Recensione PlayStation 3
Titolo del gioco:
WRC 4: FIA World Rally Championship
Anno di uscita:
2013
Genere:
Simulazione di Rally
Sviluppatore:
Milestone
Produttore:
BigBen Interactive
Distributore:
BlackBean
Multiplayer:
Online fino a 16 Giocatori - Modalità Hot Seat in Locale fino a 4 Giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console PlayStation 3 (Fat, Slim o SuperSlim), una connessione a banda larga e un Account PlayStation Network (PSN) per la modalità Multigiocatore Online
  • Il logo del gioco
  • Tanta polvere sollevata!
  • Stiamo andando sotto un grande ponte...
  • Brividi, neve e asfalto scivoloso nel Rally di Svezia!
  • Stiamo affrontando una curva non complicata. Diamo gas!
  • Ecco cos'è possibile fare con la Modalità Foto! Sorridete Pleease...
  • Sullo sfondo un fiume con alcune barche
  • Spesso attraverseremo dei centri abitati. Occhio alle curve strette!
  • Una panoramica su una delle località che avremo il piacere di attraversare. Attenti al tornante!!
  • WRC 4 è pieno di questi effetti di luce. Rispetto a WRC 3 il lavoro di Milestone è da encomiare
  • Davanti a noi abbiamo un piccolo dosso. Attenzione a quello che ci dice il co-pilota!
  • Altra spettacolare foto che mostra non solo la particolare tonalità e lo sfondo, ma la rifrazione della luce sulla vettura!
  • Qui siamo al Rally di Germania. L'asfalto la farà da padrone!
  • Tanta polvere alzata e un lens flare davvero notevole!
  • Il sole si è da poco alzato. Eh sì... correremo anche alle prime luci del mattino!
  • Un primo piano della nostra attuale vettura con accanto il rilevatore del tempo intermedio. Notate la pulizia delle texture e dell'immagine
  • Anche qui cercheremo di far mangiare la polvere ai nostri avversari. In tutti i sensi!
  • Il pubblico è migliore rispetto a WRC 3, ma i limiti delle attuali console si fanno sentire...
  • Altra foto spettacolare scatatta durante la nostra prova
  • Stiamo attraversando un ponte e sulla destra vediamo il fiume. Una foto quasi poetica!
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  25/11/2013
Milestone torna nel mondo del Rally con la quarta incarnazione della serie WRC. Scopriamo insieme le novita'!
Con il lancio di Xbox One proprio in questi giorni e quello di PlayStation 4 il 29 Novembre la comunità videoludica sta attraversando un periodo, in un certo senso, storico. Proprio per questo l'interesse sull'attuale momento potrebbe essere meno forte non guardando quello che ci riserva l'attuale generazione in quest'ultimo scorcio dell'anno, che si preannuncia davvero interessante.

Uno dei titoli più attesi, prima di entrare nel 2014, arriva dall'Italia grazie a Milestone la quale ha messo in commercio la quarta incarnazione del suo simulatore di Rally su licenza dell'attuale campionato. Stiamo parlando di "WRC 4: FIA World Rally Championship". Questo nuovo capitolo ha dalla sua parte alcune novità annunciate nell'anteprima da noi pubblicata il mese scorso.
Oltre all'ossatura composta dalla licenza relativa a piloti, vetture e tracciati, WRC 4 introduce la Junior WRC che si va ad aggiungere a quelle ufficiali, la Modalità Carriera che ci farà partire dal basso fino a diventare la massima celebrità nella classe WRC e l'introduzione del ciclo giornaliero che comprende la possibilità di affrontare gli stage all'alba, in pieno giorno o al tramonto.

Inoltre il gioco si fregia di un comparto grafico ancora migliore rispetto all'anno scorso regalando scorci davvero interessanti: la Modalità Foto ci diverte facendoci scattare immagini davvero suggestive, come fotografi provetti.

Andiamo con ordine analizzando il gioco che la casa di software milanese ci ha gentilmente fornito.

SCALDIAMO I MOTORI!

All'inizio dovremo inserire i nostri dati e quelli della nostra vettura, che poi verranno usati durante la modalità Carriera. Tornando su Il Mio WRC sarà possibile guardare un tutorial video, i riconoscimenti e modificare di nuovo i propri dati.

