Recensione PC
Titolo del gioco:
Crea
Anno di uscita:
2014
Genere:
Avventura Azione con elementi GdR di stampo Sandbox
Sviluppatore:
Siege Games
Produttore:
Siege Games
Distributore:
Steam
Multiplayer:
Cooperativo
Localizzazione:
No
Sito web:
Requisiti minimi:
Sistema Operativo: Windows XP o superiore - Processore: Single Core 1.7 GHz o superiore - Memoria: 2GB di RAM - Grafica: Scheda Video da 256MB o superiore e compatibile con OpenGL 2.1 e 1024x768 di risoluzione minima - Internet: Connessione a Banda Larga - 256 MB di spazio disponibile su Hard Disk
  • La fase di generazione del mondo. Il processo sarà procedurale: quindi scenari e ambientazioni sempre diverse
  • La fase di personalizzazione del nostro personaggio. Sarà solo di tipo estetico
  • La schermata del Tutorial che può essere richiamata nelle opzioni di gioco
  • Crea ha un ciclo giorno-notte ed i mostri saranno più aggressivi e in un numero maggiore di notte. Teniamo sempre con noi un attacco magico!
  • Ma quanti begli alberi! Abbattiamoli per ricavarne prezioso legno... (evviva la deforestazione -NdCJ)
  • Questa è la fase di forgiatura, fondamentale per ottenere tutti gli oggetti necessari a costruire...
  • Ecco cosa è possibilie iniziare a fare una volta forgiati tanti elementi che abbiamo raccolto all'interno del mondo di gioco e dai mostri. E vai con la costruzione!
  • Potremo adornare la nostra struttura di diversi elementi ottenibili con la forgiatura e sconfiggendo mostri di taglia gigante!
  • Ecco cosa è possibile fare più avanti...
  • Non mancheranno scontri con Boss di grande importanza e difficoltà
  • Chissà cosa rilasceranno...
  • Abbiamo costruito un'abitazione che funge da area di stoccaggio, visto la grande quantità di cesti al piano più basso!
  • Ci stiamo addentrando nelle profondità più oscure. Ricordatevi di fare una buona scorta di torce!
  • Sembra che si stia costruendo un castello
  • Un bella costruzione dove ci sono tre giocatori a lavorare. Guardate i diversi ornamenti!
  • Crea permette di sfruttare la fantasia della comunità di giocatori
  • Una visione più generale su una porzione del mondo di gioco
  • Che bella costruzione...
  • Una bella abitazione ad albero....
  • Uno degli elementi importanti sarà la collaborazione tra i giocatori grazie alla modalità cooperativa
  • La mappa di gioco ancora troppo spartana e senza quasi punti di riferimento
  • Nella mappa viene indicata (a malapena) la tipologia dei materiali, ma non la nostra posizione!
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  02/07/2014
Per chi non e' sazio di Minecraft o di Terraria e' in sviluppo un nuovo titolo sandbox per chi vuole scavare, esplorare e costruire in piena liberta' con l'aggiunta dell'elemento giocoruolistico.
Il mondo dei videogiochi è in continua evoluzione. Da qualche anno a questa parte stiamo assistendo al sorpasso del supporto digitale rispetto a quello fisico come punto di riferimento della vendita dei titoli, sia di quelli tripla A che (soprattutto) di quelli provenienti da sviluppatori indipendenti. Oramai al fianco della versione CD/DVD e Blu-ray, che troviamo nei negozi specializzati, c'è la controparte digitale disponibile nello stesso giorno di lancio sia per computer e console.

Le piattaforme digitali sono cresciute come funghi in questi ultimi anni e vediamo nascere nuove politiche sulla vendita dei titoli per il nostro passatempo preferito. Su Steam, la piattaforma digitale di Valve pioniera (nel bene e nel male) di questo nuovo metodo di distribuzione, contraddistinta da un'immensa mole di titoli fruibili dai giocatori, sta prendendo piede una nuova tipologia di giochi detti ad "accesso anticipato” (Early Access): si tratta di quei titoli ancora in lavorazione dove gli studi di sviluppo, soprattutto indipendenti, mettono a disposizione il loro gioco agli acquirenti in modo da poterlo ottimizzare grazie proprio al loro contributo. Tale accesso anticipato si paga, non è gratis! In un certo senso rappresenta un finanziamento per gli sviluppatori che a tempo debito metteranno sul mercato la versione definitiva. Tale politica è vantaggiosa sia per gli studi di sviluppo sia per chi fornisce la piattaforma digitale visto che una parte dei proventi va ad essa.

Di certo rappresenta una responsabilità non da poco per gli sviluppatori visto che possono ricevere un riscontro diretto sulla bontà del loro titolo praticamente in tempo reale. I giocatori hanno sempre voglia di provare qualcosa di nuovo e sperimentare nuove politiche di distribuzione come questa, per vedere se possono essere vantaggiose.

Abbiamo fatto questa premessa per illustrarvi Crea, il titolo indipendente di Siege Games disponibile dal 3 Giugno su Steam proprio con la politica dell'accesso anticipato. Si tratta in buona sostanza di un gioco d'avventura e azione con elementi giocoruolistici ambientato in un mondo sandbox (cioè aperto, privo di una direzione precisa, come il "recinto della sabbia" che nelle scuole dell'infanzia americane permette ai bambini di giocare nei modi più svariati -NdCJ) pieno di cose da fare. L'ambientazione è in 2D come nelle vecchie glorie a 8 e 16-bit. Il gioco prende spunto non solo da Minecraft, vero pioniere di questa tipologia di gioco, ma soprattutto da Terraria praticamente disponibile per ogni macchina esistente sul mercato.

UN MONDO VIVO E PULSANTE

Una volta avviato il gioco verremo accolti da un simpatica colonna sonora che ci guida alle opzioni (piuttosto essenziali) per creare il mondo di gioco, tra Piccolo (Small), Medio (Medium) e Grande (Large). Il processo di creazione è di tipo procedurale, quindi non vedremo mai la stessa struttura, ma sarà sempre diversa compreso il paesaggio circostante. Al termine di questa fase, che porterà via un lasso di tempo diverso a seconda di quale estensione avremo scelto, si presenterà la schermata della creazione del personaggio, dove potremo agire solo dal punto di vista estetico.

Passata questa fase saremo immediatamente trasportati nel gioco senza alcun tutorial. Avremo tra le mani il nostro fidato piccone dove potremo iniziare a scavare o ad abbattere gli alberi per avere della legna a disposizione. Anche se avremo pochi tasti per far muovere il nostro alter ego (legati al movimento ed al salto, ampiamente configurabili), per il resto dovremo gestire il tutto tramite il nostro fidato mouse. All'inizio avremo poco o nulla a disposizione. La prima cosa da fare è esplorare il mondo circostante per raccogliere i primi materiali, i quali si aggiungeranno automaticamente al nostro inventario.

Per muovere i primi passi dovremo capire l'interfaccia che abbiamo davanti a noi: nella parte bassa, a partire da sinistra, troveremo la salute e la magia del personaggio. Al centro avremo una porzione dell'inventario dove possiamo inserire gli oggetti e le magie già a disposizione, che poi potranno essere attivabili una volta inseriti nei due slot centrali in alto tramite il tasto sinistro e destro del mouse. A destra, infine, troviamo sei icone che rappresenteranno l'evoluzione del nostro personaggio attraverso l'interazione con il mondo circostante. A partire da sinistra abbiamo l'Inventario (Inventory), l'Equipaggiamento (Equipment), i Talenti (Talent), la Forgiatura (Craft), la Ricerca (Research) e la Mappa del mondo (Map).

PER SAPERNE DI PIÙ

Crea viene venduto su Steam al prezzo di € 13,99. Il gioco è in sviluppo da oltre due anni e grazie all'accesso anticipato gli sviluppatori vogliono creare una comunità viva e pulsante.

Per rimanere informati sulla lavorazione si può andare sulla pagina del gioco della piattaforma di Valve per trovare nuovi contenuti e modalità per fruire al meglio del titolo Siege Games. Inoltre sarà possibile vedere i filmati e le immagini realizzate dai giocatori così da farsi un'idea più completa e approfondita sul gioco.

Anche se il titolo è in sviluppo abbiamo effettuato la recensione perché, come abbiamo specificato nel testo, l'accesso anticipato si paga! Vogliamo che i giocatori sappiano a cosa vanno incontro. Il gioco è disponibile non solo per Windows, ma anche per Mac e Linux e può essere acquistato anche sul sito degli sviluppatori.

Ringraziamo IndieViddy per averci fornito il Codice Steam in modo da poter provare il gioco.

Ogni nostra azione, qualunque essa sia, comporta esperienza come scavare, lanciare magie, combinare oggetti, combattere ed altre azioni. Ognuna di esse va a riempire la barra dei Talentiche si suddividono in Armi (Arms), Arcano (Arcane), Divino (Divine), Raccolta (Gather) e Forgiatura (Craft). Tutto questo comporterà una crescita in pieno stile gioco di ruolo in modo da sbloccare nuove caratteristiche e peculiarità che permetteranno di scavare con più forza e con più velocità, interagire maggiormente con l'ambiente e combattere con armi e magie più potenti, nonché rafforzare il fisico. Di fondamentale importanza sarà creare il Tavolo di Ricerca (Research Desk) dove, grazie alle nostre raccolte, potremo inserire quei materiali da cui sarà possibile tirare fuori nuovi elementi (tramite la Forgiatura) che ci permetteranno di ampliare gli strumenti di scavo, fabbricare nuove armi, armature, pozioni, piattaforme e abbellimenti per la nostra futura casa.

SEMPLICITÀ E COMPLESSITÀ VANNO A BRACCETTO

Man mano che cresceremo, raccogliendo i materiali dall'esterno e dai mostri, faremo nuove ricerche per ottenere nuovi materiali migliorati grazie allo sfruttamento dei talenti, che ci permetteranno di compiere le operazioni in maniera più rapida e veloce. Arrivati ad un certo livello si inizierà a sfruttare il punto di forza di questo tipo di titoli: la libertà di esplorare, di creare e di abbellire ciò che più ci piace in base alle nostre preferenze. Possiamo creare abitazioni e strutture in base agli oggetti a disposizione, scavare sempre più in profondità per scoprire cosa si cela nelle più parti più oscure del sottosuolo e tutto quello (o quasi) che ci passa per la testa.

Dalla nostra prova sulla versione attualmente a disposizione l'apparente semplicità, legata ad una grafica semplice in stile 16-bit, va ben ad amalgamarsi con una buona profondità di gioco grazie al sapiente utilizzo dei talenti e della forgiatura i quali sono direttamente connessi alle caratteristiche del nostro personaggio. Una convincente mistura che unisce una larga fruibilità di gioco con una complessità che si svela poco per volta senza traumatizzare il giocatore, facendogli ben presente ciò che può fare e ciò che non può fare.

Chi è già addentro a questo genere si troverà subito a suo agio trovando un discreto compromesso tra libertà di gioco e crescita del personaggio. I meno avvezzi potranno trovare in Crea un buon inizio grazie anche all'introduzione di vere e proprie caratteristiche da gioco di ruolo che guidano il giocatore alla scoperta di un mondo dove si è liberi di agire in modo progressivo con l'aumentare dell'esperienza nelle categorie illustrate in precedenza. Completa il tutto il ciclo giorno-notte che va ad influire sulla quantità di mostri nei paraggi, se siamo all'aperto, con pericoli maggiori per la salute del nostro alter ego.

La parte multigiocatore è ancora in lavorazione, per cui non l'abbiamo potuta esaminare, ma sarà legata alla collaborazione tra i giocatori.

SITUAZIONE ATTUALE DI SVILUPPO

Nel corso della stesura di questa recensione, Crea è rimasto fermo alla versione 0.8.5. Durante la nostra prova non abbiamo riscontrato grossi problemi di fruibilità. In questo stato di sviluppo il sandbox di Siege Games si presenta piuttosto bene ed anche la stabilità, tranne in alcuni casi, è risultata buona. I crash di sistema non sono stati così gravi: una volta rientrati ci siamo ritrovati praticamente nello stesso punto senza aver perso nulla. Il gioco, poi, è leggerissimo ed è in grado di girare quasi perfettamente anche su computer piuttosto vetusti, anche di 7-8 anni fa, grazie anche alla semplicità della parte grafica.

Non abbiamo gradito invece le fasi di scavo e di costruzione, poco realistiche e a tratti perfino esilaranti, come quando scaviamo o stiamo costruendo dietro di noi pur agendo dalla parte opposta! Inoltre è possibile scavare blocchi oltre i nostri piedi o ben sopra la nostra testa (surreale! -NdCJ). Dal punto estetico è un errore, ma da quello pratico lo è meno perché velocizza l'operazione. Ma crediamo che da questo punto di vista gli sviluppatori debbano fare qualcosa per renderle il titolo più accattivante ed un pizzico più realistico. La mappa del mondo di gioco è ancora poco utile e pratica non facendoci vedere l'attuale posizione del personaggio. Anche la grafica, se pur funzionale e non così importante, potrebbe essere migliorata per dare un aspetto più accattivante al più che collaudato impianto di gioco.

Non lasciamoci trarre in inganno: il titolo Siege Games è più di quanto appare al primo impatto. Dietro una grafica quasi spartana, che ricorda le vecchie glorie a 16-bit, si nasconde un impianto di gioco molto solido, profondo con elementi da gioco di ruolo (legati ai talenti) che ben si amalgamano con la crescita del personaggio e agli strumenti che può e potrà utilizzare una volta salito di livello in livello. Dopodiché si avrà accesso a un numero spropositato di materiale ed oggetti per costruire la propria struttura in piena autonomia lasciando campo libero alla propria fantasia.

Ci sono ancora alcune cose da sistemare come le azioni di scavo e di costruzione e la mancanza di punti di riferimento sulla mappa. Avremmo preferito un prezzo più basso per l'accesso anticipato, ma per il resto ci penserà la comunità dei giocatori, già abbastanza attiva.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE