Recensione PlayStation 3
Titolo del gioco:
Spider-Man: Shattered Dimensions
Anno di uscita:
2010
Genere:
Action-Adventure
Sviluppatore:
Beenox
Produttore:
Activision
Distributore:
Activision Blizzard
Multiplayer:
No
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
Requisiti minimi:
Una PlayStation 3 (Fat o Slim) e un account PlayStation Network
  • Ecco come si presenta la tecnica del Cell-Shading: scenari che sembrano dei cartoni animati
  • Premendo L2, Spiderman si metterà in una posizione dove eviterà qualunque tipo di attacco e addirittura proiettili! Non è che siamo in Matrix e lui non se ne accorto!
  • L'Uomo Ragno ha diversi attacchi fisici ravvicinati, ma ne ha diversi anche con...
  • ...la ragnatela: più avanti nel gioco otterrà diversi attacchi a medio e lungo raggio che fanno decisamente male!
  • Qui stiamo mettendo fuori combattimento un nemico grazie alla ragnatela che è diventata una mazza chiodata!
  • Kraven: il primo nemico di Spiderman che incontreremo nella dimensione Amazing
  • Qui siamo nella dimensione Ultimate, un presente alternativo dove controlleremo uno Spiderman che ha due personalità
  • Grazie alla Modalità Furia potremo far fuori diversi nemici in poco tempo. Quello che si vede è Venom: un alieno che si è attaccato al corpo di Spiderman ed ha la forma della sua tuta
  • Deadpool: il secondo nemico che Spiderman avrà di fronte nella dimensione Ultimate
  • Deadpool è in difficoltà: sfruttando la Modalità Furia cerchiamo di fargli più male possibile prima che si esaurisca!
  • La dimensione Noir: sfruttiamo l'oscurità per togliere di mezzo più nemici possibili e proseguire senza farci scoprire
  • Lo abbiamo colto di sorpresa ed ora verrà legato e colpito in modo che continui il silenzio
  • Abbiamo sferrato un gancio sperando di non venir scoperti da qualcuno nei paraggi!
  • Vulture: davvero un osso duro da sconfiggere. Dovremo accecarlo con i riflettori per rendergli la vita difficile
  • In alcuni scontri dovremo affrontare una sequenza in prima persona dove bisogna cercare di evitare gli attacchi e poi contrattaccare a suon di pugni per non venire sconfitti
  • Un altro nemico di Spiderman nella dimensione Noir. Hmmm...sembra essere molto muscoloso e non  ha una bella cera!
  • Eccoci arrivati nel fututo, precisamente nella dimensione 2099. Hob-Goblin (a sinistra) ci da un caloroso benvenuto
  • La strada che porta alla ricerca di tutti i frammenti dell'Artefatto è dura e difficile come possiamo ben vedere!
  • Un nemico mostruoso ci sbarra la strada. Purtroppo c'è in paglio il futuro della Terra e quindi primi o poi dovrà cadere!
  • Certo che in qualunque dimensione Spiderman non risulta molto simpatico!
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  22/10/2010
L'Uomo Ragno torna di nuovo sulle nostre Console. Riuscirà questa volta a non deludere sia gli amanti del fumetto che i giocatori? 4 Dimensioni temporali basteranno a fermare la sete degli avventurieri più incalliti?

Spiderman è uno dei personaggi della Marvel Comics più famosi e apprezzati in tutto i mondo. Nato dalla mano di Stan Lee e Steve Ditko il fumetto è stato pubblicato in America nel 1963, mentre le avventure dell'Uomo Ragno sono arrivate in Italia solo nel 1970.
Dietro il costume si cela Peter Parker, un liceale che durante una visita ad un laboratorio è stato morso da un ragno radioattivo che gli ha “passato” dei poteri straordinari. Ha iniziato a metterli veramente al servizio degli altri dopo la morte dello Zio Ben per mano di un ladruncolo che Peter non ha voluto prendere per ripicca e che poco dopo ha ucciso suo Zio. Da lì la famosa frase: “da un grande potere derivano grandi responsabilità”.

