Recensione PC
Titolo del gioco:
Fx Calcio
Anno di uscita:
2013
Genere:
Manageriale
Sviluppatore:
FX Interactive
Produttore:
FX Interactive
Distributore:
FX Interactive
Multiplayer:
No
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Sistema operativo: Windows XP/ VISTA/ W7/ W8; Processore: Pentium IV a 3,2 GHz (o equivalente); RAM: 2 GB; Scheda grafica con almeno 128 MB di memoria dedicata (Nvidia Gforce 6600, Ati Radeon X700, Intel Series 4 o superiori); Lettore DVD-ROM; Scheda audio
  • La schermata iniziale: possiamo iniziare una nuova partita o caricarne una già salvata
  • Il tutorial ci spiega in dettaglio la schermata di gioco, giusto per non perdersi
  • La serie A è tutta rivoluzionata per la mancanza delle licenze ufficiali. Le squadre di B invece mantengono il loro vero nome
  • Il nostro primo collaboratore si presenta, ne incontreremo altri e in tutti i settori del calcio manageriale
  • Questo è il nostro vice allenatore. Ci sarà di grande aiuto se vorremo
  • Questa è la nostra rosa (abbiamo scelto il Cittadella), con una marea di dati statistici per ogni giocatore
  • Ecco come abbiamo disposto i giocatori in campo prima della partita
  • Volendo potremo assistere alla partita, giusto per intervenire in tempo reale sulla formazione
  • I nostri avversari ci hanno già segnato un gol. Purtroppo le maglie sono parecchio simili e non si capisce molto
  • Questa volta le maglie sono più chiare, ma la grafica non è un granché
  • I calci di punizione vengono battuti al rallentatore... ce lo pareranno ?
  • Al nostro portiere non resta che raccogliere il pallone dal fondo della rete
  • Dudescu (!) ci ha regalato parecchie soddisfazioni durante il campionato
  • Ecco i giocatori che potremmo acquistare. 30 milioni di euro per Zonza???? (eh, lo dicevo io che quel ragazzo aveva la stoffa del campione... -NdCJ)
  • Possiamo anche decidere di ritoccare il nostro stadio, il prezzo del biglietto e molto altro
  • La fiducia del pubblico è importante quanto quella dei dirigenti
  • I sorteggi di coppa sono spettacolari, gradevoli da seguire
  • No! Metropolitano non si può proprio sentire!
  • Dopo un discreto numero di amichevoli finalmente inizia il campionato
  • Eccoci là... abbiamo iniziato proprio bene
  • Per ogni giocatore ci sono una marea di informazioni. Ecco la scheda del nostro Dudescu
  • Agli ottavi di coppa affronteremo il Piemonte (alias Juventus). Praticamente siamo già fuori
  • Da questa schermata possiamo fare di tutto, compreso affidarci al nostro vice allenatore e giocare la prossima partita
  • A fine stagione non abbiamo centrato nessun obiettivo...vabbè, è il nostro primo anno...
  • Ma la nostra dirigenza ha deciso di farci fuori lo stesso. Alleluja!!!
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  23/06/2013
Il tifoso italiano, si sa, è anche un po' allenatore. Ora è giunto il momento di dimostrarlo!!!
FX Calcio si colloca in una categoria di videogame molto particolare: il gioco manageriale. Lungi dall'azione degli sparatutto in prima persona, dalle strategie delle avventure, dalla precisione dei platform, in questo tipo di giochi bisogna "semplicemente" armarsi di tanta pazienza e veder crescere la propria creatura pian piano, immedesimandosi il più possibile con essa e condividendone gioie e dolori.

Se parliamo di calcio poi la cosa si complica: diventare allenatori della propria squadra preferita è più o meno il sogno di tutti i tifosi. Poter finalmente scegliere i giocatori da acquistare, schierarli in campo a nostro piacimento, preoccuparci per i loro infortuni e per come modificare lo schema per supplire alla loro assenza, per poi la domenica, finalmente, osservare la partita sperando in un risultato favorevole.

La storia dei giochi manageriali ispirati allo sport più bello del mondo è costellata di tantissimi titoli (vedi box), purtroppo non tutti perfettamente riusciti. FX Calcio cerca di riallacciarsi a PC Calcio 2007 e di sfidare un mostro sacro come Football Manager. A voi capire se è riuscito o meno nell'impresa.

TANTI TANTI DATI

Come un buon manageriale che si rispetti, i dati a nostra disposizione sono tanti. Un numero impressionante di giocatori, ognuno con le proprie caratteristiche, un altrettanto numero impressionante di squadre, ma purtroppo un numero risicato di campionati: serie B, serie A e le coppe europee. Come allenatori della nostra squadra preferita possiamo intervenire su tantissimi parametri: a parte gli schemi, le formazioni, le tattiche di gioco, potremo decidere anche sull'aspetto finanziario ristrutturando ad esempio il nostro stadio, aumentando il prezzo del biglietto, chiedendo prestiti alle banche da investire nel calcio-mercato e molto altro.

