Recensione X-Box 360
Titolo del gioco:
Trials Evolution
Anno di uscita:
2012
Genere:
Simulazione
Sviluppatore:
RedLinx
Produttore:
Ubisoft
Distributore:
Microsoft
Multiplayer:
Localizzazione:
Solo testo, no audio
Sito web:
http://www.redlynx.com/trials-evolution
Requisiti minimi:
Xbox 360 - 1200 MP - 1,23 GB
  •  Multiplayer!
  •  Un passaggio non da poco!
  •  Salto nel vuoto
  •  Il difficile è atterrare!
  •  A metà percorso
  •  Avrò fatto bene a impennare?
  •  Sole a picco
  •  Sbizzarrirsi con il track center
  •  Tipico percorso da trial
  •  Una rampa facile facile
  •  Questo passaggio richiederà taaaanti tentativi
  •  Atterrerò sopra o sotto?
Redattore:  Corrado 'Sakurambo' Micheli                        Pubblicato il:  23/10/2012
Una competizione ai limiti della fisica, un numero di tracciati infinito ed un gameplay tanto semplice nei comandi quanto impegnativo nelle varie sfide, a volte improbabili, che RedLinx ci ripropone.
Trials Evolution rappresenta la naturale evoluzione di Trial HD, uscito nel "lontano" 2009. Come è lecito aspettarsi, sono tante le migliorie che questi tre anni di distanza ci hanno portato, affinando un concept che già nella precedente edizione aveva riscosso un notevole successo sul Marketplace superando i centomila download.

SALIAMO IN SELLA E TUFFIAMOCI NEL FANGO!

Il gameplay è quanto di più semplice si possa immaginare. Saliti in sella al nostro mezzo, dovremo semplicemente accelerare, frenare e gestire il baricentro del nostro alter ego virtuale. Quello che però non ci si aspetta da questo titolo sono la spettacolarità e la difficoltà via via crescente che andremo ad affrontare. Come sempre le prime piste ci porteranno a prendere confidenza con i comandi e con le meccaniche di gioco. Man mano che la nostra carrirera progredirà dovremo percorrere dei circuiti che ci consentiranno, dietro tutoraggio dei comandi, di poter conseguire le varie patenti disponibili (dalla D alla A), migliorare il nostro stile di guida insegnandoci come superare determinati ostacoli e sbloccare infine dei nuovi mezzi conformi alle nuove tipologie di tracciati che le menti sei programmatori hanno partorito. Se vi piace l'idea di dare gas in vero stile trial in piedi sulle pedane continuate a leggere questa recensione.

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO...

Malgrado la semplicità dei comandi rimarchi una palese immediatezza di gioco, altrettanto non si può affermare per le dinamiche dei tracciati. Ovviamente il tutto è improntato verso il massimo realismo, ci si renderà subito conto di come il nostro mezzo risponda fedelmente alle leggi della fisica e della dinamica. Non sempre tanta precisione ci tornerà utile in corsa, portandoci spesso a ripeterli più e più volte ricercando il miglior risultato.
MEDAGLIA MEDAGLIA MEDAGLIA!

Al termine di ogni gara verremo insigniti di una delle seguenti medaglie: bronzo, argento e ovviamente oro. Sarà preferibile, laddove possibile, ottenere direttamente la medaglia d'oro (ma va' ?! -NdCJ). Tale comportamento risulterà premiante, anticipando i tempi di sblocco relativi ai livelli successivi, e ci consentirà di guadagnare diverso denaro virtuale, spendibile per la personalizzazione sia del pilota quanto della moto.
Al di là della mera sfida personale questa tipologia di approccio viene incentivata in quanto ogni circuito consente di ricevere tre tipologie di medaglie in base al risultato (vedi box a lato). Quest'operazione risulterà tutt'altro che semplice, dovremo districarci infatti fra una miriade di ostacoli improbabili che richiederanno dedizione ed impegno sulla gestione del gas e del baricentro del nostro pilota.

