Recensione PC
Titolo del gioco:
Space Rangers 2 - Rise of the Dominators
Anno di uscita:
2006
Genere:
Misto Strategico-Testuale -RTS
Sviluppatore:
Elemental Games
Produttore:
Cinemaware Marquee
Distributore:
Red Ant Enterprises, Trymedia
Multiplayer:
no
Localizzazione:
No
Sito web:
http://www.spacerangers2.com
Requisiti minimi:
Windows (all), Processore Pentium2-450 MHz, RAM 128 Mb, Hard Disk Space 800 Mb, Video Card 800600, High Color (16 bit), DVD-ROM, Mouse + Keyboard, ESRB: Teen, PEGI: 12+.
  • Eccoci alla resa dei conti contro uno dei Dominators !
  • Lunga e ardua la via per un onesto mercante che vuole arrivare in vetta alle classifiche...
  • L'esplorazione della galassia vi impegnerà anche economicamente: le mappe dei settori, infatti, potrete averle solo pagando !
  • Il pannello delle opzioni: decine di settaggi per tutti i gusti, fatevi sotto !
  • La "Hall of Fame" in tutto il suo splendore ! ...peccato che sono decisamente ultimo...
  • La schermata di creazione del personaggio, dove potrete scegliere la classe, assegnare le skill e decidere il livello di difficoltà
  • E' ufficiale: siamo arruolati come Space Rangers.  Adesso ci toccherà ripulire la galassia dai cattivissimi Dominators !
Redattore:  Gianni 'Norris The Nerd' Stefanelli                        Pubblicato il:  04/07/2008
Un campionario di piccoli mondi dinamici in attesa di essere esplorati da un eroe (voi) equipaggiato con una nave, senso per gli affari e una buona dose di umorismo!
Approdato sul mio pc quasi in sordina con formato demo, SR2 si è rivelato nella versione completa uno di quei prodotti videoludici che difficilmente finiscono nel dimenticatoio dopo le prime ore di gioco.
Fondendo uno strategico spaziale 2D a turni, uno strategico 3D in tempo reale, alcune sessioni di sparatutto 2D e un impegnativo sottogioco testuale, quest'opera si presenta in tutta la sua brillante complessità, arricchita da un geniale senso dell'umorismo e da un comparto musicale eccellente che ne esalta le qualità videoludiche.

-The Story so far...-

La trama di Space Rangers 2 - Dominators ricalca uno dei canovacci classici della fantascienza: l'universo in pericolo minacciato da oscuri, potenti e tecnologicamente evoluti alieni, che guarda caso hanno deciso di eliminare ogni forma di vita senziente.
Manco a dirlo, voi rientrate proprio tra le succitate forme di vita da eliminare; sarà quindi vostro compito, dopo esservi arruolati tra i "Ranger dello spazio", contrastare i Dominators e salvare la galassia (e la Coalizione dei pianeti), possibilmente spuntando qualche vantaggioso affare strada facendo...

-A star is born !-

Dopo la divertentissima introduzione vi troverete pronti per la creazione del vostro alter-ego spaziale. Il gioco vi permette di scegliere tra una delle cinque razze disponibli nella Coalizione:
-Umani, carismatici e bilanciati nei rapporti con le altre razze, ottimi mercanti.
-Maloq, una razza brutale dalle tradizioni spiccatamente militari, spietati guerreri.
-Pelenghi, dei tipi codardi, prevalentemente dediti alla pirateria e al furto.
-Faeyan, il cervello della Coalizione, una razza dedita alla ricerca scientifica.
-Gaaliani, esperti nella scienza biomedica e evoluti sul fronte tecnologico.

La scelta, ben lungi dall'esser casuale, dovrà tenere da conto il vostro personale stile di gioco: se avete intenzione di girovagare per la galassia in cerca di buoni affari, un mercante umano farà al caso vostro...sempre che i "buoni affari" per voi non siano invece costituiti dal commercio illegale di droghe, fatto questo che potrebbe suggerire la scelta di un Pelenghi come razza madre.
D'altronde per i più bellicosi un Maloq combattente o mercenario (o pirata) saranno maggiormente indicati...
La razza che andrete a selezionare influenzerà, almeno inizialmente, i rapporti con i vostri vicini della Coalizione, portandovi inevitabilmente a scontri o a mancati affari nel caso suddetti rapporti dovessero peggiorare drasticamente.

Sempre durante la fase di creazione del personaggio potrete selezionare delle "Skills". Queste abilità speciali in totale sono sei e a loro volta si possono raggruppare in tre distinte categorie:
-Le abilità di combattimento, che aumentano le capacità offensive e difensive della vostra nave.
-Le abilità di commercio, che influenzano il prezzo di rivendita degli oggetti e la percentuale di degrado dei componenti utilizzati sulla nave.
-Le abilità legate al carisma, che tendono a far lievitare i compensi ricevuti per le missioni, migliorano i rapporti con le altre razze e consentono di assumere mercenari sotto il vostro comando.

Dulcis in fundo: il livello di difficoltà. Questa caratteristica di Space Rangers 2 - Dominators non si limita semplicemente a darvi una gestione globale dei setting sulla difficoltà, ma consente di personalizzare ogni aspetto del gioco, dalle battaglie spaziali fino alle missioni di combattimento terrestri in 3D, impostando per ogni sfaccettatura del gioco un differente livello di sfida.

-How long do you live ?-

Per valutare la godibilità di SR2 è necessario valutare anche l'aspetto inerente alla longevità globale delle singole partite.
Se da un lato infatti vi ritroverete inizialmente a bordo di una piccola nave con l'intero universo da esplorare senza limiti apparenti, dall'altro il fattore tempo sarà determinante per quanto riguarda le vostre chance di sopravvivenza e di vittoria finale contro i Dominators.

Il gioco si svolge in diferse fasi. Nella fase principale sarete al comando della vostra nave spaziale in un universo 2D, potrete visitare pianeti e stazioni spaziali, combattere contro i nemici e dedicarvi all'esplorazione del mondo dinamico di SR2.
Le fasi secondarie del gioco, acquisite come missioni singole svolte per le varie razze, prevedono avventure testuali sullo stile "libro-game", combattimenti strategici in tempo reale sulla scia di Command&Conquer ma utilizzando dei Mech come unità principali e piccole sessioni shoot-em-up: quest'ultimo tipo di sottogioco sarà accessibile esplorando Buchi Neri sparsi a caso per la galassia.

Ogni turno di gioco nell'universo di Space Rangers 2 equivale ad un giorno (dove il calendario è suddiviso in mesi e anni) e per attraversare un sistema solare o portare a termine una missione di trasporto "standard" impiegherete come minimo una o due settimane circa.
Il passaggio del tempo quindi è scandito in modo preciso e costituirà il vostro "livello di allerta" specie nelle fasi avanzate del gioco, visto che con il passare dei mesi (2-3 giorni di gioco reale) il livello di difficoltà si innalza progressivamente.
I Crediti, fonte portante dell'economia nella Coalizione, non saranno facili da ottenere, almeno inizialmente e al livello di difficoltà Normale; questa cosa non è proprio positiva visto che la vostra nave avrà bisogno di continue riparazioni, spese di aggiornamento dei componenti interni, rifornimenti di carburante per il balzo iperspaziale (il costo della benzina, si sa, è sempre alle stelle!), etc...
Il tutto senza contare che se siete dei Commercianti dovrete investire somme non proprio leggere per acquistare beni da rivendere a, si spera, cifre più elevate.

Il quadro della situazione appare quindi chiaro: la vostra missione - sconfiggere i Dominators prima che abbiano il sopravvento sulla galassia - è una corsa frenetica contro il tempo, nella quale dovrete pianificare attentamente ogni mossa e che non vi permetterà di rilassarvi e prendervela comoda nemmeno a livello di difficoltà Facile.
Ogni 1-2 anni circa i Dominators invaderanno dai cinque ai sette sistemi planetari su un totale di circa 70-80 sistemi, stroncando le possibilità commerciali nelle zone invase e costringendovi a utilizzare rotte di salto iperspaziale sempre più lunghe.
Questo comporta, ovviamente, non solo una perdita economica ma anche l'impossibilità (a causa dei pochi crediti disponibili) di "tenere il passo" con gli aggiornamenti tecnologici, tratto fondamentale per riuscire a sconfiggere le navi nemiche o incrementare il vostro giro d'affari.
Sia chiaro: il gioco prevede anche la possibilità di riprendersi un Sistema conquistato dai Dominators, va detto però che per portare a termine una Liberazione occorre distruggere tutte le forze nemiche presenti nel Sistema, cosa praticamente impossibile se non avete i crediti per finanziare una missione militare (costosissima!) o per acquistare nuove armi, scudi, navi, etc...

Ovviamente a questo punto potreste voler ripiegare su missioni secondarie che non prendano troppo tempo, quali l'esplorazione dei Buchi Neri (dove troverete lo shoot-em-up che vi permetterà di guadagnare qualche arma e alcuni minerali), le Missioni Testuali (spesso lunghissime e a volte frustranti a causa dell'alta percentuale di "trial and error" presente) oppure quelle di conquista planetaria (RTS in tempo reale, che vi frutterà alcuni crediti e punti esperienza).
E' da considerare tuttavia che queste missioni, pur essendo divertenti le prime volte, tenderanno a diventare una specie di tormentone e con il passare del tempo vorrete evitarle a tutti i costi.
(Nota: le sezioni in questione possono essere disabilitate da menu, quindi se il giocatore non volesse doversi barcamenare con - per dire - le sezioni RTS, è possibile evitarle senza perdere il divertimento del resto del gioco. NdFallingwater)
Valutando quindi il fattore tempo come primario, una partita può dirsi "conclusa in modo negativo" se entro 5-6 anni non sarete riusciti a riconquistare almeno l'80% della galassia e ad avere una scorta di crediti tale da permettervi le ultime migliorie tecnologiche, disponibili solo nelle fasi avanzate del gioco.
I Dominators infatti aumenteranno la loro attività e l'efficacia delle armi in modo esponenziale, divorando settore dopo settore e costringendovi infine alla resa.

-Bad vs. Good-

Ogni gioco presenta aspetti positivi e negativi e Space Rangers 2 - Dominators non fa eccezione:

L'interfaccia utente, comoda e graficamente piacevole, rende le partite fluide e la gestione dell'inventario, del commercio e dei dialoghi molto semplice.
Di contro però spicca la mancanza di un'opzione per il puntamento automatico dei missili da distruggere durante le battaglie, fattore questo che vi porterà a dover cliccare ossessivamente su ogni piccolo (letteralmente!) oggetto sullo schermo in modo ripetivo e un pò frustrante.
Le avventure testuali danno indubbiamente spessore e carattere al gioco, ma sono anche poco curate nella traduzione dal russo all'inglese, costringendovi ad "indovinare" alcuni passaggi; ciò causa, in certi casi, l'impossibilità di portare a termine il sottogioco.
Inoltre, benchè fruttino molta esperienza e altrettanti crediti, tendono inevitabilmente al modello "trial & error", obbligandovi a ripetere più volte le stesse sequenze, cosa che non vi farà perdere tempo di gioco ma richiederà un intenso dispendio di tempo reale.
Anche il livello di difficoltà personalizzabile presenta vistose pecche: scegliere la modalità facile renderà sicuramente il gioco più semplice all'inizio, ma con il passare dei turni questa facilitazione andrà a scomparire del tutto non appena i Dominators inzieranno a conquistare sistemi su sistemi.
Le navi nemiche diventeranno via via più aggressive, e le missioni testuali e quelle RTS andranno a costituire uno "zoccolo duro" difficilmente superabile per chi vuole da questo gioco un semplice passatempo piacevole e poco impegnativo.

Altro aspetto non proprio facile da digerire è la sistematica distruzione, da parte delle navi di passaggio, del carico che fluttua nello spazio dopo che un'astronave è stata distrutta o ha deciso di "alleggerirsi" per sfuggire ad un inseguimento.
Sprecare 4-5 turni per viaggare da una parte all'altra del Sistema per vedersi distruggere il prezioso carico sotto gli occhi (senza poter far nulla per impedirlo!) è una sensazione frustrante che porta spesso a colpire "preventivamente" le navi nei paraggi, così da garantirsi terreno sgombro per il recupero della mercanzia.

-Technical Stuff-

Passando all'aspetto puramente tecnico risultano di piacevolissimo ascolto le musiche, che danno un tocco personale alle razze e arricchiscono notevolmente l'intera atmosfera di gioco, mentre la grafica, in tono con l'ambiente fantascientifico-umoristico di SR2, contribuisce a creare quella sensazione di "irrinunciabile" che permea il gameplay nel suo complesso.
Sul fronte della manualistica risulta funzionale la presenza di un piccolo "Manuale del bravo Ranger", dove con testo e illustrazioni si spiega con chiarezza al giocatore quali siano le funzioni del gioco, includendo al tempo stesso alcune interessanti note di background circa le razze, la storia e l'universo di Space Rangers 2 - Dominators.
Da notare inoltre l'ottimo supporto sulla homepage, con musiche, video e wallpapers interamente scaricabili ad alta qualità.
Space Rangers 2 - Dominators mi ha ricordato le tante ore passate a giocare con Master Of Orion 2 e Star Control 2, due capolavori indiscussi del genere che hanno fatto scuola.
Pur non perfettamente bilanciato nel livello di difficoltà e sofferente per un comparto dei sottogiochi a volte frustrante e certamente migliorabile, Space Rangers 2 - Dominators presenta a tutti gli effetti quelli che sono i tratti tipici dei capolavori videoludici: buona longevità, sezione audio eccellente, una grafica piacevole e un gameplay intrigante e assuefacente.
Acquisto consigliato, anzi consigliatissimo per gli amanti del genere e soprattutto per chi cerca un gioco che sa osare in modo brillante per catturare l'attenzione del pubblico ;)
75
70
80
70
75
75