di valore portando il tutto a 1080p con un aggiornamento granitico a 60 frames al secondo e creando un impatto visivo di ottimo livello.
Gli enigmi ambientali sono più semplici, ma il tutto viene compensato dalla componente da gioco di ruolo dove il giocatore dovrà gestire gli oggetti in possesso ad ognuno dei tre personaggi.

Per il resto il gioco è sostanzialmente lo stesso; chi l'ha giocato troverà un titolo rinverdito graficamente. Per chi ancora non è entrato nel mondo di Zoya, Amadeus e Pontius ora ha un buon motivo per farlo.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE