Recensione PC
Titolo del gioco:
Giana Sisters: Twisted Dreams
Anno di uscita:
2012
Genere:
Platform/Raccoglitutto
Sviluppatore:
Black Forest Games
Produttore:
Black Forest Games
Distributore:
Black Forest Games
Multiplayer:
no
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
Requisiti minimi:
Direct X 9; OS: Windows XP; CPU: Intel Core 2 Duo @ 2.8 GHz / AMD Athlon II X2 @ 2.8 GHz; Memoria: 2 GB RAM; Grafica: Nvidia GeForce 6800, ATI X1800 XT o superiore. Per la demo: almeno 1 GB di spazio libero su disco fisso
Altri formati:
  • Giana Sisters: Twisted Dreams - L'inizio del sogno.
  • Che simpatico draghetto!
  • La novità del gioco ufficiale sono i cristalli grandi.
  • Se recuperate i cristalli grandi sbloccherete a poco a poco le varie immagini della galleria.
  • Giana si prepara a spaccare tutto!
  • Alcune piattaforme diventano reali solo con Giana rossa; altre solo con Giana bionda.
  • Dentro il Castello di Beccogufo...
  • Qui Giana deve spostare la cassa per passare...
  • Questo tipo di mostro non può essere ucciso. Potete abbatterlo mille volte ma si rialzerà sempre in piedi dopo alcuni secondi...
  • Giana bionda si trova proprio a suo agio nel mondo dell'incubo..
  • Giana può scalare le librerie.
  • Ops! Attenta a non cadere!
  • A volte le piattaforme vengono sollevate da dei graziosi palloncini.
  • Giana dovrà trasformarsi per poter raccogliere anche i cristalli gialli.
  • Se Giana sta dentro il cuore il fantasma che la tormenta scomparirà.
  • Quando non la usate per un po' Giana vi mostra il viso quasi minacciosa, come per dire: "Beh, non ti muovi?"
  • Il cristallo rosa vi protegge dalla morte. Occhio all'alieno!
  • Vedete i cristalli appuntiti? Non sono da collezione! Vi uccideranno all'istante.
  • Nella bocca del dinosauro (m'immagino l'alito - NdCJ)
  • Il boss del primo mondo: Hansel & Gretel.
  • L'acqua è cristallina, è l'ideale per fare un tuffo!
  • I paesaggi di Giana Sisters: Twisted Dreams sono molto caratteristici.
  • Se Giana salta verso il bottone riceverà la spinta adatta per volare.
  • Che quadro inquietante!
  • Evvai! Abbiamo finito un livello!
  • Modalità Score Attack: maggiore è il moltiplicatore, più alto sarà il punteggio finale.
  • Modalità Time Attack: corri Giana, il tempo non ti aspetta!
Redattore:  Marta 'martokkia' Sanna                        Pubblicato il:  19/11/2012
Cara Giana...ma quanti anni hai??
A distanza di 25 anni dalla nascita di The Great Giana Sisters, la piccola Giana torna sui nostri schermi a farci sognare. Se da una parte il gioco è ambientato nel sogno, allo stesso tempo è un sogno poter giocare a questo titolo tanto atteso, quanto sfortunato.

Come avevamo già accennato nell’anteprima, Giana Sisters: Twisted Dreams, platform edito dalla
Black Forest Games è il diretto discendente di quel gioco - "sopravvissuto" solo nelle sue "incarnazioni" per C64 e Amiga - che è stato tanto criticato ed accusato di essere la copia esatta di Super Mario Bros. della Nintendo. Per questo, la sua creazione ed il suo rilascio non sono stati tanto semplici. Quando la Black Forest mise in atto il progetto, non trovò nessuno disposto a pubblicarlo a causa dei pregiudizi su The Great Giana Sisters. Decise così di autofinanziarsi e nacque Project Giana (questo era il nome del gioco prima di Giana Sisters: Twisted Dreams).

Per poter produrre un gioco di qualità però erano necessari dei fondi cospicui. La casa di sviluppo tedesca chiese perciò l’aiuto dei fan o comunque di tutti coloro che fossero interessati al gioco o che fossero disposti a scommettere sulla rimonta di Giana attraverso delle donazioni su KickStarter. Il traguardo minimo da raggiungere per lo sviluppo del gioco era 150.000 $. Alla fine, alla scadenza dei termini per le donazioni, la Black Forest si ritrovò in mano un contributo complessivo di 190.000 $: 40.000$ in più oltre la soglia minima. Probabilmente ciò è dovuto al rilascio di vari trailer e della demo che hanno convinto numerosi giocatori a spendere il proprio denaro per la causa.

I fan sono stati coinvolti, poi, anche nella scelta del titolo. Il titolo Giana Sisters: Twisted Dreams, infatti, è stato scelto dal 76% della comunità che ha contribuito alla donazione su
Kickstarter. Si potrebbe dire dunque che il gioco tedesco sia molto caro ai singoli giocatori, visto che senza il loro apporto non avrebbe visto mai la luce.

Senza alcun dubbio, il nuovo titolo rilasciato il 23 ottobre per PC ha permesso alla nostra biondina tutto pepe di riscattarsi pienamente. Osserviamo quindi quanto è cambiato il gioco rispetto alla versione di prova.


CHI LA DURA LA VINCE

Una delle novità più grandi del gioco ufficiale è la possibilità di giocare in diverse lingue, tra cui anche l’italiano! Giana Sisters: Twisted Dreams è infatti un MULTI-5: si può giocare in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo (ogni tanto però quando si gioca nella versione italiana appare qualche scritta in inglese, probabilmente a causa di qualche bug, NdR).

Prima di iniziare a giocare sia la prima volta che le successive potrete impostare i comandi, la grafica e il sonoro liberamente. Purtroppo le impostazioni sono in inglese, ma ciò che vi è di carino è che in ogni pagina delle impostazioni c’è un’immagine a tema di Giana. Tra le varie scelte che potete fare vi consigliamo senza dubbio l’utilizzo delle DirectX9 o versioni successive, per poter godere al meglio del gioco.

Appena apriamo il menu del gioco scopriamo che vi sono diverse modalità di gioco, che accrescono la longevità del platform: Avventura, Score Attack, Time Attack, Irriducibile e Über-hardcore. Tutte le modalità prevedono lo stesso numero di livelli: 23 suddivisi in 3 mondi.

All’inizio sarà possibile giocare solamente nella modalità base: Avventura, in cui l’obiettivo principale consiste nello sbloccare nuovi livelli, raccogliendo un determinato numero di cristalli, guadagnando stelline e cercando di morire il minor numero di volte possibile. Una volta completato il primo livello sarà possibile accedere alle due modalità successive.

In Score Attack dovrete cercare di collezionare il maggior numero di gemme e sconfiggere più nemici possibile per ottenere un buon punteggio. Nello schermo a sinistra vedrete un moltiplicatore che crescerà man mano che raccoglierete i cristalli. Se passate molto tempo senza guadagnare gemme il moltiplicatore decrescerà sempre di più fino ad arrivare a 01 e ciò non vi permetterà di ottenere il punteggio desiderato o comunque di superare il record standard impostato dal gioco.

In Time Attack, invece, dovrete completare il livello il più velocemente possibile. In tal caso, potrete anche ignorare la presenza dei cristalli o dei mostri. Verrà calcolato il tempo che impiegherete per terminare il livello e potrete verificare se si avvicina allo standard oppure no.

La modalità Irriducibile potrà essere sbloccata solo ottenendo un determinato numero di stelline (nella modalità Avventura) negli scontri finali con i boss. Non prevede l’utilizzo dei checkpoint nei livelli, quindi se morirete dovrete riniziare il livello daccapo.

Infine, la modalità Über-hardcore può essere sbloccata solo completando tutti i livelli in modalità Irriducibile. È molto difficile da completare perché se Giana disgraziatamente muore anche solo una volta si dovrà ricominciare il gioco dal principio. Non vi sono salvataggi (insomma, una vera sfida! NdR).
Il gioco inizia comunque con la modalità Avventura: per questo motivo, focalizzeremo la nostra attenzione su di essa.

A CACCIA DI CRISTALLI

All’inizio del primo livello potrete usare solo Giana bionda e le sue funzionalità saranno ridotte al semplice salto. Le cose cambieranno quando incontrerete un enorme drago rosso che apparentemente si mangerà in un sol boccone una bimba dai capelli verdi (che alla fine si scoprirà essere Maria, la fantomatica sorella di Giana comparsa nel gioco degli anni '80). Allora verranno sbloccate le ulteriori abilità che avevamo già osservato in precedenza.

I comandi sono cambiati rispetto a quelli che avevamo utilizzato nella demo. Mentre infatti nell’anteprima si utilizzava la barra spaziatrice per passare da una dimensione onirica all’altra, nel gioco ufficiale dovremo affidarci al tasto A. La freccia rivolta verso l’alto servirà per saltare, il tasto S permetterà a Giana bionda di volteggiare ed il tasto D consentirà a Giana rossa di distruggere tutto ( i comandi ad ogni modo si possono cambiare a proprio piacimento, NdR). Se all’inizio non sapete bene come muovervi non vi preoccupate perché il gioco vi offrirà dei suggerimenti in base alle vostre personali impostazioni dei comandi.

Da un certo punto di vista, il gioco non differisce molto dagli aspetti già visti nella demo. Giana bionda si trova a suo agio nel mondo dell’incubo, in cui i nemici prendono l’aspetto di diavoletti rossi, blu e verdi. Si diverte e ride quando uccide un diavolo saltandoci sopra. A volte, quando sta ferma, la si può sentire persino canticchiare e la si può vedere mentre si dondola guardandosi attorno. Altre volte vi sbadiglierà letteralmente in faccia (ricordate che Giana sta sognando! NdR).

Nel momento in cui decidiamo di spostarci nel mondo del sogno, Giana si infuria e diventa una punkettona dai capelli rossi. Cambia persino il timbro di voce, che diventa più mascolino. La sua furia è evidente quando utilizziamo il tasto D per uccidere i nemici, rompere mattoni o per saltare più in alto: Giana diventa letteralmente una palla di fuoco! Ciò non avveniva nella demo in cui Giana rossa si trasformava semplicemente in una sorta di palla rotante e possiamo senz’altro affermare che in tal senso ci sia stato un notevole miglioramento dal punto di vista grafico.

Vi sono inoltre delle attività che possiamo portare avanti solo con una o con l’altra. Ad esempio, solo Giana rossa può saltare sul tappetino elastico. Alcune piattaforme si attivano o assumono una direzione a seconda della modalità in cui si trova Giana. Alcuni rovi scompaiono con Giana bionda ed altri solo con Giana rossa.

Anche i mostri cambiano da un mondo all’altro. I diavoli del mondo dell’incubo si trasformano in grassi gufi multicolori che restano a pancia all’aria ogni volta che Giana rossa salta loro in testa. Se invece li colpite trasformando Giana in una palla di fuoco, dei poveri gufi rimangono solo quattro piumette. Vi sono inoltre dei nemici che possono uccidere Giana solo in una forma o nell’altra. Ad esempio, i fantasmi bianchi e grassottelli possono uccidere Giana rossa, mentre i fantasmi viola e magri solo Giana bionda.

Molto particolare è il caso dell’alieno che potrete incontrare solo a partire dal secondo mondo e che si rivela esclusivamente in presenza di Giana bionda. Se non lo tramortite e vi trasformate in Giana rossa, diventerà una pericolosa scatola dagli occhi rossi pronta a farvi a fette con i suoi aghi. Se invece lo uccidete in modalità Giana bionda si trasformerà in una scatola dagli occhi verdi in grado di dare la spinta a Giana rossa per saltare più in alto.

Così come avveniva nell’anteprima, nei vari livelli è necessario collezionare un determinato numero di cristalli: quelli di colore giallo possono essere raccolti solo da Giana bionda, quelli rossi da Giana rossa e i blu da entrambe.

La novità più importante del gioco ufficiale è costituita dai giganteschi cristalli di colore blu, il cui numero varia a seconda del livello e possono essere raccolti in qualsiasi modalità di gioco. Ogni volta che ne troverete uno sbloccherete un’immagine della galleria in cui sono rappresentati mostri e oggetti del gioco (in tutto ci sono 96 immagini). Il problema è che non è sempre facile trovare i cristalli grandi. Molto spesso sono celati da segreti e sono decisamente difficili da raggiungere se non con una certa dose d’impegno e pazienza. Un altro tipo di cristallo importante è quello di colore rosa a forma di stella: vi proteggerà dalla morte almeno una volta (un po’ come la maschera di Crash Bandicoot, NdR). Non tutti i cristalli però sono benefici. Quelli appuntiti che troverete di tanto in tanto, in acqua o nelle rocce possono nuocere sia a Giana rossa che a Giana bionda.

Fate attenzione: nella modalità Avventura è molto importante morire pochissime volte. Giana infatti non ha un determinato numero di vite come Super Mario. Le basta cadere nell’acqua colorata, toccare dei rovi o dei nemici per morire all’istante. Restare in vita diventa quindi un obiettivo importante soprattutto per poter accumulare un buon numero di stelline. In ogni livello si possono ottenere fino ad un massimo di cinque stelline: si tratta di una sorta di votazione che dipende dal numero di morti e di cristalli ottenuti. Tale votazione è necessaria per andare avanti nel gioco e sbloccare i livelli degli scontri. Ad esempio, per poter accedere al livello 1-6 Miniere d’ametista, alla fine del primo mondo, è necessario avere almeno 15 stelline complessive nei primi 5 livelli.

In ogni livello finale dovremo scontrarci con un boss che ci darà del filo da torcere. Nel primo mondo ad esempio troveremo Hansel&Gretel: una coppia di vermi (lui celeste con un cappellino, lei rosa con un grazioso fiocchetto) che dovremo trafiggere cambiando in continuazione Giana da bionda a rossa.

Un’ulteriore miglioria rispetto alla demo è la presenza di salvataggi. Adesso, oltre al checkpoint, ogni volta che terminerete un livello i vostri progressi verranno salvati automaticamente con l’autosalvataggio.

SULLO SFONDO…

Come avevamo già accennato nell’anteprima, la musica e gli effetti sonori di Giana Sisters: Twisted Dreams sono stati curati da Chris Hülsbeck (compositore delle musiche della serie Turrican per Amiga e di The Great Giana Sisters) e dal gruppo metal Machinae Supremacy. Le musiche del gioco ufficiale sono più varie rispetto a quelle dell’anteprima, anche se di fatto molto spesso si tratta dello stesso motivo riprodotto diversamente. È stato mantenuto, tuttavia, il cambio di arrangiamento nel passaggio da un mondo all’altro. Quindi, con Giana bionda sentiremo un tipo di musica più dolce che si avvicina maggiormente al carattere pacato e tranquillo della nostra biondina. Quando Giana si infuria e si trasforma in punk, il motivo invece assume toni più accesi e arrabbiati in una modalità rock.

La grafica è stata migliorata rispetto all’anteprima con vari ritocchi agli sfondi e allo stesso personaggio di Giana. Se restate fermi con Giana rossa dopo un po’ vi mostrerà fiera il suo bel visino, quindi non vediamo unicamente il personaggio di profilo. Gli elementi di sfondo sono sempre molto curati. Mentre nel mondo dell’incubo abbiamo teste volanti, diavoli, alberi minacciosi, bare, lanterne, pozzi abbandonati; nel mondo del sogno il marron spento si accende di vari colori, gli alberi si riempiono di foglie, le bare si trasformano in panchine, l’acqua diventa cristallina, i pipistrelli diventano graziosi uccellini e i diavoli colorati gufetti. Il passaggio da un mondo all’altro è senza dubbio uno degli elementi più preziosi di questa nuova versione di Giana, anche perché ci permette di apprezzare maggiormente la grafica che seppure non lascia estasiati si adatta perfettamente alla tipologia di gioco. Provate a gettare un’occhiata agli screenshot per farvi un’idea.

Infine, così come Black Forest Games ringrazia a fine partita il singolo giocatore per aver giocato a Giana Sisters: Twisted Dreams, noi membri di Gamesark ne approfittiamo per ringraziare la casa tedesca per le immagini che ci ha gentilmente fornito.

Ricordiamo, infine, che il gioco è già disponibile in formato digitale al prezzo di 14,99 € su Gog.com e GamersGate per PC. Le versioni per PS3 e Xbox 360 saranno rese disponibili nel corso del 2013.
Giana Sisters: Twisted Dreams non ha nulla da invidiare agli altri platform. Si presenta lungo, innovativo, colorato, piacevole. L’unica pecca risiede nella notevole difficoltà del gioco. Persino i primi livelli sono molto difficili da completare e risulta molto complesso raccogliere tutti i grandi cristalli ed ottenere un elevato numero di stelline per livello. Dovrete quindi armarvi di grande ma grande pazienza per finire tutto il gioco…! Vi sono segreti dietro ogni angolo e di sicuro non potrete lamentarvi per aver finito Giana in un batter d’occhio!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE