Recensione PC
Titolo del gioco:
Volvo - the Game
Anno di uscita:
2009
Genere:
simulazione di guida
Sviluppatore:
Simbin
Produttore:
Simbin
Distributore:
gratuito, scaricabile via web
Multiplayer:
internet
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
CPU: P4 2.4GHz (dual core), RAM: 1GB (2GB), VGA: nvidia 7900 256MB (8800 512MB), SPAZIO SU HD: 1GB
  • visuale cruscotto lato passeggero...scoprirete che è quasi meglio di quella dal volante
  • cruscotto ed elementi interni molto dettagliati...comodità nella guida un po' meno
  • staccata difficile prima di una curva strettissima: il circuito di Goteborg non è da prendere sottogamba
  • sorpasso spettacolare all'esterno...bisognerà riuscire a chiudere la curva però
  • non siamo abbastanza vicini per tentare il sorpasso...frenare troppo oltre non paga
  • chiudo la porta e all'amicone qui dietro non resta altro che frenare e rimandare alla prossima curva
  • il rettilineo, qui si può tirare il fiato e cercare il sorpasso facile
  • la V850 ingame...
  • ...e nella realtà
  • la S60 ingame...
  • ...e nella realtà
Redattore:  Simone Maria '7ornado' Fumagalli                        Pubblicato il:  24/08/2009
I Simbin per farsi perdonare qualche "sbaglio" commesso in passato tornano alla grande con un simulatore monomarca, ma soprattutto gratuito. Sì, avete letto bene... e regala anche tante sorprese!
In occasione dell’arrivo sul mercato della nuova Volvo S60 Concept, i Simbin hanno sviluppato Volvo – the game per celebrare alcuni dei più famosi modelli della nota casa motoristica svedese, che hanno corso in vari campionati di touring car europei.
Il gioco è scaricabile gratuitamente dal sito della Volvo oppure seguendo il link da quello dei Simbin: si tratta di un eseguibile da poco meno di 600MB. Pensatela come volete, sarà anche una spudorata pubblicità o un gioco realizzato su commissione, ma un gioco gratis, di buon livello tra l’altro, non si rifiuta mai. Chissà che magari qualche altro sviluppatore segua questo esempio, a tutto beneficio di noi videogiocatori.

CHE AUTO GUIDI? UNA VOLVO. E TU? UNA VOLVO...
Il titolo è abbastanza esplicito: è chiaro che tutte le vetture disponibili sono delle Volvo, modelli gloriosi più o meno recenti.
Ovviamente abbiamo la S60 concept, versione da strada e da gara, cui il gioco stesso è dedicato. A seguire, tornando indietro nel tempo, abbiamo il modello precedente della S60 (di cui la concept è in sostanza un restyling), la S40, la C30, la 850 e la 240 Turbo.
Ogni auto è ottimamente realizzata a livello grafico e, sempre ricordandovi che questo è un gioco gratuito, vorrei sottolineare che le differenze dalle controparti reali sono davvero minime, come potrete notare confrontando gli screenshots con le foto reali.
Lo stesso discorso vale per gli interni, la cui realizzazione nei giochi di guida non sempre è curata nel dettaglio. Ovviamente si tratta di interni rivisti per la corsa, ma in ogni caso ben caratterizzati e soprattutto che contribuiscono ad aumentare il già notevole livello di realismo del gioco.
Anche a livello di motore ogni auto ha caratteristiche proprie che la distinguono dagli altri modelli, tanto che è possibile distinguerle una dall’altra dal rombo mentre si avvicinano al nostro paraurto posteriore. Per accentuare la cosa si può regolare il livello di udibilità del nostro motore e di quello dei nostri avversari.

IL MESTIERE DEL PILOTA
Non è cosa facile. Specialmente quando dietro il progetto per un gioco di guida simulativo c’è il team svedese. I livelli di difficoltà previsti sono 3: principiante con tutti gli aiuti attivati, semi pro e pro.
Dicendo che al più basso livello di difficoltà si può disporre di tutti gli aiuti non intendo che l’auto è incollata alla strada, che si può entrare in curva a 200 km/h (se le auto ci arrivano ovviamente) o che si guida sui binari; gli aiuti non sono altro che gli strumenti e le tecnologie messe a disposizione dall’auto: ABS, controllo della trazione, partenza assistita, cambio automatico e via dicendo. Insomma, nessuna ripercussione sul modello di guida e sulla fisica passando da un livello all’altro: sarà solo più facile tenere in strada l’auto.

Oltre al livello di difficoltà si può anche gestire il numero e il livello di abilità dei nostri avversari, che potranno essere quindi più o meno aggressivi alla guida e metterci in difficoltà continuando a cercare il sorpasso.

TUTTI IN PISTA
Essendo un gioco gratuito non aspettativi di certo il numero di tracciati del più blasonato GRID o chi per lui. Ci sono solo 2 piste su cui correre: l’Eco Drive Arena di Goteborg in Svezia e il tracciato di Chayaka, vicino Kiev.
2 tracciati sono pochi, è vero, ma sono realizzati in maniera impeccabile. Nessun elemento del circuito è stato trascurato e anche tutte le strutture adiacenti godono di una ricchezza di dettagli che pochi altri titoli sanno offrire. Insomma, ci si sente davvero in pista. Inoltre sono particolarmente stretti in alcuni punti e presentano delle curve difficili, per cui c’è parecchio da imparare e da divertirsi.
Per quanto riguarda le modalità di gioco, anche queste sono 2, molto semplici: la classica gara con una sfilza di avversari e la prova a tempo sul giro.

IL BELLO DELLA MOVIOLA
Il gioco mette a disposizione la possibilità di salvarsi e riguardarsi più volte i replay delle proprie gare. Sembra una cosa scontata, ma in molti titoli questa cosa non è più possibile. Inoltre il tutto è implementato in maniera molto semplice e intuitiva, per cui si ha la possibilità di riguardarsi in tutta calma dove si è sbagliato e perché, oppure per gustarsi da diverse inquadrature un sorpasso spettacolare, riuscito o meno.
Si può salvare il replay al termine della gara (o del giro lanciato, se si è scelta la prova a tempo) e richiamarlo direttamente da un elenco raggiungibile dal menù principale.

ALLA PRIMA CURVA...SEMPRE DRITTO!
Nonostante l’ottimo lavoro fatto dai programmatori, qualche difetto c’è. Appena finito di installare il gioco sono passato nel menù dei comandi per configurare il pad dell’xbox 360. Il pad veniva riconosciuto dal gioco, tanto che c’era già un profilo pronto da utilizzare, ma ho voluto crearne uno nuovo. A parte la difficoltà nell’assegnare le leve analogiche ad acceleratore e freno tutto bene. I problemi però si sono fatti sentire una volta cominciata la gara: non riuscivo a cambiare la visuale ed ero quindi costretto ad utilizzare quella in soggettiva dall’interno dell’abitacolo (impostata di default), che non è proprio il massimo per chi non l’ha mai utilizzata. Dopodichè, finita la gara e volendo andare a modificare la configurazione dei tasti, era come se il gioco non riconoscesse più la pressione delle leve analogiche. Anche passando sulla tastiera, a cui avevo impostato i tasti per cambiare visuale, non c'è stato niente da fare.
Insomma, qualcosa da rivedere c’è, ma è più che comprensibile. Anche un modello fisico per i danni non esiste, quindi ad ogni impatto, sia con altre vetture che con le barriere, l’auto non subirà nemmeno un graffio. Tuttavia le “botte” o le imbarcate che andremo a prendere sono realizzate in maniera impeccabile e raramente resteremo basiti a chiederci del perché di un fuori pista mentre gli avversari sfilano uno dopo l’altro.
Manca anche la possibilità di andare a effettuare le regolazioni sui componenti meccanici della nostra vettura, ma siamo onesti: in poco meno di 600MB sarebbe stato chiedere troppo.
Diciamo la verità: per essere un prodotto gratuito si potrebbe trattare di un capolavoro. Il fattore limitante sono i soli 2 circuiti presenti, perchè comunque a livello di vetture c'è abbastanza scelta. Dal punto di vista grafico e sonoro non ci sono appunti da muovere, e lo stesso vale per quanto riguarda la simulazione.
Insomma, se vi va di provare qualcosa di nuovo, seppur per poco tempo vista la longevità non eterna, perchè non scaricarlo visto che non vi costa nulla?
65
85
80
75
65
75