Spiderman ha avuto varie trasposizioni televisive con diverse serie animate e dal 2002 anche al cinema con 3 film di buona caratura. In ambito videoludico le cose non sono andate benissimo. Fin dai tempi degli 8 bit Spiderman ha calcato le scene videoludiche, ma è nel 2000 che l'arrampicamuri si è fatto maggiormente conoscere attraverso computer e console di nuova generazione, ma mai con la dovuta qualità.
Possiamo affermare con certezza che "Spiderman Dimensions" rappresenta senza mezzi termini il miglior videogioco dedicato all'arrampicamuri.


TUTTA COLPA DI UN ARTEFATTO
La storia ruota attorno ad un Artefatto chiamato "Tavola dell'Ordine e del Caos", che Mysterio (uno dei numerosi nemici di Spiderman) ha preso da un museo e che possiede un potere così forte da agire nel passato, nel presente e nel futuro. L'Uomo Ragno rovina, in parte, i piani di Mysterio e l'artefatto disperde i suoi pezzi che dovranno essere recuperati in 4 dimensioni differenti: il passato degli anni '30 (Noir), il presente di oggi (Amazing), un presente alternativo (Ultimate) e il futuro (2099). Dovremo assumere le fattezze di 4 Spiderman diversi e con l'aiuto di Madame Web dovremo recuperare i frammenti dell'artefatto dalle mani degli odiati nemici attraverso 12 livelli (3 per dimensione) di discreta lunghezza che comporranno l'avventura di Spiderman Dimensions.
Tutto viene ben raccontato attraverso scene in CG (Computer Grafica) di qualità e dal ben collaudato motore di gioco.

IN GIRO TRA LE DIMENSIONI
Spiderman Dimensions è un action-adventure con forti elementi platform e picchiaduro. La struttura dei livelli è abbastanza variegata non solo grazie alle caratteristiche delle diverse dimensioni, ma anche dalla peculiarità che l'Uomo Ragno ha di usare la ragnatela (tramite il tasto R2) per andare da un punto all'altro dello scenario e utilizzando diverse combinazioni di tasti (comunque mai complesse) per mettere fuori combattimento i nemici.
Ci vuole il tempo necessario per abituarsi ai comandi soprattutto all'utilizzo della ragnatela che inizialmente crea problemi di orientamento dettati dalle velocità con cui Spiderman “vola” attaccato ad essa, con l'aggiunta che non solo dovremo far ruotare lo scenario con lo stick destro per trovare l'appiglio dove attaccarci, ma potremo balzare più in alto premendo X rendendo inizialmente un po' complesso gestire il tutto.
Potremo attaccarci a varie parti dello scenario come un muro, una colonna o una costruzione dove ci muoveremo rimanendo attaccati ad esso. Serve il giusto rodaggio dopo di ché salteremo da una parte all'altra del livello non avendo paura delle mosse e dei potenziamenti aggiuntivi che otterremo proseguendo con l'avventura. Premendo la "freccia giù" del D-Pad attiveremo i poteri ragno che ci permettono di vedere dove si trova il nemico principale, di guardare dentro i muri e vedere l'energia dei nemici.


DA UN GRANDE LIVELLO DERIVANO GRANDI SFIDE
Come abbiamo già anticipato, il gioco è composto in totale da 12 livelli: 3 per ogni dimensione che andremo ad affrontare. Per ogni livello potremo scegliere la difficoltà tra facile, normale e difficile. In ognuno di essi dovremo sconfiggere il cattivo di turno che rappresenta uno degli odiati nemici di Spiderman: andremo dal cacciatore "Kraven", all'odiato "Vulture", nonché al televisivo "Deadpool", passando per "Hammerhead", "Hob-Goblin" del futuro e dallo spettacolare "Sandman". Per gli altri non vogliamo svelarvi nulla anche perché sarete voi a saggiare le caratteristiche e la loro cattiveria impreziosite dalle continue battute ironiche che fa l'Uomo Ragno durante gli scontri e durante l'esplorazione. Il tutto rispecchia molto bene il fumetto.
Da questo punto di vista il lavoro fatto da Beenox è ottimo e difficilmente ci annoieremo. Una menzione va per la "Dimensione Noir" dove nei panni di uno Spiderman vestito di nero, con degli occhialoni stile anni '30, dovremo avanzare furtivamente senza farci scoprire sfruttando l'oscurità. La fase stealth non è solo predominante, ma anche di discreta fattura: potremo eliminare i nemici in modi diversi e se verremo scoperti dovremo fuggire il prima possibile perché saremo vulnerabili al fuoco nemico.
Durante l'esplorazione, sconfiggendo i nemici, rompendo casse e altri oggetti e raccogliendo gli “Emblemi del Ragno”, Spiderman riceverà “Essenza Ragno” la quale ripristinerà in parte la sua energia. L'essenza ragno serve inoltre per “comprare” nuovi poteri, nuove mosse, aumentare il livello di salute ed ottenere nuovi costumi. Premendo select, infatti, accederemo a 3 schermate che potremo selezionare con i tasti dorsali del Sixaxis/Dual Shock 3. Due sono dedicate al potenziamento e all'evoluzione dell'arrampicamuri, mentre la terza schermata è la “ragnatela destino” dove vengono visualizzate le sfide del livello corrente. Seguendo l'evoluzione delle sfide, ne verranno sbloccate altre man mano che porteremo a termine sia quelle visualizzate (che potremo decidere quale mettere) sia quelle nascoste che appariranno una volta che le avremo realizzate. Ogni livello comprende 15 sfide per un totale di 180.
Le sfide sono una parte molto importante del gioco perché fruttano molta essenza ragno e rappresenta (come abbiamo accennato prima) la “moneta” per comprare poteri e potenziamenti nelle relative schermate di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente. E' fondamentale concludere più sfide possibili in modo da avere non solo più essenza ragno, ma poter sbloccare nuovi poteri e nuove mosse che si attivano dopo aver terminato un certo numero di sfide. La difficoltà non è elevata, infatti un giocatore medio riuscirà a concludere il 60-70% delle sfide proposte per ogni livello.

L'UOMO RAGNO IN CELL-SHADING E NON SOLO
Spiderman Dimensions si presenta piuttosto bene. In molti casi l'esplorazione dei livelli, in puro stile platform, fa tornare indietro nel tempo di circa 10 anni dove si assaporava quel gusto di libertà grazie ai primi giochi di seconda generazione (PS2, XBOX, GameCube). Questo retro-gusto è ampliato dalla possibilità di volare e aggrapparsi utilizzando la ragnatela e dalle parti di combattimento contro in nemici dove dovremo imparare delle combinazioni in puro stile picchiaduro a scorrimento. L'esplorazione è abbastanza guidata dai continui appigli dove Spiderman può andare premendo il tasto R2. La giocabilità è più che buona e spinge il giocatore ad andare avanti senza stentare a causa di passaggi troppo astrusi o a momenti di noia repentina.
La varietà è assicurata dall'atmosfera delle quattro dimensioni, dalle continue sfide proposte per ogni livello e dagli scontri con gli arci-nemici di Spiderman. Durante alcuni scontri finali avremo delle fasi in prima persona dove dovremo agire sugli stick analogici cercando di schivare i colpi del nemico di turno per poi contrattaccare e mettere fuori combattimento temporaneamente (e riprendere lo scontro) o stenderlo definitivamente. Memorabile lo scontro con Vulture dove dovremo utilizzare i riflettori per accecarlo e renderlo temporaneamente più vulnerabile ai nostri attacchi.
Dal punto di vista tecnico siamo su buoni livelli. Lasciando perdere magnificenze tecniche come Uncharted 2 e God of War III, Spiderman Dimensions si difende abbastanza bene offrendo un buon Cell-Shading utilizzato per tutti gli scenari di gioco e le sequenze in-game. Questa tecnica risalta maggiormente nella dimensione Amazing dove sembra di vivere un fumetto in movimento. La Dimensione Noir è quella resa meglio grazie ad un'ottima atmosfera dettata da un grafica molto pulita e dalla fase stealth che aggiunge quell'interesse in più nel giocatore. Senza nulla togliere alle altre dimensioni, ma è quella che ci è piaciuta di più. La fluidità è garantita da un engine snello e veloce che garantisce un buon livello di dettaglio senza far gridare al miracolo.
Interessanti sono gli scontri con i Boss: ognuno di loro va eliminato in maniera diversa e con l'aiuto di Madame Web non saremo mai veramente in difficoltà non sapendo cosa fare. I vari scontri con Sandman (l'Uomo Sabbia) sono davvero notevoli e spettacolari. Altra menzione va fatta per lo scontro con Hob-Goblin nella dimensione 2099.
Il design dei livelli è buono con vari scenari che si estendono sia in lunghezza, sia in altezza e anche in complessità. La struttura petrolifera di Deadpool nel secondo livello del presente alternativo (Ultimate) è davvero imponente e complessa: infatti qui c'è una quantità di emblemi ragno nettamente superiore alla media.

CONTENUTI EXTRA E RESOCONTO FINALE
Spiderman Dimensions è infarcito di contenuti extra, ottenibili terminando i livelli e spendendo essenza ragno. Per ogni livello completato riceveremo una valutazione che viene misurata tramite medaglie d'oro, d'argento e di bronzo. Di conseguenza verranno aggiunti vari contenuti extra che potremo visitare tramite una galleria che comprende gli schizzi originali del gioco, action figures liberamente ruotabili e una descrizione minuziosa di tutti i personaggi del gioco nonché rivedere i filmati sbloccati fino a quel momento. I costumi ottenuti potremo usarli durante il gioco.

Alla fine dei conti il lavoro svolto da Beenox è interessante garantendoci il miglior gioco sull'uomo Ragno fino ad oggi pubblicato. Il comparto grafico è più che buono anche se non sfrutta tantissimo l'hardware della PS3. L'atmosfera è ottima e l'anima del fumetto viene rispettata dalle continue battute di Spiderman in varie situazioni di gioco.
Una cosa che ci ha un po' infastidito è la non perfetta interazione con alcune piattaforme dove Spiderman ci scivola cadendo in piedi come se stesse appoggiato ad esse. Non è proprio bello da vedere, ma dopo non ci si fa (quasi) caso.
Non un capolavoro, ma molto godibile e giocabile, Spiderman Dimensions riesce nell'intento di divertire e di tenere alto l'interesse del giocatore fino alla conclusione dell'avventura. La storia è sì abbastanza stereotipata, ma ben raccontata in puro stile Marvel.

N.B.: in America il gioco si chiama "Spiderman Shattered Dimensions". Per l'Europa (e quindi l'Italia) è stata tolta la parola shattered (distrutto, frantumi), forse per rendere più fruibile il titolo del gioco ai giocatori Europei.
Spiderman Dimension è stato seguito dalla nostra redazione fin dall'aprile scorso. Abbiamo ricevuto molto materiale ed ora che l'abbiamo tra le mani possiamo dire che il gioco non ha deluso le attese.
Pur non rivelandosi un capolavoro, il gioco svilupato da Beenox è solido, ben strutturato e difficilmente arriva a noia grazie alla varietà delle 4 dimensioni, dalle sfide, dagli scontri con gli arci-cattivi e dall'atmosfera fumettistica che permea tutto il gioco.
Un plauso va per la Dimensione Noir davvero ben realizzata e dall'interessante aggiunta della componente stealth.
Il level design si attesta su buon livelli con ampi scenari che per essere conclusi ci vorrà in media dai 45min all'ora buona. Questo fa scattare la longevita sulle 10-12 ore per completare il gioco.
La componente tecnica è più che buona con un Cell-Shading ben sfruttato che rende il gioco quasi un fumetto in movimento. Le continue battute ironiche e sarcastiche che fa Spiderman in diverse momenti di gioco aggiungono atmosfera e aiutano il giocatore a seguire la storia fino alla sua conclusione.
Se volete un gioco che sia degno dell'Uomo Ragno...beh...lo avete trovato!
86
85
87
87
85
86