Una volta arrivati alla schermata iniziale ci accorgiamo sin da subito che le cose sono diverse rispetto all'anno scorso: invece di una schermata fissa abbiamo un filmato sul mondo del Rally che fa da sfondo alle opzioni di gioco, contornato da una musica decisamente migliore di quella del predecessore (WRC 3). Accedendo alla Modalità Rally potremo andare subito in gara selezionando Stage Veloce, affrontare una Prova Singola, un Rally Unico o un intero Campionato. Con quest'ultima opzione avremo la possibilità di personalizzare l'ordine ed il numero delle località ufficiali, ma anche di scegliere il numero di giorni in modo di creare un campionato in base alle nostre esigenze.

Importante sarà la scelta del proprio stile di guida in base alle configurazioni preimpostate o scegliendo uno stile personalizzato settando diversi parametri come l'assistenza sui freni, alla stabilità e l'effetto dei danni sulla vettura. Non dimenticate di impostare l'intelligenza artificiale degli avversari, che andrà dal più facile “1” al più difficile “10”. A nostro avviso, scegliendo un numero tra 5 e 6 si avrà una sfida più che buona in tutte le modalità di gioco.

Non manca di certo un corposo Multigiocatore, il quale ci permetterà di sfidare altri giocatori per mettere alla frusta quello che abbiamo imparato nelle diverse modalità offline.


FACCIAMOGLI MANGIARE LA POLVERE!

Una volta sistemati tutti i convenevoli, finalmente entriamo nel vivo del Rally gareggiando in una sfida a tempo con gli avversari nelle diverse categorie che la simulazione di Milestone ci offre. Se siamo agli inizi ci conviene scegliere la Junior WRC in modo da apprendere le basi della guida, le quali, rispetto a un classico gioco di guida, ad esempio Forza Motorsport o Gran Turismo, sono ben diverse!

Se abbiamo scelto una sola località da affrontare o un campionato, verremo catapultati nel Service Park, una sorta di Box per chi mastica di Formula 1. Qui, infatti, potremo controllare le informazioni sullo stage da affrontare e l'orario in cui si svolgerà, nonché quelli successivi. Importante sarà apportare le dovute regolazioni alla nostra vettura in base alla tipologia di stage e di terreno su cui le ruote gireranno. Il gioco ci prepara al meglio dandoci per ogni Stage un assetto pronto all'uso. Nessuno ci vieta di modificare uno dei numerosi parametri che andranno ad influenzare il comportamento della vettura: gli assetti si dividono in Sospensione Anteriore, Sospensione Posteriore, Trasmissione e Carrozzeria. Sarà possibile salvare il proprio settaggio e ripristinare quello predefinito.

Una volta pronti assisteremo al caricamento dello stage dove, nell'attesa, potremo leggere le impressioni del pilota favorito e le caratteristiche della gara. Verrà presentata la tappa con una breve descrizione che introduce la località. Immediatamente avvertiamo un miglioramento del comparto grafico e un uso maggiore degli effetti che danno maggiore veridicità allo scenario, come il lens flare. In ultimo una maggiore pulizia del terreno e dell'ambiente circostante. In diverse località come la Sardegna o il Messico guideremo attraverso scenari mozzafiato.
TROFEI PLAYSTATION 3

WRC 4 ha 51 trofei suddivisi in 38 di bronzo, 10 d'argento, 2 d'oro e 1 di platino. Per ottenerli tutti servirà vincere i Rally in tutte le località, soddisfare alcune richieste in gara, svolgere al meglio la Modalità Carriera e conseguire un buon excursus nel multigiocatore. Se imposteremo una IA degli avversari bassa i trofei saranno più facili da ottenere nelle modalità offline.

WRC 4 non richiede alcuna installazione di dati su disco fisso e per ora non necessita di nessun aggiornamento, visto che non abbiamo incontrato alcun problema legato a bug, netcode o altro.

Ricordiamo che il gioco è disponibile anche per Xbox 360, PC e PlayStation Vita

Una volta partiti dovremo seguire pedissequamente le indicazioni del co-pilota che ci indicherà le caratteristiche delle curve, i dossi, i rettilinei e gli amati-odiati tornanti. Servirà precisione e molta cautela nel dosare l'acceleratore e la frenata per affrontare tutte le difficoltà che ogni stage offre. Bisognerà stare attenti agli elementi presenti sulla strada quali rocce, alberi, burroni e quant'altro può crearci problemi.

Ogni stage è caratterizzato da cinque tempi intermedi che visibili sulla sinistra che, in base ai tempi ottenuti, si coloreranno di verde (miglior tempo) o di rosso (tempo più alto). I tempi intermedi degli avversari dipendono dal grado di IA che è stato impostato (predefinito è “1”, il più facile). Più alto il numero, migliori saranno i tempi da battere costringendoci ad una guida più veloce e pulita.

Come per il predecessore (WRC 3), se commetteremo un errore potremo tornare indietro nel tempo: premendo un tasto del joypad e, usando i tasti dorsali, potremo decidere il punto esatto dove riprendere la corsa evitando il punto incriminato. Nelle opzioni avremo a disposizione fino a dieci possibilità per correggere i nostri sbagli. Riteniamo si tratti di un'opzione importante soprattutto per quelli poco avvezzi al genere.

Se avremo scelto un Rally intero o il Campionato, una volta terminato il giorno (che si compone di due tappe) torneremo al Service Park dove sarà possibile riparare la vettura. Attenzione, perché avremo 60 secondi a disposizione per non incorrere in una penalità di tempo. Ogni tipologia di danno corrisponde ad un tempo diverso. Se avremo superato il tetto massimo il tempo aggiuntivo delle riparazioni si sommerà a quello corrente dandoci un handicap nelle Tappe successive.

L'introduzione del ciclo giornaliero non è meramente accessoria, ma contribuirà sulla visibilità in gara a seconda della località e dello stage che affronteremo aumentando la combinazione di difficoltà e coinvolgimento.

Nella nostra prova siamo rimasti colpiti dalla difficoltà incontrata nel Rally di Finlandia: lunghi rettilinei pieni di dossi e con una visibilità bassa che ci porta a rischiare di schiantarci nelle rocce o uscire fuori strada se non porremo la massima attenzione sul controllo della nostra vettura, dello scenario e seguire attentamente la voce del nostro navigatore!

DA GRANDE VOGLIO FARE IL CAMPIONE!

Tra le novità introdotte in WRC 4 spicca la Modalità Carriera che rappresenta quasi un gioco nel gioco staccandoci dalle modalità dove siamo costretti, per forza di cose, ad impersonare un pilota esistente. Qui, infatti, avremo il nostro nome in base alla scheda che abbiamo creato all'inizio (che sarà possibile modificare andando su “Il Mio WRC”). Sarà il nostro biglietto da visita per entrare nel mondo del Rally tramite la Junior WRC firmando il primo contratto con alcuni dei team che il nostro manager ci proporrà. Sarà un contratto di tipo Wilcard che testerà la nostra bravura in un solo Rally. Il team ci indicherà il piazzamento minimo necessario.

Soddisfare questa richiesta comporterà l'ottenimento di punti reputazione che ci permetteranno di farci notare da squadre più importanti, dandoci la possibilità di firmare contratti per le categorie superiori. Una volta riusciti nell'intento avremo la possibilità di varcare la soglia professionistica affrontando un intero campionato di 6 località, suddivise in tre giorni, scalando le categorie successive fino ad arrivare alla WRC dove sarà necessario affrontare l'intero campionato correndo in tutte e 13 le località.

Durante il campionato il nostro manager ci proporrà di battere un avversario cercando di piazzarci davanti al lui alle fine di uno o più giorni. Se ne saremo capaci otterremo punti reputazione extra oltre quelli in base alla posizione raggiunta nel campionato e per il piazzamento minimo richiesto dal Team cui apparteniamo.

Dopo aver superato ogni località torneremo alla schermata che ci aggiornerà sulle notizie della nostra performance e a quelle delle altre categorie in gioco. Un piccolo plauso va alla sezione sulle notizie dal mondo del WRC: vedere il nostro nome in bella mostra dopo una vittoria o vedere un breve commento sulla nostra posizione e quella degli avversari battuti dà un senso di coinvolgimento e di soddisfazione che premia i nostri sforzi in ogni stage.

Nella schermata principale potremo controllare la nostra posta: messaggi dal responsabile di squadra, dal nostro Manager, dal co-pilota che ci ricorderà le regole essenziali per partecipare al Rally e le classifiche del momento di tutte le categorie.

Anche qui è di fondamentale importanza regolare l'IA degli avversari: troviamo il valore giusto per sperimentare una difficoltà adeguata alle nostre caratteristiche!


IL MULTIGIOCATORE

Per chi ama le sfide dove poter misurare la propria bravura affrontando una prova singola, uno stage o un intero Campionato, WRC 4 propone la Modalità Multigiocatore per prendere parte a sfide con altri piloti e creare un host personalizzato secondo i propri gusti e caratteristiche fino a un massimo di 16 giocatori contemporaneamente.