In nostro soccorso entreranno in gioco i vari checkpoint presenti che ci consentirano di non riniziare daccapo la sessione. Per poter progredire nell'ambito dei circuiti ed ottenere pertanto le varie patenti, nonché sbloccare i mezzi disponibili (quattro in tutto, di diversa tipologia e cilindrata) dovremo terminare nel miglior modo possibile e nel minor tempo. Questa filosofia non solo ci consentirà di aumentare la nostra dimestichezza nell'uso dei comandi ma verrà ripagata ad ogni fine gara con una diversa animazione in quanto, ad ogni traguardo, il nostro alter ego virtuale farà davvero una brutta fine che lasciamo a voi il piacere di scoprire.

IMPEGNARSI ED IMPENNARE

Come già anticipato in precedenza, applicarsi all'arte del trial spesso comporterà il dover riavviare la corsa in base alle varie gare cui ci dovremo sottoporre. Questa fase di per sé potrebbe far cadere il giocatore nella frustrazione, ma proprio a questo punto entrano in gioco tutta una serie di idee che hanno ottimizzato e migliorato la longevità del titolo.
Posto come principio che ogni sfaccettatura del gioco è improntata sull'immediatezza dobbiamo giustamente menzionare il fatto che, addirittura sin dalla prima gara, si possano personalizzare sia i colori dei capi d'abbigliamento del nostro alter ego, sia la livrea della nostra motocicletta.

Come visto in precedenza, terminando ogni tracciato riceveremo dei crediti spendibili per la personalizzazione del nostro pilota e del nostro mezzo. Facciamo presente comunque che i costi del market sono veramente alti, pertanto o si decide di impegnarsi sin da subito su ogni tracciato ricevendo la medaglia d'oro e guadagnando diversi dollari, oppure dovremo attendere perlomeno il terzo livello per cambiare non diciamo il casco, ma almeno la maglietta al nostro pilota! Se tutto ciò non dovesse bastarci potremo alternare la gara in singolo con una bella sfida online, confrontando le nostre doti motociclistiche con quattro avversari contemporaneamente.

IN CONCLUSIONE...

Recensire questo gioco ha richiesto tempo, dedizione e tanto impegno, ma ciò è stato ripagato dal fatto che i programmatori hanno realizzato un prodotto in grado di darci tanto divertimento e tanta soddisfazione. Soltanto scoprendolo ci siamo resi conto della qualità e della varietà che questo titolo ha da offrirci, infatti pur rimanendo basilarmente un gioco di corse bidimensionale in pieno stile platform su sfondi tridimensionali (non ci sarà infatti possibile sterzare) verremo catapultati su campi di battaglia, in piena campagna in mezzo a dei monoliti, oppure ad affrontare dei "cerchi della morte" ad incredibili altezze, oppure ancora a passare fra le fiamme. Esistono inoltre tutta una serie di minigiochi che ci porteranno persino a sciare ma che vogliamo lasciare a voi il gusto di scoprire.

Nota d'encomio alla funzionalità Track Center che ci consentirà di creare le nostre piste attraverso un tutorial disponibile sia in versione semplificata sia in versione pro. A tutto questo bisogna aggiungere la possibilità di rendere pubblici i nostri lavori e di poter scaricare gratuitamente quelli altrui. Se poi infine, per chiudere il cerchio, citiamo il fatto che in multiplayer non vi capiterà mai di ripercorrere la stessa pista due volte e di poter affrontare le gare con tempi di ricerca e caricamento brevissimi non riusciamo a trovare un motivo per il quale questo gioco non faccia al caso vostro.
Trials Evolution rappresenta quello che ogni gioco dovrebbe materialmente porsi come obbiettivo, ovvero essere immediato, spettacolare e divertente. I programmatori di RedLinx riescono a centrare appieno il bersaglio, il gioco funziona dannatamente bene e la cura dei dettagli, complice una sicura passione da parte loro, rende il piatto esageratamente ghiotto.

A tutto questo dobbiamo aggiungere la possibilità di poter creare nuove piste con l'editor a nostra disposizione, senza dimenticare che ci è inoltre consentito scaricare gratuitamente i tracciati degli altri utenti, una soluzione non da poco che rende praticamente eterna la durata del gioco stesso.

Da scaricare assolutamente dal marketplace!
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE