Recensione X-Box 360
Titolo del gioco:
Kinect Rush: A Disney Pixar Adventure
Anno di uscita:
2012
Genere:
Azione e Avventura
Sviluppatore:
Asobo Studio
Produttore:
Microsoft Studios
Distributore:
Microsoft Studios
Multiplayer:
1 o 2 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Xbox 360 + Sensore Kinect
  •  Che bolide fiammante e che strada tutta sgombra...quasi quasi...
  •  Ecco l'ingresso del parco delle meraviglie...entriamo ?
  •  Vi piace guidare macchinine radiocomandate ?
  •  Toh, il simpaticissimo Cricchetto...
  •  Quel mostro non promette niente di buono...
  •  Com'è bello pagaiare....
  •  Siamo o no la coppia più bella del mondo ?
  •  Dev'essere una bella sensazione planare da lassù...indubbiamente...
  •  Aspetti Mr. Fredricksen !!!!
  •  Che bel panorama si gode da quassù
  •  Il caro Russell ci osserva...Non facciamo brutte figure !
  •  Ecco la schermata in cui si seleziona il proprio avatar.
  •  Quel caro botolo non ci ricorda qualcuno ?
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  19/04/2012
I cartoni Disney hanno divertito milioni di bambini per parecchi decenni. Non sarebbe stupendo vivere in prima persona le avventure dei nostri eroi? Grazie alla tecnologia odierna questo è possibile ! Ma va'... dici sul serio?
L'abbinamento Xbox 360 - Kinect ha promesso fin da subito novità strabilianti nel campo videoludico, promesse in buona parte mantenute. La possibilità di giocare senza l'ausilio di nessun controller ma semplicemente muovendo il nostro corpo ha stravolto ogni canone di intrattenimento. Maggiore realismo, giochi molto più dinamici, maggiore immedesimazione. La possibilità poi di interagire con i nostri personaggi preferiti è la tipica ciliegina sulla torta. I nostri eroi non sono più solamente dei personaggi visti in tv, ma degli amici virtuali con i quali parlare, interagire, correre insieme, competere.


WALT DISNEY? WOW !

Se poi il tutto si sposta nel vastissimo panorama degli scenari Disney, allora il divertimento diventa assicurato. Quante volte abbiamo visto i nostri figli guardare al cinema Toy Story e poi emulare le gesta di Buzz Lightyear urlando "Verso l'infinito e oltre !!", o correre per i corridoi di casa come Saetta McQueen? (Se avessi figli, sarei preoccupato da ciò -NdCJ) Oggi grazie al nuovo titolo Microsoft Studios, possiamo dargli la possibilità di vivere avventure mozzafiato con i loro amici preferiti.
Kinect Rush - A Disney Pixar Adventure, nasce dalla collaborazione tra Microsoft con il suo Kinect e una coppia vincente come Disney -Pixar Animation Studios, che ci ha regalato vere e proprie perle cinematografiche, partendo dalla trilogia di Toy Story, per poi giungere a Cars, Ratatouille, Up, gli Incredibili, Wall-E, Alla ricerca di Nemo e moltissimi altri.

IL GIOCO

Una volta inserito il disco e posizionato il Kinect il gioco ci chiederà di scegliere il nostro avatar, con la possibilità di farci scansionare dal sensore Microsoft per creare un omino virtuale con le nostre sembianze. Questa caratteristica, sviluppata fino ad un certo punto poichè permette al nostro alter ego di indossare i nostri colori, ma non le nostre sembianze, può essere interessante per i bambini più grandicelli, mentre i più piccoli vorranno iniziare subito possibilmente con un avatar già preimpostato.
I colori da noi scelti ci accompagneranno in ogni avventura, dove però prenderemo sembianze diverse a seconda del contesto. Ad esempio in Ratatouille saremo un topino, in Cars un auto, in Toy Story un robot giocattolo, diventeremo un supereroe in Gli Incredibili, un esploratore in Up.
Ogni singola storia sarà divisa in tre capitoli che dovremo però sbloccare man mano che progrediamo nel gioco.
In genere le missioni ci vengono indicate dai personaggi che incontriamo durante il gioco, anche se i nostri movimenti non sono limitati a percorsi prestabiliti, ma possono estendersi fino a coprire vaste aree.
In parole povere avremo molta libertà e se i bambini più grandi mireranno al completamento delle missioni, i più piccoli si limiteranno a correre, saltare, nuotare in modo afinalistico, ma ricavandone comunque un gran divertimento.
Il gioco permette poi di giocare in due con un compagnetto e quindi il divertimento raddoppia.


QUALI BELLE STORIE POSSO GIOCARE?

Passeggiando per il parco vedremo in lontanza delle statue raffiguranti i nostri personaggi preferiti. Avvicinandoci ad ognuna di esse si aprirà un portale che ci catapulterà direttamente all'interno dell'ambientazione prescelta.
Avremo quindi la possibilità di aiutare i nostri amici virtuali a risolvere delle situazioni complicate e questo aiuterà il giocatore a sentirsi non solo partecipe ma importante se non indispensabile.
In Cars avremo a che fare con Saetta McQueen e Cricchetto che ci valuteranno per decidere poi se siamo idonei ad affrontare diverse missioni-corse sullo stile del secondo episodio del cartone animato. In Gli Incredibili dovremo aiutare la più famosa famiglia di supereroi del mondo e quindi ci toccherà correre, saltare, evitare ostacoli.
C'è poi Toy Story dove ci troveremo a interagire con Woody e Buzz, a guidare macchinine radiocomandate e a capire un po' più a fondo il mondo dei giocattoli. In up invece seguiremo Russell in una full immersion nella natura: potremo correre, nuotare, saltare, guidare un kayak. Infine potremo giocare anche con i topolini di Ratatouille dove ci troveremo ad utilizzare a nostro vantaggio anche parecchi oggetti presenti nello scenario, naturalmente con lo scopo di prevalere ancora una volta su Skinner.


È PER TUTTI?

Sicuramente Kinect Rush non è un gioco per tutti. I bambini più grandicelli o gli adulti possono trovare banali le varie ambientazioni, ripetitive e noiose le missioni anche perchè è notorio che crescendo la nostra fantasia diminuisce e quindi perdiamo la capacità di immedesimazione e la voglia di farci stupire da un cartone animato, di calarsi nelle avventure viste al cinema e di viverle in prima persona lasciando libero sfogo all'immaginazione (dipende però da quale cartone animato! -NdCJ).
Per i piccoli invece è ben diverso. È infatti a loro che questo gioco è dedicato. Essi vivono in un mondo di fantasia, si emozionano guardando le avventure di Woody e Buzz, di Saetta, di Russell e così via, quindi per loro avere la possibilità di giocarci insieme, di parlarci e di sentirsi partecipi di avventure favolose è qualcosa di indescrivibile.
Kinect Rush è per bambini piccoli, quindi ne dobbiamo tenere conto nel momento in cui decidiamo di acquistarlo. O abbiamo dei marmocchi in casa o siamo dei novelli Peter Pan noi stessi.


MA È REALIZZATO BENE O È TUTTO "CHIACCHIERE E DISTINTIVO"?

La realizzazione tecnica di Kinect Rush è tutto sommato buona: come in tutti i prodotti di questo tipo, risulta più accurata in alcuni episodi piuttosto che in altri. Buona la grafica, ad alti livelli per tutto il gioco, ottima in alcune avventure come in Cars e in Ratatouille dove sembra davvero di rivedere il cartone animato originale. Ottimo il comparto audio: nel gioco i personaggi saranno doppiati con le stesse voci con cui li abbiamo conosciuti nelle produzioni Disney-Pixar. Questo aumenta di gran lunga il gradimento e il livello di familiarizzazione dei bambini più piccoli.
In linea di massima, buone anche le routine di movimento. I più piccoli riescono senza problemi a capire subito come correre, saltare, nuotare, eccetera. Magari sarebbe stato meglio evitare di cambiare direzione muovendo il dorso, meccanismo questo un po' macchinoso soprattutto in avventure come Up, anche se alla fine comunque assimilabile.
Gli episodi però durano troppo poco: tre capitoli per ogni storia fanno un totale di quindici. Se si considera che la durata totale del gioco è di circa due ore, si capisce che la longevità non è poi altissima. Qualche capitolo in più ne avrebbe certamente prolungato il divertimento. I bambini più grandi difficilmente vorranno ritornarci su, bollando il gioco come troppo facile e breve, per i più piccoli è un'altra storia, loro preferiscono giocarci lo stesso con buona pace della ripetitività.
Qualche personaggio in più non avrebbe guastato, anche se la mancanza di parecchi altri capolavori Disney-Pixar come Nemo, Wall-E e Monsters & Co. per citarne alcuni, fanno pensare alla realizzazione di un secondo episodio. Può darsi che quelli dell'Asobo Studio faranno tesoro di questa esperienza per migliorare ancora di più il comparto tecnico. A patto però di non scalfire neppure minimamente la magia che un gioco così riserva a tutti i bambini.
Kinect Rush è un gioco molto particolare. Indirizzato innanzitutto ad un pubblico di bambini, riesce ad essere ripetitivo e noioso per quelli più grandi, stupendo ed affascinante per i più piccoli. La realizzazione tecnica è piuttosto buona, ma ciò che fa elevare questo gioco a valutazioni oltre la media è la magia del mondo di cui fa parte, magia a disposizione dei bambini più piccoli, che si divertiranno come mai gli avete visto fare.
Di conseguenza se volete fare un bel regalo ai vostri piccoli, abbinando gioco elettronico con tanto movimento, allora dovreste farci un pensierino.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE