Recensione Spectrum
Titolo del gioco:
Action Reflex
Anno di uscita:
1986
Genere:
Arcade
Sviluppatore:
Medusa
Produttore:
Mirrorsoft
Distributore:
-
Multiplayer:
-
Localizzazione:
N.C.
Sito web:
Requisiti minimi:
Spectrum 48k
Redattore:  Simone 'BoZ' Zannotti                        Pubblicato il:  19/01/2006
Urquhart è stato sicuramente uno dei più grandi programmatori di videogame per ZX Spectrum. Action Reflex, con il suo carico di sfida che a dispetto degli anni sembra non invecchiare mai, è un chiaro esempio della sua bravura...
Action Reflex è un autentico concentrato di giocabilità, al punto che ancora oggi mi capita di caricare volentieri l'emulatore Speccy per farci qualche partitina. Nel gioco bisogna guidare una palla rimbalzante in fuga attraverso tre labirinti diversi collegati l'uno all'altro, caratterizzati da pericoli di vario genere che ostacolano il nostro viaggio verso la libertà.

Il metodo di controllo ricorda vagamente quello del grandissimo Cauldron 2 (Palace Software, stesso anno): tenendo premuto il tasto FIRE si da alla palla la spinta verticale (rimbalzo) desiderata, dopodichè muovendo la leva del joystick a destra o a sinistra è possibile spostarla nella direzione desiderata. In questo modo è possibile far superare alla nostra palla gli ostacoli che di volta in volta essa incontrerà sul proprio cammino: fiamme o pugni che escono da alcune grate, muri, mostri, aspiratori (similissimi a quelli di Superfrog!), baratri ecc.

Oltre a questi, vi sono tre tipi di ostacoli che possono essere superati solamente raccogliendo determinati oggetti, i quali a loro volta possono essere ottenuti solamente dopo aver racimolato un certo quantitativo di punti: con 500 punti si ottiene un salvagente, indispensabile per oltrepassare larghe pozze d'acqua; con 700 punti si ottiene un martello, per rompere dei vetri e poter accedere ad altre parti di labirinto; con 900 punti si ottiene infine una chiave, per aprire passaggi sotterranei e poter così oltrepassare zone particolarmente pericolose.

Tecnicamente parlando, il gioco è sostanzialmente privo di bug ed è caratterizzato da una grafica chiara e colorata, senza eccessivi problemi di colour-clash (l'eterno problema dello ZX Spectrum dovuto alla sovrapposizione di sprite colorati). Non è presente alcuno scrolling, per cui ogni volta che la nostra palla scompare da un lato dello schermo essa riappare dal lato opposto nello schermo successivo (in stile Another World, tanto per capirci), ma questo non crea alcun problema al gameplay.
Nel complesso Action Reflex è un videogioco decisamente riuscito. Crash!, la celebre rivista inglese per Spectrum, a suo tempo (Agosto 1986) gli diede un meritatissimo 88: oggi mi sento in dovere di aggiungere a questo voto qualcosina di più, giusto per sottolineare la bravura del programmatore, Urquhart, che deve essere giustamente ricordato come uno dei più grandi programmatori su ZX Spectrum (ricordo tra gli altri anche la bellissima conversione di Dragon Spirit).
75
75
60
90
90
90