All'inizio del gioco ci viene chiesto se preferiamo scegliere la modalità Carriera che ci permetterà di scegliere e gestire una squadra più blasonata oppure la modalità Sfida nella quale guideremo una squadra piuttosto sconosciuta per cercare di portarla al successo.

In questa parte iniziale, non tutto è possibile: se per esempio volessimo scegliere il Milan e farlo partire dalla Serie B per tentare la scalata al successo, ci accorgeremmo che non è possibile farlo. Chi vuole partire dalla serie B per provare le emozioni di una lotta per la promozione in A deve partire con una squadra di serie B. Una limitazione non da poco in un gioco di questo tipo, dal momento che questa possibilità è permessa anche da giochi come Pro Evolution Soccer e FIFA Soccer che certamente manageriali non sono.

Il sistema di valutazione dei giocatori rispecchia tantissimo quello già visto in PC Calcio con l'attribuzione delle stelline che ci indicano in sintesi la bravura di un calciatore, il suo stato di forma e generalmente la sua condizione in toto. Le stelline dei giocatori modificabili soprattutto dagli allenamenti influenzeranno la valutazione globale dei vari reparti di gioco prima e dell'intera squadra poi.

L'introduzione delle pro-cards, piuttosto innovativa in un gioco del genere, permette ai giocatori di acquisire delle caratteristiche particolari: se nella nostra rosa abbiamo una stella mondiale, vedremo infatti che tutto il reparto ne beneficierà in termini di rendimento. Scopo del calcio-mercato e quindi anche degli allenamenti sarà quello di assicurarsi giocatori di un certo spessore oppure di far progredire i nostri a delle pro-cards più avanzate.

Questo tipo di gioco punta molto sui dati statistici, quindi calendari, classifiche, conteggi di ogni tipo saranno a nostra disposizione in un contesto grafico tutto sommato abbastanza chiaro e intuitivo, senza contare la continua interazione con i nostri collaboratori, che ci terranno aggiornati continuamente su ogni cosa.

E TANTI COLLABORATORI
CHE STORIA

Il primo gioco di calcio manageriale compare addirittura nel 1982 su ZX Spectrum. Parliamo di Football Manager (programmato in BASIC dal leggendario Kevin Toms! -NdCJ), poi convertito anche per le altre piattaforme di gioco e interessato da un mare di seguiti che lo hanno portato fino ai giorni nostri con l'ultima, recentissima, versione 2012 (Football Manager ispirò una nutrita serie di epigoni, tra i quali particolarmente degni di nota furono The Double, Tracksuit Manager, Advanced Soccer Simulator e The Match -NdCJ).

Dalle macchine a 16 bit come Amiga e Atari ST si segnala invece Player Manager del 1990, seguito dall'ottimo The Manager del 1991, sicuramente uno dei più riusciti giochi del settore a quell'epoca. Per quanto riguarda l'altra famossima serie, cioè PC Calcio, si comincia nel 1992 con la prima versione Simulador Profesional de Fútbol con squadre e giocatori della Liga spagnola stagione 1992-93 e si continua fino all'ultimo PC Calcio 2007



Mentre i giocatori più navigati del genere vorranno fare tutto da soli, i novellini potranno contare su un intero staff di supporto. Vice-allenatori che ci consiglieranno come schierare la squadra in campo, osservatori che ci daranno una grossa mano sul mercato dei giocatori, direttori sportivi e così via.

Se da un lato è bello poter seguire tutto quanto, dall'altro potrebbe risultare comodo approfittare dell'aiuto di qualcuno in alcuni settori per poter concentrarci meglio in altri, senza contare che queste persone influiscono parecchio sull'andamento della squadra con le loro decisioni. Infatti nel momento in cui le nostre finanze ce lo concederanno avremo la possibilità di assumere persone più capaci in grado di seguire meglio il mercato, di allenare meglio i nostri giocatori oppure di farli guarire più in fretta dagli infortuni, anche perchè ci si trova a gestire non solo il lato tecnico dei giocatori, ma anche il loro lato umano, come i vari mal di pancia dei campioni che il calcio moderno ci ha fatto purtroppo conoscere. Di conseguenza alcuni giocatori proveranno ad accordarsi con altre squadre non appena il loro contratto sarà in scadenza per poi offendersi con noi non appena li mettiamo fuori rosa o proviamo ad intervenire nella trattativa per guadagnarci almeno qualcosa. È duro il mestiere dell'allenatore!!!

FINALMENTE LA PARTITA

Una volta giunti al fine settimana (non si può parlare più di domenica con il calcio spezzatino dei giorni nostri...NdR) ci si può finalmente godere la partita. La possibilità che ci viene data è di visualizzare direttamente il risultato del primo tempo o il risultato finale, oppure di guardare proprio il match riproposto in 3D. Manca purtroppo la possibilità di seguire solo le azioni salienti, quindi se scegliamo di vedere l'incontro ce lo dobbiamo sorbire fino in fondo. Meno male che in qualsiasi momento possiamo interromperlo per saltare direttamente al risultato finale.

Dal punto di vista tecnico la riproposizione grafica rasenta i limiti della sufficienza, con animazioni "scattose" e scelte dei colori non sempre azzeccate, dal momento che sovente la nostra squadra e l'avversario vestono la stessa maglia con un'immaginabile confusione generale sul campo. Inoltre non potremo intervenire sugli schemi di gioco più di tanto e non potremo sostituire i giocatori a nostro piacimento.
TANTE NOVITÀ IN ARRIVO

Dai primi dati di vendita FX Calcio risulta uno dei giochi più venduti in Italia nell'ultimo periodo, segno tangibile della fiducia che i giocatori hanno nei confronti del team di sviluppo, soprattutto per quanto riguarda la promessa di una futura implementazione delle licenze, punto debole del gioco. Inoltre i ragazzi di FX Interactive si sono dimostrati molto attenti alle critiche sulla giocabilità avanzate dai vari utenti, al punto da fondare i prossimi patch correttivi proprio sulle lacune da loro segnalate. È in arrivo infatti l'aggiornamento alla versione 1.2, che mira a correggere proprio quanto gli utenti hanno indicato attraverso forum e social network. A questo punto non resta che aspettare ulteriori sviluppi.

Queste lacune ci porteranno spesso a interrompere la visualizzazione della partita per arrivare direttamente al risultato finale, con un gran risparmio di tempo che si concretizza con la possibilità di giocare più campionati in un intervallo più ristretto. Il comparto audio prevede il commento di Massimo Tecca (voce storica di PC Calcio) e José Altafini, che pur con tanti buoni propositi e l'impegno dei protagonisti non esalta più di tanto. È anche vero che il comparto audio/video non dovrebbe essere determinante in un gioco del genere, ma ci troviamo pur sempre nel 2013, quindi è lecito aspettarsi un po' di più.

LE DOLENTI NOTE...

La parte più negativa del gioco riguarda la totale mancanza di licenze. Al momento ci si troverà a giocare con squadre dal nome alterato e con giocatori completamente inventati. Onestamente vedere che la Juve si chiama Piemonte e che ci vogliono 30 milioni di euro per acquistare Zonza (!) è veramente deprimente. Un gioco manageriale che punta tutto sull'immedesimazione del giocatore non può assolutamente prescindere dai nomi reali di giocatori e squadre. Quindi niente sfide contro Messi, né possibilità di ingaggiare Jovetic o di affrontare un derby Milan-Inter. Quanto meno in serie B i nomi delle squadre sono giusti, ma solo quelli, poiché come calciatori ci si troverà a gestire una masnada di autentici sconosciuti, senza alcun riferimento ai corrispettivi reali. E poi guardare le partite di Champions e vedere giocare Piemonte-Metropolitano è come un pugno nello stomaco. Davvero un peccato, anche perché fra le varie problematiche di ordine tecnico che possono affliggere il gioco questa è davvero la più pesante da digerire.

Per il resto, come abbiamo visto prima, il comparto grafico è ridotto al minimo per quanto riguarda la rappresentazione della partita e dell'audio. Le tabelle invece sono ben rappresentate sullo schermo a parte qualche piccola sbavatura, ad esempio i giocatori non convocati non entrano quasi mai nello schermo e poiché le sostituzioni avvengono per trascinamento ci toccherà utilizzare la rotellina del mouse per scorrere la rosa verso il basso. Un fastidio, ma niente di così grave in fondo.

...E LE PROSPETTIVE

Oggi FX Calcio viene venduto a 19,99 euro con la possibilità di aggiudicarsi anche la versione dedicata al campionato spagnolo (anche questo senza licenze) e di poter scaricare gratuitamente il DLC con il campionato 2013/2014 in uscita a settembre. Qui le cose si fanno più interessanti dal momento che si paventa la possibilità di avere finalmente squadre e gioche con nomi reali. È altrettanto ovvio che la valutazione del gioco andrebbe quindi riconsiderata più avanti se e quando il maggior difetto del prodotto sarà finalmente corretto. Così com'è al momento ci si sente solo di consigliarlo ai veri appassionati del genere e, inoltre, se non hanno grandi aspettative. Con le licenze a posto invece FX Calcio diventa un buon prodotto, ancora lontano da un mostro sacro come Football Manager ma con ampi margini di miglioramento.
FX Calcio rappresenta un tentativo coraggioso: andare a sfidare un mostro sacro come Football Manager in una fetta di mercato interessata da giocatori parecchio esigenti può sembrare quanto meno ardito. Tuttavia, come primo tentativo, peraltro con ampi margini di miglioramento, alla FX Interactive non se la sono cavata poi così male. Diversi aspetti necessitano di correzioni, primo fra tutti quello delle licenze ufficiali per squadre e giocatori, fondamentali per un gioco di questo tipo. Nel momento in cui queste arriveranno (a settembre, a quanto pare) la valutazione finale del gioco salirà di parecchi punti verso l'alto; al momento mi sento di consigliarlo solo agli appassionatissimi del genere.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE