Recensione PlayStation 3
Titolo del gioco:
Assassin's Creed Revelations
Anno di uscita:
2011
Genere:
Action - Adventure
Sviluppatore:
Ubisoft Montreal
Produttore:
Ubisoft
Distributore:
Ubisoft
Multiplayer:
Si
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Una PlayStation 3 (Slim o Fat), una connessione a banda larga per l'account PlayStation Network e un account Uplay (facoltativo) per sbloccare nuovi contenuti
  • Uno dei numerosi Loghi del gioco
  • Un primo piano del volto di Ezio Auditore. In questa sequenza in CG è stato condannato a morte! Si salverà? Ma che domanda retorica! (eh già, altrimenti il gioco finisce subito... -NdCJ)
  • Una bella immagine dallo scenario in cui si trova Desmond Miles insieme al fantomatico "Soggetto 16"
  • Sullo sfondo la "Biblioteca di Mysief". Cosa celerà al suo interno? Ezio ed i Templari vogliono scoprirlo ad ogni costo!
  • Siamo alle prime battute del gioco. Dovremo trovare uno dei Capi Templari che ci aveva messo a morte!
  • Eccolo di fronte a noi! Ormai ha i secondi contati!
  • La novità di Revelations: l'utilizzo delle "Bombe". Ma sarà cosi vantaggioso?
  • Potremo creare diverse tipologie di Bombe. Sta a noi e alla nostra pazienza provare! (Non è che qualcuna ci scoppia in faccia? -NdCJ)
  • Altra novità è quella della Lama Uncinata. Molto utile per scalare i palazzi più velocemente e appendersi alle funi per arrivare più rapidamente da un punto all'altro della Città!
  • Ci siamo fatti sempre questa domanda? Ma Altair ed Ezio non soffrono di vertigini?
  • Altra situazione dove la Lama Uncinata può aiutare Ezio.
  • Ecco dove il motore grafico fa la sua figura: splendidi panorami poligonali senza che il sistema soffra minimamente!
  • Qui stiamo provando un assassinio sul malcapitato che sta sotto di noi
  • Le fasi di combattimento sono (bene o male)  il marchio di fabbrica della saga. Poco realistici, ma abbastanza coreografici!
  • Abbiamo richiamato degli Assassini in modo che facciano piazza pulita di tutti i nemici che possono intralciarci la strada!
  • Siamo nella sezione Multiplayer. Possiamo assumere le fattezze di diversi personaggi, sia come Preda che come Cacciatore
  • C'è una modalità simile a Ruba Bandiera. Ebbene, questo personaggio sembra stare a buon punto
  • La Schermata di gioco della Modalità Multiplayer. Il nostro Silvano Iorizzo ha redatto un articolo sulla Beta Multiplayer del gioco
  • L'Animus Edition di Assassin's Creed: Revelations è l'Edizione da Collezione più ricca. Ci sarà qualche copia  in giro ancora adesso?
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  24/02/2012
Siamo arrivati al capitolo conclusivo delle avventure di Ezio Auditore e Altair. Le due storie s'intrecceranno arrivando al gran finale che apre la saga ad un nuovo inizio...

Siamo arrivati all'ultimo atto delle vicende di Ezio Auditore e quelle di Altair. In quest'ultimo capitolo i due protagonisti indiscussi s'incroceranno per quello che si preannuncia il gran finale che darà inizio ad un nuovo terzo episodio che Ubisoft ha appena annunciato.

Iniziata nel 2008 con il primo capitolo, la saga di "Assassin's Creed" è sempre stata seguita con molta attenzione da parte dei giocatori non solo per l'ottimo comparto tecnico, ma anche grazie all'evoluzione del
gameplay condita da una trama appassionante che culminava, alla fine di ogni episodio, con un colpo di scena che preparava i giocatori all'episodio successivo.


INSTALLAZIONE E AGGIORNAMENTO
Assassin's Creed Revelations richiede 4GB di dati residenti sull'hard disk della PlayStation 3 per poter funzionare. L'installazione è piuttosto veloce con soli 12 minuti di attesa (chi si ricorda i famosi 30 minuti di Devil May Cry 4?). Ciò permetterà di usufruire di un'ottima gestione dei caricamenti per tutta la durata di quest'ultima fatica di Ubisoft Montreal.
Per quanto riguarda gli aggiornamenti siamo arrivati alla versione 1.03 (50MB) che subentra alla 1.02 (48MB) in preparazione, con ogni probabilità, per il prossimo e terzo DLC (contenuto scaricabile dal web) che è stato appena annunciato (vedere scheda sotto).
Ricordiamo che il gioco usufruisce dell'opzione del 3D Stereoscopico per i televisori e monitor che lo supportano. Non dimenticate di indossare gli occhialini!
I DLC DISPONIBILI FINO ADESSO

Ubisoft ha pubblicato il 14 dicembre il primo DLC, parliamo dell'Ancestors Character Pack. Questo primo contenuto è dedicato al multiplayer ed aggiunge quattro nuovi personaggi: il Privateer, il Corsaro, il Brigante e il Gladiatore. Il costo è di € 3.99.

Arriviamo al secondo contenuto scaricabile, il quale è stato pubblicato il 24 gennaio: il Mediterran Traveller Pack. Anch'esso dedicato alla modalità multigiocatore, aggiunge 3 nuove mappe (Gerusalemme, Imperial e Dyers) e 3 mappe classiche (Firenze, San Donato e Siena). Il costo è di € 9.99

Arriviamo al piatto forte con l'ultimo DLC, da poco annunciato e che sarà disponibile dal 28 febbraio, dedicato espressamente al single player. Stiamo parlando di The Lost Archive il quale amplierà la storia e farà luce sul famoso “Soggetto 16” che Desmond ha già incontrato ed è presente sull'isola dov'è tutt'ora intrappolato. Il DLC si soffermerà sulle missioni “elettroniche” di Desmond all'interno dell'isola. Inoltre sbloccherà 10 nuovi trofei. Il costo sarà di € 14.99

A completare l'opera, il 30 marzo uscirà l'Ottoman Edition che conterrà tutti i DLC e le espansioni usciti fino ad ora (della serie: come erano belli i tempi in cui andavi in negozio, compravi un gioco e non ti chiedevano altri soldi ancora... -NdCJ).

UN EZIO AUDITORE AVANTI CON GLI ANNI
Dopo la conclusione dei fatti di Brotherood, vedremo la mente di Desmond (che si trova in uno stato di salute non propriamente buono) bloccata all'interno dell'"Animus" in un luogo dall'apparenza di un'isola. Qui potrà accedere non solo ai ricordi di Ezio e di Altair, ma anche ai propri, situati all'interno di costruzioni che sembrano arrivare fino al cielo.
Dall'altra parte avremo un Ezio Auditore, ormai più che cinquantenne, che è partito da Roma per ripercorrere le gesta di Altair alla ricerca della famosa Biblioteca di Mysief. Ezio crede che al suo interno si celino le risposte che sta cercando. Serviranno cinque chiavi per poter entrare. I Templari, gli odiati nemici del Clan degli Assassini, non daranno pace ad Ezio e ad Altair.
Ezio inizierà il suo percorso arrivando nella città di Costantinopoli (l'attuale Istanbul).

Abbiamo appena accennato ad una trama che non vi vogliamo minimamente svelare per non rovinarvi le sorprese ed i colpi di scena che potrete ammirare durante lo svolgersi degli eventi. Vi possiamo anticipare che alla fine potrebbe scendere qualche lacrima alle persone più sensibili (addirittura! ma non saranno forse troppo sensibili? -NdCJ)

L'INCROCIO DI DUE DESTINI
Per chi non conosce la saga o per chi non è avvezzo a questo genere, gli sviluppatori di Ubisoft Montreal ha preparato un tutorial molto ben congegnato che permetterà a tutti di seguire al massimo le gesta di Ezio e di Altair durante il gioco.
Avremo ben due di essi accessibili: uno rappresenta il primo ricordo di Desmond che vede Ezio Auditore in fuga dalla città di Mysief. Ci muoveremo sulle tracce di Altair nel luogo dell'episodio iniziale della saga. Qui, tra arrampicate, uccisioni letali ed altro, impareremo i primi rudimenti sui comandi del personaggio fino alla conclusione della missione.
L'altro tutorial è accessibile in qualsiasi momento premendo "Select" durante i caricamenti o accedendo alle svariate opzioni premendo il tasto "Start", da dove potremo leggere anche il manuale del gioco in tutti i suoi particolari. Tale tutorial è completissimo, una volta superato uno ne arriverà subito un altro riguardante varie meccaniche di gioco, di combattimento e una novità rispetto all'episodio precedente: l'utilizzo delle "bombe". Tali gingilli sono la vera novità di Revelations: ci sarà la possibilità di crearne di diverse tipi in base agli ingredienti che troveremo nei negozi e sui corpi dei nemici uccisi.

Una volta entrati a Costantinopoli inizierà il gioco vero e proprio con l'accesso all'immensa mappa della città che verrà aggiornata ogni volta che saliremo in uno dei numerosi Punti di Osservazione.
Ricordiamo che per ogni Ricordo/Missione attivato ci sarà un obiettivo specifico che permetterà una sincronizzazione totale. Se non saremo riusciti nell'intento potremo riprovare ripercorrendo quel ricordo. È anche un modo per potersi rinfrescare la memoria con la trama se non ci ricordiamo alcuni punti percorsi.

Non ci sarà solo Costantinopoli da esplorare, ma altri siti che non vi riveliamo. Più avanti nel gioco prenderemo i panni dello scattante Altair atto a risolvere alcuni situazioni importanti per il suo destino. Infatti alla fine le avventure di Ezio e di Altair termineranno per dare spazio ad un nuovo capitolo che si lascerà tutto alle spalle ed aprirà a qualcosa di nuovo.

IN GIRO PER COSTANTINOPOLI E OLTRE...
Ora possiamo addentrarci nei meccanismi di gioco, ormai ben oliati anche se alcuni difetti non mancano (chi ha detto la telecamera?!).
All'interno della città di Costantinopoli potremo divertirci ad andare in giro sfruttando l'immensa mappa della città avente diverse locazioni e molte cose da fare. In primis andando sul “punto esclamativo” avremo modo di progredire nel gioco. Altrimenti potremo andare in giro verso i "Punti di Osservazione"” descritti in precedenza, restaurare "Banche", "Sartorie", "Librerie", "Fabbri" e altro. Ciò ci permette non solo di riscuotere denaro contante, ma anche di aggiornare il guardaroba, scoprire luoghi e tesori nascosti nella mappa e comprare nuove armi e armature.
IL MULTIPLAYER

Per quanto riguarda la sezione multiplayer, si tratta di della versione riveduta e corretta di quella vista in Brotherood con la possibilità di crescere in maniera simile ad un gioco di ruolo. Possiamo impersonare diversi personaggi e testare le nostre abilità sia come Preda che come Cacciatore.

Per saperne di più vi rimandiamo alla prova della Beta Multiplayer realizzata dal nostro Silvano Iorizzo.

Il "Medico" provvederà a guarirci; da lui potremo comprare pozioni atte a ristabilire la salute in momenti difficili legati, nella maggior parte dei casi, ai combattimenti o alle cadute accidentali.
Non è finita qui, infatti potremo divertirci rubando alla povera gente o addirittura regalando soldi ai passanti o alle donne che chiedono con insistenza denaro.
La reazione della gente, in base alle nostre acrobazie, alle nostre gesta o alle morti durante i gli scontri con i Templari e altri nemici, è davvero realistica nonché divertente: sentire i commenti sui nostri salti e cadute dai palazzi dà la sensazione di trovarsi in un luogo animato e pulsante di vita.
Ci sono altre attività interessanti come l'assalto ai Covi dei Templari e l'uccisione del loro capo. Potremo assoldare "Mercenari", "Ladri", "Assassini" e "Athingani" per proteggerci durante il nostro peregrinare per la città.
Se faremo “troppo rumore” c'è il rischio che i Templari attacchino uno dei nostri Covi. Allora Ezio dovrà proteggerli in un sottogioco simile ad un “Tower Defense” dove combatteremo l'assalto dei Templari costruendo "Barricate" e assoldando "Assassini", "Balestrieri" e altre unità per fermare l'avanzata. Questa fase non è delle più semplici: gestire le diverse unità (legate dal morale) è un po' confusionario e scomodo, creando un forte rischio di perdere il covo. Dobbiamo ammettere che lo sforzo creato dagli sviluppatori per diversificare l'avventura è notevole, ma questo sottogioco poteva essere fatto meglio. Al massimo si riattaccherà il capo e il Covo appena perso tornerà nelle nostre mani.
Più avanti potremo richiamare gli "Assassini" (premendo L2) per venirci in aiuto durante alcune fasi concitate dove rischiamo di essere in difficoltà. Inoltre alcuni Assassini potranno essere impiegati in alcune Missioni nel Mediterraneo per bloccare l'avanzata dei Templari.
Entrando nel Covo degli Assassini (o anche dei Ladri ad esempio) potremo avere sottomano la situazione del Clan, delle missioni e quant'altro servirà per il bene della causa.

Insomma c'è ben poco di cui annoiarsi, e poi tale gestione "Open-World" dà una dimensione di libertà abbastanza marcata: infatti possiamo divertirci a corrompere i "Banditori" o ad ucciderli a distanza per vedere la reazione della gente (cfr. E. Jannacci, Vengo anch'io! No, tu no!: "e vedere di nascosto l'effetto che fa" -NdCJ).
Per giungere in luoghi lontani più velocemente esistono delle "Gallerie" sparse per le città che collegano diversi punti anche distanti tra loro. L'unica attesa è quella del caricamento.

IL COMBATTIMENTO E LE BOMBE
Le fasi di combattimento sono stati sempre croce e delizia di questa saga. Ed anche questo capitolo non fa eccezione: alcune migliorie ci sono, ma anche se avremo diversi avversari intorno ne combatteremo sempre uno alla volta. Abbiamo a disposizione varie tecniche come schivare gli attacchi, eseguire contrattacchi mortali, attacchi consecutivi, ma il risultato è quello di vedere Ezio Auditore o Altair come dei marziani che falcidiano chiunque gli capiti a tiro.
C'è il rischio di rimanere uccisi, ma se abbiamo un minimo di dimestichezza questo rappresenta una possibilità abbastanza remota.
L'utilizzo delle "Bombe" può essere davvero interessante, ma nel nostro peregrinare non le abbiamo praticamente mai utilizzate. L'idea è buona, ma non ben amalgamata nel gioco. Pensare di creare Bombe in base ai diversi ingredienti non sembra essere divertente perché tropo slegata dal contesto. Siamo sicuri che, invece, ad alcuni (forse i più pazienti) la cosa sarà gradita, ma alla maggior parte dei giocatori crediamo di no.

NEI MEANDRI DEI RICORDI DI DESMOND MILES
Avrete notato che in giro per Costantinopoli e nelle altre città sono disseminati dei “Frammenti dell'Animus”. Nell'Isola dove trova Desmond Miles, intrappolato nei suoi ricordi, si trovano delle specie di Torri che sembrano arrivare fino al cielo. Ogni Torre richiede un preciso numero di Frammenti per potervi accedere.
Entrando in una di queste costruzioni, si passerà in maniera virtuale ai ricordi di Desmond che iniziano fin dalla sua infanzia. Si tratta di un luogo "elettronico" dove per poter proseguire bisognerà seguire un percorso attraverso blocchi fissi e mobili. Per superare alcuni punti è necessario creare blocchi personalmente. Questi possono essere posizionati sopra, sotto e davanti a noi.
Dobbiamo dirvi che la sezione non è divertentissima, ma discretamente originale. Fortunatamente alla fine non solo si potranno sbloccare non solo alcune opzioni per il Multiplayer (vedere sezione apposita), ma sapremo di più sulla vita di Desmond.

TECNICA E CONSIDERAZIONI FINALI
Per quanto riguarda il comparto tecnico, non possiamo che tessere le lodi dell'ottimo lavoro svolto da Ubisoft Montreal, in collaborazione con altri quattro studi di sviluppo, per aver creato davvero un gran bel titolo che sicuramente saprà divertire e tenere sulle spine tantissimi appassionati di belle storie e amanti dei videogiochi.
L'Ammiraglia Sony fa davvero una gran bella figura con scenari vastissimi ed un'alternanza giorno/notte davvero meritevole d'attenzione con splendidi tramonti e nebbie mattutine. Le finestre illuminate di notte non fanno altro che aggiungere spessore a una già grande atmosfera. La mole poligonale impressionante e le tantissime persone che vanno in giro per la città non sembrano intaccare minimamente il sistema che regge il tutto in grande scioltezza.
Siamo anni luce avanti rispetto al primo tentennante episodio dove il framerate era davvero altalenante, facendo una brutta figura rispetto alla versione XBOX 360 che la superava in tutto e per tutto!
Già da Assassin's Creed 2 le cose erano cambiate ed ora possiamo tranquillamente affermare che la versione PS3 rivaleggia ad armi pari con la console Microsoft.

Un gran finale degno della saga, che aprirà nuovi scenari e nuovi personaggi con il Terzo Capitolo da poco annunciato ufficialmente da Ubisoft, il quale ha già una data d'uscita: il 30 ottobre 2012.
Non è semplice giudicare un gioco monumentale, di grande impatto grafico ed emotivo come Assassin's Creed: Revelations. L'opera di Ubisoft è maestosa, di grande qualità tecnica e dalla realizzazione molto meticolosa.
Alcune cose non girano come dovrebbero: stiamo parlando della telecamera che rischia di farci volare più volte nel vuoto, del sottogioco per proteggere i Covi conquistati o delle missioni degli Assassini nel Mediterraneo che rischiano di diventare tediose.
Per il resto siamo di fronte ad uno di quei (pochi) videogiochi che meritano di essere giocati e vissuti dall'inizio alla fine.
Se vi siete persi gli episodi precedenti vi consigliamo caldamente di giocarli prima per poi completare l'opera con questa magnifica conclusione che apre un nuovo inizio con "Assassin's Creed 3" annunciato ufficialmente.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE