Recensione PC
Titolo del gioco:
Top Spin 2
Anno di uscita:
2006
Genere:
Simulazione tennistica
Sviluppatore:
Aspyr
Produttore:
Aspyr
Distributore:
2K Sports
Multiplayer:
Si
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Processore 2 Ghz, 512 MB di ram di sistema, una scheda video con 128 MB a bordo, 4,5 GB di spazio libero su disco, un lettore DVD a 4x.
  • Il bel men¨ principale di Top Spin 2...
  • Lo spaccamuro Ŕ uno dei tre giochi di gruppo disponibili...
  • Le capigliature disponibili per personalizzare il nostro tennista sono molteplici...l'editor Ŕ ottimo!
  • Federer Ŕ impegnato in una battuta...sarÓá ace?
  • Moya Ŕ sicuramente il favorito...
  • Spalti deserti?Non vi preoccupate...Ŕ una amichevole a porte chiuse!
  • Due donne a confronto...da notare l'ottimo dettaglio! (ehm, si..stavo proprio notando QUELLO...NdBoZ)
  • 74 miglia orarie...
  • Federer non sembra molto convinto del suo operato...
  • La palla di Roddick Ŕ molto tagliata...sarÓá dura raggiungerla!
Redattore:  Marco 'Il Mark' Tiezzi                        Pubblicato il:  25/01/2007
E' finalmente uscito nella versione pc l'attesissimo simulatore tennistico della Aspyr... andiamo a scoprire se i nostri eroi hanno fatto "ace" anche questa volta!
Tanta acqua Ŕ passata sotto i ponti dal mitico Pong, uscito nel lontano 1972, nel quale due barrette bianche si muovevano qua e la: la pallina veniva servita dal centro del campo del giocatore 1 verso il campo del giocatore 2 che doveva muoversi per controbattere la mossa dell'avversario. Oggi il campo da tennis sembra quasi vero e le due barrette bianche che si muovevano a destra e a sinistra sono diventate la riproduzione realistica dei pi¨ famosi tennisti del mondo, capaci di esternare le proprie emozioni e di lanciare la racchetta a terra in caso di errore. L'emozione che Pong poteva darci, non Ŕ paragonabile a quella degli odierni simulatori. Ora non ci si stupisce pi¨ per nulla e non si Ŕ pi¨ capaci di sognare come allora, perchŔ tutto sembra facile e scontato.Negli ultimi anni la battaglia tennistica sugli schermi dei nostri Pc si Ŕ stabilmente combattuta fra due titoli particolarmente blasonati: Top Spin e Virtua Tennis. Il primo Ŕ famoso per il suo ottimo comparto simulativo, il secondo per la sua spiccata giocabilitÓ e immediatezza.La Aspyr ha realizzato anche il seguito dell'ottimo Top Spin, rilasciando dapprima, come ormai Ŕ consuetudine, la versione per console di nuova generazione e solo nell'ultimissimo periodo il porting per pc. Diciamolo subito, quest'ultimo Ŕ perfettamente riuscito, mantenendo intatte le caratteristiche della versione console.

Analizziamo allora Top Spin 2 in tutte le sue parti principali, partendo dalle varie modalitÓ di gioco disponibili: la carriera, l'esibizione e i giochi di gruppo.

La prima modalitÓ Ŕ ormai ampiamente conosciuta da tutti i videogiocatori: sarÓ richiesta la creazione del nostro "alter ego", che potremo personalizzare a nostro piacimento, dalla grandezza della bocca e degli occhi fino alla stazza fisica e alla grandezza delle orecchie, ottenendo con un po' di pazienza degli ottimi risultati.
La carriera si articolerÓ a sua volta in tre eventi principali: i tornei, che ci consentiranno di scalare la classifica mondiale e aggiungere soldi e esperienza fondamentali per la crescita del nostro personaggio, l'allenamento, indispensabile anch esso per aggiungere "stelline" alle nostre abilitÓ principali, dandoci la possibilitÓ di migliorare nelle varie "mosse" disponibili e gli eventi speciali, che vanno dalle sfide con le nazionali alle partite di beneficenza. Tutti questi appuntamenti saranno gestiti attraverso un calendario settimanale da noi oppotunamente compilato, gestendo le energie e le risorse del nostro tennista.
Nel corso della carriera sarÓ possibile acquistare nuovi capi d'abbigliamento attraverso il nostro sponsor, e nuovissime racchette tecnologicamente avanzate.
In sostanza non vi Ŕ nulla di nuovo e di innovativo in questa modalitÓ, e non sarÓ difficile cadere nel vortice della noia e della ripetitivitÓ, soprattutto se non siamo degli appassionati di questo sport. Dal punto di vista della longevitÓ sono stati fatti discreti passi avanti nel campo delle simulazioni tennistiche, ma ancora qualche sforzo deve essere fatto.

In Top Spin 2 potremo, ovviamente, sfidare il computer o i nostri amici in esibizioni singole o in doppio, o divertirci in giochi di gruppo (bomba a tempo, spacca muro e vernice) che metteranno a dura prova le nostre abilitÓ e ci daranno la possiblitÓ di divertirci in compagnia.
Soprattutto quest'ultima modalitÓ aggiunge un po' di longevitÓ e di originalitÓ al titolo, con varianti tennistiche particolari.
Sceglieremo il nostro campione tra una, per la veritÓ, non vastissima serie di tennisti da Federer a Moya per quanto riguarda la categoria maschile e dalla Sharapova a Amalie Mauresmo per quella femminile.

Tecnicamente il nuovo titolo della Aspyr si attesta su buoni livelli, risultando molto bello da vedere soprattutto se si ha la fortuna di possedere un pc di nuova generazione. I giocatori sono realizzati egregiamente, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista delle animazioni, che muovono i grandi campioni del tennis odierno in maniera davvero realistica. Durante la partita avremo l'impressione di faticare insieme al nostro tennista preferito, grazie anche alle goccie di sudore che spesso vedremo rigare la fronte di Federer e compagni.
Le "mosse" presenti durante le partite saranno molteplici, tutte realizzate in maniera convincente, dandoci la possibilitÓ di beffare il nostro avversario con smorzate a rete o con potenti smash. Ci Ŕ data anche la facoltÓ di forzare i colpi, a nostro rischio e pericolo, ottenendo buoni risultati dopo un po' di complicata pratica, per abituarci a prendere le misure e a non spedire matematicamente la pallina gialla fuori dal rettangolo di gioco.
Alla realizzazione di ogni punto ci sarÓ consentito esultare oppure sbeffeggiare l'avversario, o addirittura disperarci e sbraitare per un errore, caratteristica interessante all'inizio, ma alla lunga saremo portati a utilizzare questo passaggio solamente per i punti davvero decisivi.

La giocabilitÓ riesce a coinvolgere anche i meno esperti, non rendendo difficile l'approccio anche con i campi da gioco pi¨ veloci e complessi, come possono essere quelli in erba sintetica. La varietÓ dei palazzetti e dei campi presenti colpisce particolarmente, dato che potremo cimentarci addirittura su campetti di periferia, circondati dal deserto o dal paesaggio circostante, senza nessun spettatore che faccia il tifo per noi.
Fin dalle prime battute si pu˛ notare, per˛, un difetto giÓ presente nel primo Top Spin, in parte corretto con questa versione, ma non ancora eliminato: sarÓ un po' troppo difficile chiudere i colpi e spiazzare l'avversario, a meno che non decidiamo di forzare spessissimo le nostre traiettorie. Forse i programmatori avrebbero potuto implementare qualche movimento o "mossa" personalizzata, differenziando maggiormente i vari tennisti e dando quel senso di brivido in pi¨ durante le azioni di gioco. E' questo uno dei pochi "bachi" riscontrati in questo piccolo gioiello di arte videoludica.
Il sonoro rimane su livelli sufficienti, e non lascia niente di particolare da segnalare.

Per concludere, proviamo a fare il punto della situazione analizzando schematicamente i PRO e i CONTRO di Top Spin 2:

PRO:
- Buona realizzazione grafica.
- Realismo della maggior parte delle fasi di gioco.
- ModalitÓ carriera ben realizzata.
- Buon multiplayer

CONTRO:
- ModalitÓ carriera ben realizzata si, ma ripetitiva dopo un certo numero di ore.
- Poca fantasia nelle "mosse" disponibili.
Possiamo affermare che Top Spin 2 Ŕ senza dubbio la migliore simulazione tennistica presente sul mercato, in grado di regalare scorci di partita davvero convincenti e del tutto simili a un incontro reale visto in televisione.
Non possiamo per˛ nascondere che i videogiochi di questo genere hanno bisogno di una vera e propria ventata di aria fresca, che riesca ad appassionare anche coloro che non sono vicini al tennis, magari cercando di diminuire la ripetitivitÓ e aggiungendo pi¨ varietÓ nelle azioni e nei movimenti disponibili.
78
80
75
75
70
74