Recensione PC
Titolo del gioco:
Operation 7
Anno di uscita:
2009
Genere:
FPS online
Sviluppatore:
Park - ESM
Produttore:
FIAA
Distributore:
FIAA
Multiplayer:
internet
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
http://operation7.fiaa.eu/it/
Requisiti minimi:
CPU: P4 3GHz (dual core), RAM: 1GB (2GB), VGA: geforce 7900 (geforce 8800 512MB), SPAZIO DU DISCO: 200MB e un browser internet con collegamento ad alta velocità
  • il menù per la personalizzazione della propria arma. Quello è il mio AK-74 a cui manca solo un'ottica decente
  • mi sono sporto troppo e mi hanno abbattuto. La resa degli ultimi momenti di vita non è affatto male
  • come dicevo si passa dagli spazi angusti degli interni...
  • ...a spazi più ampi. Anche se qui siamo all'interno di un tunnel bloccato da un incidente stradale
  • clickando sulla voce "info" in basso a destra è possibile controllare le nostre statistiche
  • schermata riassuntiva a fine match con le statistiche della partita, GOLD e punti esperienza guadagnati
  • ecco il gangsta rapper, a parer mio una delle peggiori skin che si possano scegliere
  • presidiare le aree chiave è importante, difatti ho appena eliminato qualcuno "di passaggio"
  • ho scelto proprio il momento sbagliato per voltare l'angolo...
  • guarda guarda, un cecchino in azione che non si è accorto del nostro arrivo...
Redattore:  Simone Maria '7ornado' Fumagalli                        Pubblicato il:  28/09/2009
Troppo poco skillati per counter strike o modern warfare? Troppo tattici per quake live o unreal tournament? Operation 7 potrebbe essere il gioco giusto per voi. E in più è gratis!
Da qualche mese ormai è disponibile in rete questo FPS (MMOFPS secondo una nuova definizione, che trova d’accordo molti) che ha catturato l’attenzione anche di parecchi nostri compatrioti. Il gioco è totalmente gratuito: si scarica il file di installazione dal sito ufficiale, poco più di 100MB, si effettua il login e si installa un plug-in per il browser. A questo punto siamo pronti a collegarci a uno dei vari server e dar battaglia.
Il gioco prevede solo scontri a squadre, seguendo la tendenza dei titoli del momento, nonchè i più giocati e spettacolari da vedere. Le modalità di gioco sono 3:
-il classico team deathmatch,
-headhunter, in cui ogni squadra deve cercare di uccidere il “boss” o “generale” di quella avversaria per vincere il round,
-demolition, che richiama la serie battlefield, in cui una squadra difende e una attacca, disputandosi gli ormai famosi checkpoint.
Inutile sottolineare che è possibile personalizzare a piacere la partita, impostando durata, numero di uccisioni o round necessari per vincere e persino il momento della giornata (giorno o notte). Nel secondo caso è d’obbligo munirsi di visore notturno, acquistabile insieme a tutta una serie di altri gadget e armi.



LE UCCISIONI PAGANO
Operation 7 riprende anche alcune componenti tipiche dei RPG. Appena cominciata la nostra carriera di killer (soldati, mercenari o quello che preferite) saremo al grado più basso della scala gerarchica, senza un soldo in tasca e con le armi base del gioco.
Partecipando e portando a termine le partite, in base a come ci comporteremo (rapporto uccisioni/morti in positivo, headshot eccetera) riceveremo un certo numero di gold e di punti esperienza. I primi sono i soldi utilizzabili solo ed esclusivamente nel gioco per acquistare equipaggiamento, nuove armi e munizioni; gli altri servono a farci salire di grado per poter avere accesso ad armi sempre più potenti e precise. Ovviamente i primi livelli vengono scalati facilmente, poi man mano che saliremo serviranno sempre più punti per arrivare al grado successivo; per quanto riguarda i gold invece, quelli saranno sempre assegnati solo in base al rendimento in una partita, in cui si può entrare anche a gioco già iniziato.

NO CASH, NO AMMO, NO PARTY
Il gioco come ho detto è gratis, ma è prevista la possibilità di investire euro reali e convertirli in FIAA (il tasso di cambio è di 1000 FIAA per ogni euro versato). In questo modo si possono ottenere diversi vantaggi. Il primo, e forse più importante, è quello di poter avere accesso immediato a tutte le armi (e relativi potenziamenti) e tipi di munizioni, senza doverle sbloccare raggiungendo un determinato grado di esperienza. Inoltre si possono acquistare divise, abbigliamento e protezioni che comportano dei bonus: ad esempio la mimetica dell’esercito U.S.A. utilizzata in Afghanistan conferisce al giocatore un incremento del 25% del danno, una riduzione del 20% del danno subito e un moltiplicatore che raddoppia i punti esperienza guadagnati.

Anche le munizioni non-standard sono acquistabili tramite gold, mentre quelle standard sono gratuite. Da qualche tempo però i proiettili full metal jacket (ad alto potere di penetrazione) e gli esplosivi richiedono anche una certa quota di FIAA, quindi di moneta sonante. Il tutto ovviamente ha portato a un malcontento diffuso tra i giocatori, specialmente quelli che hanno preso il gioco “for fun” come me, che ora si vedono limitati all’uso delle munizioni di base il cui divario rispetto alle altre è davvero notevole. L’ondata di proteste non è passata inosservata agli occhi di organizzatori e sviluppatori, che stanno pensando a una possibile soluzione che non scontenti nessuno. (Personalmente tutta questa faccenda mi sembra un bieco modo di dare svantaggi a chi non spende, rendendo il gioco "free" solo di nome... NdFallingwater)

QUANDO UN UOMO CON UN FUCILE INCONTRA UN UOMO CON UNA PISTOLA…
…l’uomo con la pistola è un uomo morto. Questa celebre citazione si adatta alla perfezione ad alcune situazioni che si possono verificare nel gioco.
Le armi con cui iniziamo ai primi livelli, se non decidiamo di investire in FIAA, sono un M-16 e una Beretta semiautomatica come arma secondaria. Ovviamente ci capiterà di giocare contro gente molto meglio armata di noi, specialmente nei server in cui è attiva la modalità “solo armi secondarie”: in tal caso è davvero dura quando ci si trova a dover fronteggiare un avversario armato di uzi o peggio ancora di fucile a pompa.

A livello di fucili d'assalto ce la si gioca meglio, nel senso che l’M-16 è un’arma mediamente buona in tutto (potenza, gittata, precisione), ma anche qui ci sono delle bestie nere come il P-90 o il G-36 con i quali i giocatori più avanti coi gradi fanno stragi.
In generale si può dire comunque che le armi sono ben realizzate, sia dal punto di vista balistico che del sonoro: ognuna si distingue dalle altre e non è difficile riconoscere con che arma stanno sparando nel corridoio a fianco solamente sentendo i colpi. Quasi tutte, e in particolar modo le pistole, sono disponibili in diverse colorazioni per accontentare anche i più stravaganti, che preferiscono impugnare un ak-47 completamente dorato (argh, che tamarrata, NdFallingwater) rispetto al classico acciaio con finiture in radica.
Oltre a fucili d'asaslto, pistole e shotgun, ci sono anche fucili di precisione e mitragliatrici. Ogni arma primaria comunque, è personalizzabile in tutti i componenti, ad esclusione del telaio centrale. I pezzi che possiamo scegliere apporteranno miglioramenti in alcuni aspetti come la precisione o la rapidità di fuoco, ma potrebbero anche peggiorarne altri, vedi maneggevolezza o velocità di ricarica.

SEI COME SEI
Oltre a poter “customizzare” a piacere le armi, a seconda delle nostre attitudini alla battaglia, è possibile scegliere nel dettaglio l’abbigliamento del nostro alter ego. Ci sono stili predefiniti, come quello del gangster-rapper o dell’agente delle forze speciali, ma i vari elementi (copricapo o capigliatura, giacca e pantaloni) possono essere mischiati tra loro, dando origine un’ampia gamma di combinazioni.
Come ogni cosa, anche gli abiti hanno un costo, che si può definire costo di noleggio. Fortunatamente questi, a differenza di quelli che attribuiscono potenziamenti e acquistabili solo con FIAA, si pagano solo in GOLD in base al periodo per cui scegliamo di utilizzarli. Finto questo periodo il nostro alter ego tornerà a indossare gli abiti standard.

Le tenute di combattimento acquistabili con i FIAA invece non sono personalizzabili, ma una volta acquistate non hanno scadenza.
Qualunque sia la nostra scelta, avremo a disposizione anche una cintura che ci consente di portarci appresso granate esplosive, fumogene o flashbang.

GIOCARE ALLA GUERRA
Parliamo finalmente del gioco vero e proprio. Come avrete capito, è possibile giocarci solo in multiplayer. Il sito prevede anche la gestione dei clan e l’organizzazione di eventi che coinvolgono i migliori in circolazione. Ovviamente è possibile continuare a giocare come faccio io, come un lupo solitario che si fionda nella prima partita dove ci sono ancora posti disponibili.
Le mappe non sono molte, ma si differenziano parecchio le une dalle altre: dallo scenario urbano si passa a quello in campagna in campo aperto, o ancora all’interno di un tunnel o sui tetti di un quartiere industriale. Nonostante i tipi variegati di mappa, voluti per garantire varietà d’azione, in tutte c’è la possibilità di appostarsi con fucili con ottica di precisione e combattere sulla distanza. Per me non è un problema, ma molti giocatori si lamentano di questo e non di rado si vedono litigi nelle chat.

Un punto a favore delle mappe però è la possibilità di fare gioco di squadra e riuscire a ripulire dai nemici un corridoio piuttosto che una collina lanciando granate e coprendosi a vicenda.
Il menù di configurazione è decisamente semplice, ma essenziale. Personalmente ho trovato il volume dell’audio a un livello insopportabile, specialmente quello della musica, tra l’altro di dubbio gusto.
La risposta dei server, almeno quelli italiani, non è velocissima e spesso e volentieri, per non dire quasi sempre, si soffre il problema del lag nonostante il nostro ping sia molto basso. Molte volte, quando pensiamo di esserci messi al riparo per tempo, in realtà cadiamo morti come se i proiettili attraversassero le pareti. La cosa è fastidiosa, ma ci si fa presto l’abitudine. In ogni caso non si capisce se sia dovuto a un’approssimativa programmazione del netcode o alla lenta risposta delle macchine che ospitano le partite.
Tutto sommato però si lascia giocare e una volta imparato a muoversi per le mappe e a intendersi con i compagni di team, il divertimento è assicurato.
Diciamo la verità: per essere un prodotto gratuito Operation 7 mette molta carne al fuoco. Si arriva a un livello di personalizzazione e di gestione del proprio personaggio che delle volte manca persino in giochi a pagamento e più blasonati. Graficamente, seppur onesto, non stupisce, ma in un prodotto come questo conta forse di più il gameplay e la possibilità di giocare senza rallentamenti. Quest'ultimo forse è il tallone di achille del prodotto, che potrebbe essere migliorato per eliminare quel fastidioso ritardo che si avverte in certe occasioni e che fa arrabbiare non poco. Ma il gioco è comunque ben supportato e ci sono continui aggiornamenti, il che fa ben sperare.
Per il resto sta a noi decidere se investire dei soldi e quindi aggiungere maggiore contenuto al titolo. In ogni caso, il divertimento è assicurato.
80
70
65
65
90
75