Recensione PC
Titolo del gioco:
Ultima Online
Anno di uscita:
1997
Genere:
MMORPG
Sviluppatore:
Origin Systems
Produttore:
Electronic Arts
Distributore:
Electronic Arts
Multiplayer:
SOLO Multiplayer
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Sistema operativo: Microsoft Windows 98SE/2000/XP/Vista - Internet: 56.6 Kbps o ADSL - CPU: 1000 MHz o superiori per l'ultima versione - RAM: 512 MB o superiore - Disc Drive: 4x o superiore CD/DVD drive - 1 GB o più di spazio libero - Video: DirectX 9.0 compatibile 8 MB video card per la versione 2D (32 MB Direct3D per la versione 3D) - Sound: DirectX 9.0 compatibile
  • In un bel campo di zucche...attenti al contadino!
  • La legge del più forte...due copri a terra e due vincitori...
  • Occorre rifornirsi di armi, prima di andare in battaglia
  • Anche a britannia arriva l'inverno...brrrr
  • Una bella riunione di gilda...
  • Entriamo nel gate...e giungiamo in un dungeon!
  • Qualcuno è caduto in battaglia
  • Attenti durante la fase di macro...qualche lamer potrebbe avvicinarsi e rubarvi ciò che avete in sacca!
  • Un esempio di castello appartenente ad una gilda...niente male eh?
  • Un bello sfondo, che vi accompagnerà durante l'installazione del gioco
  • Attenti al drago...con un solo soffio può spazzarvi via. Avete l'armatura ignifuga?
  • Alla soglia di un dungeon...sicuri di voler entrare?
  • Una partita di backgammon alla locanda...
  • Un tranquillo mercatino di paese...
Redattore:  Enrico 'Cifo' Tiezzi                        Pubblicato il:  23/02/2011
Prendete l'espressione "pietra miliare" e potenziatela quantomeno al cubo! Stiamo parlando di un titolo che, a distanza di ben quattordici anni, rimane immenso e nostalgicamente poetico.
Solamente chi ha avuto la fortuna di giocare Ultima Online all’epoca della sua uscita può ricordarsi la mastodontica confezione nella quale il gioco veniva distribuito: CD, manuale, mappa in tessuto di Britannia e pin con logo di UO, il tutto confezionato in una scatola extra-lusso. Oggi è arrivato il momento di rispolverare il gioco: vediamo se sarà in grado di stupirci ancora...

QUESTIONE DI SERVER
Una volta scartato il tutto, posizionati i gadget da qualche parte e letto frettolosamente il manuale, occorre effettuare l’installazione - abbastanza titanica ai tempi, ben più modesta oggigiorno - che “grava” dai 261 MB la minima (con la quale occorrerà il CD per poter giocare) ai 550 MB per quella completa. In quest'ultimo caso il CD potrà tranquillamente prendere polvere sulla scrivania, in attesa di una futura eventuale reinstallazione. A questo punto, è di primaria importanza decidere se giocare su Server ufficiale ed originale oppure far “vivere” il nostro alterego in uno Shard non ufficiale. La differenza tra la prima e la seconda opzione, come forse già saprete, consiste nel dover o meno pagare una quota mensile per poter accedere al server di gioco.
Qualunque sia la scelta adottata, arriva subito dopo l'immancabile momento della creazione del nostro alterego virtuale (in gergo il PG). Potremo a questo proposito optare per le seguenti Classi, date dalle abilità in battaglia:

• il Ranger/Arciere: arco e frecce non hanno segreti per lui!
• il Mago: utilizza la sua intelligenza e delle sue abilità mentali per vincere le battaglie.
• il Guerriero: la spada è la sua arma. Potente e precisa, non lascia scampo.

A seconda di altre abilità, non utili al destreggiarsi in battaglia, ogni PG può inoltre dedicarsi ad una o più Professioni. Tra queste: l'Alchimista crea pozioni con vari componenti che si trovano in natura; il Contadino si occupa delle colture e degli animali; il Minatore fa un lavoro impegnativo...ma molto redditizio; il Fabbro forgia armi ed armature dai metalli; il Sarto è esperto nella creazione di abiti ed accessori. Infine abbiamo il Cuoco: perchè anche il palato vuole la sua parte!
In base alle abilità di partenza, alcune caratteristiche saranno più o meno sviluppate. Ci troveremo inizialmente a scegliere un classico totale di punti da assegnare alle abilità principali (es. forza, destrezza, intelligenza), assieme ad un altro totale da distribuire tra le decine e decine di caratteristiche “secondarie” (es. cucina, borseggio, mining). Niente ci vieta di dedicare il nostro personaggio alla sola carriera professionale e di renderlo totalmente incompetente in battaglia: un nerd medioevale in piena regola!

APPENA NATO...SA GIA' PARLARE
Una volta selezionate le abilità, dobbiamo vestire il nostro personaggio e dargli un nome, al quale durante il gioco si affiancherà una reputazione...che possibilmente dovremo cercare di mantenere. L’avventura inizia nel luogo di nascita (anche questo a nostra discrezione) del nostro eroe: da qui, ogni volta che il nostro personaggio morirà, rinasceremo. Ed è a questo punto che la libertà del mondo di Ultima Online può manifestarsi in tutta la sua grandiosità.
Il mondo di Ultima Online è infatti a dir poco sconfinato: per fortuna troviamo ad affiancarlo un sistema di gioco tanto semplice quanto intuitivo. Ci sposteremo all’interno del (vasto) universo creato dai designer tramite il mouse e interagiremo con gli altri giocatori semplicemente digitando sulla tastiera ciò che vogliamo dire e premendo "Invio". La frase da noi pronunciata comparirà sopra la testa del nostro PG, in modo molto intuitivo.

UNA PARTITA AD ULTIMA ONLINE

Per sgranchirci un po le gambe, ed ipotizzando che da qualche parte nelle vicinanze si trovi un plausibile "start" alla nostra avventura, cominciamo a fare un giretto nella nostra città Natale (Britannia, nel nostro caso NdR). Dopo aver vagato in lungo e in largo, ci imbattiamo quindi in una bella ed ospitale locanda: una sosta dopo tanto camminare non guasta, per cui decidiamo di entrare. Prima di sederci ad un tavolo, ordiniamo dalla procace locandiera due bocce di vino e frutta in abbondanza.
Improvvisamente entrano due loschi figuri, entrambi vestiti di nero ed armati di tutto punto. All’entrata hanno lasciato due cavalli dai colori sgargianti che non passano di certo inosservati. Si avvicinano al nostro tavolo e, dopo aver sorseggiato in silenzio una bottiglia di vino, attaccano battezzandoci come “pivelli”. Noi, dal canto nostro, pur sapendo di esserlo, non indietreggiamo e con coraggio raccogliamo il guanto di sfida. Da qui ad un duello in piena regola il passo è breve, e dopo aver scolato l’ultima bottiglia di vino, ci incamminiamo verso il confine della città. Questo perché al di là della linea immaginaria che delimita la città dal "fuori città" non vigono regole! Le guardie presidiano infatti solo il centro cittadino. Baldanzosi e fiduciosi tiriamo fuori la katana appena acquistata dal miglior fabbro di Britannia e la indirizziamo verso i nostri nemici, che naturalmente in un sol colpo fanno di noi un cumulo di carne ed ossa (e te pareva... NdBoZ).
Era prevedibile, dato che le nostre skill sono al livello minimo e di certo i nostri avversari non sono stati dei “cuor di leone” a sfidarci. Ma a loro che importa: sono i sanguinosi PK! Questa tipologia di giocatore si dedica per lo più allo sciacallaggio ed al killeraggio degli altri abitanti dell’universo. Certo, anche per la maggior parte di loro vigono delle regole etiche, ma probabilmente non è il caso di questi due.
Se solo avessimo saputo che alla locanda, in città, sarebbe bastato chiamare le guardie (digitando la fatidica parola “guards”) per farli fuori e poter rubare tutto quanto di prezioso avevano con loro…
Durante il nostro peregrinare da una landa all'altra, con le nostre azioni decideremo da che parte schierarci. Si può infatti scegliere se stare dalla parte dei Neutrali (sopra la nostra testa comparirà il nome in Blu) o degli Assassini (in questo caso il nome comparirà in Rosso). La differenza è che i primi non uccidono gli altri abitanti neutrali, mentre i secondi ("PK") si scagliano più o meno su ogni testa che si muove...soprattutto se pacifica! In base dunque ai personaggi che faremo fuori il nostro nome si colorerà di verde, portandoci sulla sponda virtuosa e pacifica, o di un rosso PK! Il tutto segue quindi una sorta di karma, negativo o positivo.

IDENTITA' VARIABILI, GILDE, DUNGEON ED ECONOMIA
Altro aspetto molto gustoso e che, se possibile, aggiunge longevità ad un titolo che ne ha già di infinita, è la possibilità di entrare in una Gilda, ovvero un insieme di più individui che si organizzano - in maniera armata o meno - per raggiungere un obiettivo comune, che sia il predominio in battaglia o l'eccellenza nel lavoro (es. Gilda di minatori). Queste organizzazioni hanno sempre una sede, delle più disparate dimensioni (la personalizzazione delle strutture è pressoché illimitata) e con tanto di insegna, logo e colori specifici all’entrata. Al loro interno è possibile “vivere”, allenarsi e spesso condividere i bottini.
Caratteristica molto importante di Ultima Online, la possibilità di investire nel mattone non è preclusa alle sole gilde ma qualsiasi singolo individuo può, mettendo insieme un bel gruzzoletto, tirare su le sue quattro mura. Forme, materiali e dimensioni sono selezionabili fra una vasta gamma, e non manca la possibilità di arredare la propria abitazione a piacimento! (perchè tutto ciò mi ricorda Second Life? NdBoZ).

DAL DUNGEON AL SUPERMARKET
Essendo UO un gioco di ruolo, è naturale il fatto che troveremo diverse aree dedicate ai combattimenti sotterranei con mostri e creature di ogni genere e potenza. Tali zone sono i famosi (per chi segue questo genere di avventure) dungeons. Ne troveremo di facili ma anche di ostici: spetterà a noi scegliere quali visitare, in base al livello del nostro personaggio. Ma anche qui, attenzione ai PK...
Così come nel mondo reale, anche in Ultima Online vi è un fiorente ed incredibilmente sviluppato mercato. Già il server di gioco fornisce alcuni NPC che vendono qualsiasi tipo di oggetto, negli appositi negozi sparsi per l’universo o in veri e propri mercati. È inoltre possibile acquistare dei Vendor e “piazzarli” all'interno di abitazioni o in appositi chioschi, in modo tale da vendere item in cambio di denaro. Inoltre, consistenti flussi viaggiano tra gli utenti, che tramite i Forum o direttamente in game contrattano la compravendita di oggetti. Non è raro imbattersi in aste direttamente nelle piazze delle città!

2D E' BELLO?
Ultima Online si presenta con una grafica che, paragonata a quella dei videogame attuali, appare un tantino retrò. Tuttavia, che ci crediate o no, questo stile si adatta perfettamente ad un gioco del genere. La visuale isometrica dall’alto in 2D è infatti tanto semplice quanto chiara, tanto essenziale quanto gradevole nella cura dei suoi dettagli all’occhio del giocatore. Provare per credere...
Il sonoro, infine, è anch’esso molto funzionale: le musichette in background sono un cult tra i fan. Il che la dice lunga sulla loro orecchiabilità...
Ultima Online è l’RPG Online per eccellenza! Un gioco consigliato davvero a tutti, amanti e non del genere. Unico difetto da segnalare è quello che tale videogame può creare dipendenza, portando il giocatore a diverse ore giornaliere di “amoreggiamento” con il pc… Siamo infatti di fronte ad una vera esperienza di vita simulata, l'elemento "umano" traspira da ogni pixel!
La longevità del titolo è infinita: non è prevista una fine per il gioco e la libertà di scorrazzare per le lande, desolate e non, è assoluta!!!

In sintesi, è davvero difficile trovare difetti in questo gioco (anche se ridurlo semplicemente ad un gioco è un eufemismo). UO è un’esperienza videoludica che tutti dovrebbero affrontare nella vita…stando attenti però a non confonderla con la realtà!
85
75
85
90
99
98