Recensione PlayStation 3
Titolo del gioco:
Soldner-X Himmelssturmer
Anno di uscita:
2008
Genere:
Shoot'em up
Sviluppatore:
Sidequest Studios
Produttore:
Eastasiasoft
Distributore:
Sony (Playstation Network)
Multiplayer:
Cooperativo in Locale
Localizzazione:
No
Sito web:
http://www.soldner-x.com
Requisiti minimi:
Una Playstation 3, Iscrizione al Playstation Network e un collegamento a banda larga.
  • Siamo all'inizio. Le prime ondate arrivano e cominciamo ad assorbire i meccanismi di gioco
  • Il Tutorial richiamabile con il tasto select del Sixaxis
  • La Storia si dipana attraverso schermate come questa con Zoom e dissolvenze dando un tocco morbido e non invasivo tra un Livello e quello successivo
  • Siamo nello spazio profondo...ma i nemici non finiscono mai!!
  • Il primo mini boss del 1°Mondo. Non fatevi intimidire dalla sua stazza! E' tutta apparenza....
  • Siamo all'interno della Caverna: attenzione a non cozzare con le parti dello scenario!!!
  • Il Boss del 2°Mondo: è invulnerabile ai nostri spari....ma a quei spuntoni che spuntano da sopra?
  • Per ogni mondo completato ci viene dato il resoconto di come ci siamo comportati. Io sono riuscito ad ottenere una bella sia al 1° che al 2° Mondo, ma quanto sono bravo...!!
  • E' in queste situazioni che c'è il rischio di perdere la visione del nostro caccia
  • Vedere i Boss cadere con queste mega esplosioni con lo schermo che va su tutti i lati è un bel piacere a vedersi!!
  • Il 4°Mondo dove si trova l'origine del Male....
  • Se riusciamo a raccogliere le 20 Chiavi sparse per i 4 Mondi di gioco ne avremo un'altro da affrontare. Dove i veri piloti non devono chiedere mai!!
  • Le opzioni di gioco, semplici, ben strutturate e con la mitica possibilità di pubblicare i nostri punteggi online!!
  • Questa è una schermata della versione PC, come potete vedere l'interfaccia è diversa da quella della PS3
  • Altra immagine della versione PC. In questo caso stiamo scendendo nell'atmosfera del Pianeta dove c'è il Male da eliminare...
  • Dal Sito Ufficiale possiamo controllare la nostra posizione in classifica in varie modalità. Qui è rappresentato il Global Rank cioè la nostra reale posizione. Come potete notare son al 103° posto. Mica male eh..!!
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  05/03/2009
Cosa ci fa un genere d'altri tempi al giorno d'oggi? Vale la pena pubblicare un shoot'em up quando la figura dell'hardcore gamer è ormai in via di estinzione? Soldner-X è pronto a darci una risposta.
Sul pianeta Conceyta sta crescendo un male sconosciuto che sta assorbendo la vita e la tecnologia del pianeta stesso. Nel sistema, inoltre, imperversa una guerra che lo sta devastando. Che fare? Rimane un’ultima speranza: un prototipo di caccia stellare guidato dall’ultimo dei piloti rimasti della resistenza parte per risolvere il problema alla radice: trovare l’origine dei problemi del pianeta e distruggerla una volta per sempre!

La trama è solo un pretesto per nascondere la vera natura di quello che andremo a giocare una volta presi i comandi del caccia: uno shoot’em up bidimensionale a scrolling orizzontale di stampo abbastanza classico, che per struttura ricorda vecchi classici del passato per il Commodore Amiga e console (Project-X, R-Type…). E' insomma un salto nel passato con la tecnologia di oggi, visto che viene presentato in alta definizione.
Lo scopo del gioco è quello di distruggere più nemici possibili evitando il loro fuoco, ottendo nel frattempo potenziamenti atti a progredire più agevolmente ed avere più possibilità di superare i boss di fine livello.
Il gioco, sviluppato dai tedechi Sidequest Studios e prodotto da Eastasiasoft è uscito nel 2007 in versione PC e a Dicembre 2008 su PS3 (scaricabile dal Playstation Network al modico prezzo di €9.99), è diviso in 4 mondi a loro volta suddivisi in 2 sotto-livelli. A questi si aggiungono il boss finale e un mondo segreto che si sblocca raccogliendo 20 chiavi nascoste nei livelli di gioco (5 per mondo): si va dalla città alla caverna, dallo spazio profondo fino ad arrivare al pianeta dove ha avuto inizio tutto.

MECCANICA DI GIOCO

La meccanica di gioco è inizialmente un po’ difficile da assorbire, perché bisogna tenere sott’occhio varie cose durante la distruzione dei nemici. Nella parte in alto a sinistra (in alto al centro su PC) ci sono due barre che indicano la salute del caccia e il tasso di surriscaldamento dell’arma; c'è inoltre un altro indicatore per le vite a disposizione (in basso a sinistra su PC). Nella parte in basso a sinistra (in alto a destra su PC) si trovano i nomi delle armi e le icone che dei vari potenziamenti che si posso ottenere durante la partita: “velocità”, “preservamento del potenziamento dell’arma” (quando si muore i potenziamenti rimangono attivi), “armor breaker” (lo sparo diventa rosso-viola indicando una maggiore potenza di fuoco), “shock” (la classica smart bomb), e “rocket” (missili teleguidati, se ne possono avere al massimo 5).
Altri potenziamenti che potremo ottenere saranno il "weapon cooler" (di fatto ricarica l'arma), il "multishot" (entrambi i tipi di arma in nostro possesso spareranno più colpi fino ad un massimo di 5 multidirezionali), il "fast shot" (aumenta la cadenza di tiro), l'"energy up" (salute, in 3 possibili "dosi"), e altri che lasceremo scoprire a voi...

La base della progressione e della ricezione dei potenziamenti è la realizzazione della catene (chains), che si attuano cambiando arma nel momento giusto facendo attenzione alla finestra in basso a destra (stessa posizione su PC, fatta meglio ma più piccola e un pò meno evidente). Qua è visibile il livello della catena, che si riempie eliminando i nemici: quando questo diventa verde si deve cambiare arma facendo aumentare il contatore di catena. Quando il numero sinistro è uguale a quello destro (ovvero al numero di catene richieste), bisogna cambiare nuovamente arma per poter far uscire il potenziamento che sta alla sinistra della finestra racchiuso da un cerchio.
Attenzione! Se si supera la soglia di riempimento della catena o se si cambia arma prima che il colore diventi verde, questa viene persa, costringendoci e riempirla di nuovo. Quando il numero richiesto di catene viene soddisfatto la barra di riempimento diventa grigia lampeggiante, e non c’è più alcun rischio di perdita di catena. Se si va sotto il 20% di energia si attiva il “berserker mode”, che renderà il caccia più resistente ai colpi nemici e aumenterà la potenza di sparo delle armi, ma indicherà anche un'alta probabilità di morire... bisogna saper comprendere ed usare bene questa meccanica altrimenti non si andrà lontano. E' anche da segnalare che le diverse armi in dotazione al caccia hanno un impatto diverso sui nemici, di conseguenza bisogna sviluppare una certa strategia in base alle orde diverse di nemici che andremo ad affrontare, e quindi un modo per ottenere le catene più velocemente!!

Il gioco ha vari livelli di difficoltà che vanno dal “very easy” al “hard”, mentre gli ultimi 2 livelli (“impossible” e “nightmare”) si sbloccano finendo il gioco la prima volta (sono tutti disponibili, invece, nella versione PC). In totale ci sono ben 6 livelli di difficoltà!
Soldner-X è stato sviluppato e fatto per quelli che con gli shoot’em up ci masticano: è un gioco per molti, ma non per tutti. Gli amanti del genere ci andranno a nozze: nei livelli più avanzati Soldner-X richiede impegno e dedizione, perché anche se la difficoltà è elevata (già il “normal” lo definiremmo quasi ostico!) l’errore è sempre del giocatore e non del gioco. Per ogni vita persa bisogna prendersela solo con se stessi, perché si capisce subito dove si è sbagliato. Questo gioco è fatto per gli hardcore gamers, come quelli di un tempo.
Non sappiamo se questo sia un bene o un male al giorno d'oggi (dove tutto è semplificato per ottenere nuove schiere di giocatori-consumatori), ma il pregio di uno shoot’em up è quello di far esultare il giocatore quando riesce a progredire, a sconfiggere il boss di fine livello o a riuscire a non subire danni tra la valanga di fuoco nemico, agendo chirurgicamente sulla leva analogica del joypad o di un Joystick dedicato... e questo Soldner-X lo fa molto bene!
Si possono ovviamente personalizzare i comandi, anche se quelli di base non sono male: con i tasti dorsali “R1” ed “L1” si cambia arma verso destra e verso sinistra, con “X” si spara e con “quadrato” si attiva lo “shock”. Personalmente ho cambiato il pulsante dello shock mettendolo su “triangolo” perché mi trovo meglio.

GIOCO DI UN TEMPO CON LA TECNOLOGIA DI OGGI

Analizziamo il comparto tecnico, mettendo tuttavia in chiaro da principio che uno shoot’em up 2D non può mettere alla frusta una console come la Playstation 3 (con un Killzone 2 da poco uscito...), o un PC degli ultimi 5-6 anni. Dal lato visivo Soldner-X fa una bella figura, visto che sull'ammiraglia Sony si presenta in alta definizione a 1080p: città piena di cartelloni pubblicitari che sembrano televisioni, vari liveli di parallasse, alberi che si muovono come se seguissero il vento, astronavi che volano in fondo alla caverna, pianeti pulsanti che ruotano e si muovono. E poi gocce d’acqua che scendono sullo schermo di gioco quando si penetra nell'atmosfera del pianeta da “disintossicare”, nemici molto ben definiti, ondate ben fatte e costruite e ottime esplosioni come i boss di fine livello appena sconfitti.

Il comparto audio si attesta su buoni livelli, con il picco al 3° mondo con due colonne sonore davvero degne di nota. E' di particolarmente pregevole fattura soprattutto quella del “berserker mode” (composta da Rafael Dyll, noto per i suoi famosi remake di colonne sonore dei giochi più rappresentativi dell’Amiga come la serie Turrican e Z-Out).

ORIGINALITÀ E QUALCHE PROBLEMA

Il gioco in se è solido, ma non è molto originale: anche se ha una buona componente strategica dettata della buona gestione delle armi e dalla realizzazione della catene, risulta troppo ancorato ai clichè delle vecchie glorie a 16Bit. Il 2° mondo non è molto diverso da un “Disposable Hero” o da un “Project-X” di Amighista memoria (passateci il termine) dove bisogna evitare di cozzare su diversi parti dello scenario, pena la perdita progressiva dell'energia del caccia. Inoltre in alcuni momenti l’ottima grafica fa a pugni con i nostri occhi, dando una sorta di "effetto camaleonte" al nostro caccia. Questo comporta il rischio di perdere una vita durante il frenetico tentativo di rivedere la navetta il prima possibile in mezzo a massi, spari ed esplosioni coreografiche.

C’è un’opzione per attivare la funzione di movimento del sixaxis, ma in gioco l’ho trovata inutile e poco reattiva perché se si rimane fermi il caccia scende verso il basso. C’è un bug che provoca il rischio di essere intrappolati nello scenario se rimaniamo incastrati in una parte di esso, il che ci fa perdere una vita senza motivo. Abbiamo anche sperimentato un altro bug di stampo più classico: se si perde l’ultima vita contemporaneamente all’eliminazione del boss di fine livello (ci è successo al 2° mondo) non si può più tornare alle opzioni di gioco, e si vedrà il caccia invisibile che spara. L'unico modo per risolvere questa situazione è di uscire dal gioco e tornare alla Home di PS3.
E’ tuttavia uscita da poco una patch correttiva: questa porta il gioco alla versione 1.10 e permette lo skip automatico della trama tra un livello e l’altro, aggiunge la difficoltà “beginner” e apporta altre varie correzioni (tra cui la risoluzione del bug del boss).

CLASSIFICA ONLINE

Un altro aspetto positivo che abbiamo trovato molto interessante è la componente online: ogni nostra prestazione (a qualsiasi livello di difficoltà) verrà registrata sul sito del gioco e messa in classifica, creando così una sorta di comunità e dando la possibilità di vedere la propria posizione in classifica a livello mondiale! Vedere i propri risultati e confrontarli a quelli di altri giocatori ci farà capire il nostro reale valore, ed è una spinta a fare meglio cercando di migliorare sempre ad ogni partita. Si possono inoltre analizzare le nostre performance secondo vari aspetti: per mondo di gioco, per punteggio totale, per livello di difficoltà e per “global rank”, che rappresenta la nostra effettiva posizione in classifica.
Soldner-X non avrà di certo le vendite di un gioco blockbuster, visto che è destinato ad un pubblico di appassionati, ma il prezzo aggressivo e i livelli di difficoltà più semplici aiutano ad avere una certa diffusione anche tra quei giocatori non avvezzi a questo genere.

Terminiamo menzionando l'opzione del combattimento in cooperativa (solo in rete locale, con le valutazioni della performance alla fine di ogni mondo), i trofei (9 di bronzo, 3 d'argento e 1 d'oro) e il tutorial di gioco.
Soldner-X è uno dei più bei shoot’em up mai realizzati dal punto di vista tecnico, con un gameplay solido ma ancorato alle vecchie glorie passate. Si lascia giocare bene, facendoci tornare più giovani, facendoci assaporare quella che era l’essenza del videogioco e in generale facendoci divertire.

PS3 vs PC

La Versione PS3 è migliore perché graficamente più pulita, con un’area di gioco più grande e con maggiori animazioni di sfondo. Il gameplay è poi stato migliorato ottimizzando l’efficacia delle armi e abbassando la resistenza dei boss, sono stati introdotti alcuni nuovi nemici e cambiati l’aspetto e le ondate di alcuni nemici. Siamo praticamente di fronte ad una versione 2.0 di quella PC (troppo Hardcore!) (io piuttosto direi versione 1.1... 2.0 fa pensare più che altro a un sequel, NdFallingwater). Se sia ha una PS3 bisogna puntare su questa versione visto che è anche la più economica!
“Soldner-X Himmelssturmer” è un gioco in controtendenza. Ora che questo genere fa fatica a riemergere, ecco un grande rappresentante che si presenta con varie frecce al suo arco: ottimo comparto grafico (1080p su PS3 e fino a 1280x1024 su PC), buon sonoro, gameplay solido di vecchio stampo e ottime animazioni ed esplosioni, e che per giunta si presenta poi con un prezzo aggressivo (€9.99 su PSN e sui $25 la Limited Edition per PC). Ci sono dei bug, che non minano la qualità del gioco (la patch correttiva è uscita da poco) ma che fanno calare di qualche punto il voto per la giocabilità del prodotto. La versione PS3 è migliore sotto tutti gli aspetti rispetto a quella PC, che resta comunque più che buona. Dove le debolezze del gioco si vedono, vengono comunque compensate con l'ottima idea della classifica online, che aumenta notevolmente la longevità del gioco anche dopo averlo finito. Grazie a questa possiamo avere il nostro posto nella classifica mondiale e, magari, conoscere altri giocatori appassionati di questo genere che non vuole mollare. E io dico: "per fortuna!!"
87
92
86
89
90
91