Partiremo dal livello 1 fino ad arrivare al livello 100 ottenendo, con pazienza e dedizione, buoni piazzamenti. Per incrementare ulteriormente i punti per raggiungere il livello successivo sarà importante ottenere i migliori tempi intermedi.

Nella nostra prova non abbiamo rilevato problemi di netcode dandoci la sensazione che l'infrastruttura online creata da Milestone è piuttosto buona. Nei server abbiamo sempre trovato avversari con cui confrontarci anche in orari non proprio consoni.

In questa modalità durante le gare con gli altri avversari gli errori si pagano caro e non sarà possibile eseguire un rewind. Servirà un'attenzione maggiore ed una guida non sempre all'attacco soprattutto su Stage che non si conoscono.

Interessante l'opzione HotSeat tramite la quale potremo gareggiare in un Multiplayer Locale con altri giocatori che si passeranno il joypad per eleggere il migliore nella classifica dei tempi ottenuti in ogni stage.

IL COMPARTO TECNICO

Analizziando la parte tecnica di WRC 4 notiamo sin da subito che la grafica ha subito un nuovo potenziamento toccando punti piuttosto interessanti soprattutto per quanto concerne la pulizia dell'immagine, delle texture e degli effetti di luce, differenti se siamo all'alba, in pieno giorno o al tramonto. Non male anche la profondità di campo, con risultati davvero notevoli sopratutto se sfruttiamo la Modalità Foto (vedi box).
PROVETTI FOTOGRAFI

Se mettiamo in pausa durante la gara o, meglio, durante i replay potremo accedere alla Modalità Foto. Agendo sulle leve analogiche e sui tasti dorsali potremo "scattare una foto" alla scena che vogliamo immortalare, muovendola in tutte le direzioni anche in alto e in basso tramite i tasti direzionali. Potremo agire anche sullo zoom tramite i tasti dorsali.

Una volta che l'immagine è pronta possiamo "scattarla" salvandola nella sezione Foto del Cross Media Bar (XMB) della PlayStation 3. Se vorremmo trasferirla sul nostro PC, basterà utilizzare una memoria esterna come una chiavetta USB o la stessa PS Vita!

Se ci avete fatto caso, diverse immagini che trovate sia nel corpo della recensione che nella parte alta sono state scattate proprio con questa modalità inclusa nel gioco.

Il tutto viene mosso a 30 fotogrammi al secondo dove abbiamo notato un lieve calo di fluidità durante i replay, ampiamente personalizzabili agendo sulle diverse visuali che avremo a disposizione.

Anche la parte sonora ha ricevuto un bel restyling: ogni macchina ha il suo specifico rombo del motore e durante la gare sentiremo le diversità del terreno come ad esempio il terriccio all'interno della vettura o le sgommate sul duro asfalto. Nota di merito per le musiche durante i replay, definibili come "epiche", che ci accompagnano durante la nostra perfomance.

Ottima l'attesa duranti i caricamenti (non proprio corti) dove potremo osservare ciò che dice il pilota favorito durante ogni tappa: se ci troviamo nella modalità Carriera, piazzandoci ai primissimi posti verrà messo in evidenza il nostro nome.

WRC 4 è compatibile con la maggior parte dei volanti in commercio. Usando proprio uno di questi accessori il grado di coinvolgimento di guida in gara risulterà ben maggiore. Comunque anche tramite il nostro fidato joypad avremo il controllo completo sulla vettura.

In conclusione questo quarto capitolo della serie WRC di Milestone non è un capolavoro, ma un titolo solido che ci permetterà di vivere una competizione diversa da quelle classiche su pista creando un ottimo connubio tra immediatezza e simulazione.

Anche quest'anno Milestone non tradisce tirando fuori dal cilindro un titolo solido e ben confezionato sotto tutti gli aspetti. L'introduzione della Junior WRC, unita alla modalità Carriera, dà una forza in più ad un titolo che tratta un genere, quello dei Rally, non proprio conosciutissimo ai più. L'aggiunta del ciclo giornaliero composto da alba, giorno e tramonto rende le gare meno prevedibili.

Non stiamo parlando certo di un capolavoro, ma di un ottimo titolo il quale conferma che anche noi Italiani siamo in grado di competere con i migliori sviluppatori internazionali!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE