Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
LEGO Star Wars - Il Risveglio della Forza
Anno di uscita:
2016
Genere:
Azione / Avventura
Sviluppatore:
TT Games
Produttore:
Warner Bros Interactive Entertainment
Distributore:
Warner Bros Interactive Entertainment
Multiplayer:
Co-op fino a 2 giocatori
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - Abbonamento al Live Gold per l'online - 10GB di spazio libero su disco - Prezzo: €59,99
  • Ma che bella questa combriccola...non sembrano molto contenti però...
  • Sono tanti i mezzi che si possono guidare nel gioco..questo è uno dei più divertenti...
  • Grandi costruzioni, come quell'animale enorme sullo sfondo
  • L'amico sembra soddisfatto...chissà perché
  • Sembrano due vecchi compagni di sbronze...o no ?
  • Questo disco non è facile da guidare, ma una volta presaci la mano ci si diverte
  • C'è sempre il rischio di un agguato, soprattutto nei momenti tranquilli
  • Da notare gli occhi del robottino...sembrano preoccupati entrambi però
  • Toast su una nave spaziale ???? E' mai possibile ?
  • Immagine mossa per l'alta velocità dell'azione...meglio correre, quello sul velivolo non scherza
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  15/07/2016
Guerre galattiche a colpi di mattoncini... e che la forza sia con noi.
Il settimo capitolo della saga di Star Wars (o Guerre Stellari per i più maturi... -NdCJ) è completamente rivisitato in chiave LEGO. Questa volta infatti TT Games non si è limitata a riprodurre in forma videoludica il settimo capitolo di una delle serie cinematografiche più famose al mondo, ma ha aggiunto parecchio di suo, con risultati finalmente strabilianti. Dopo il mezzo passo falso di Lego Marvel's Avengers (potete leggere la recensione qui), bollato come carino ma scarsamente innovativo, gli sviluppatori hanno fatto tesoro dei feedback degli utenti, tanto da introdurre all'interno del loro nuovo titolo nuove meccaniche di gioco, principalmente una forte accentuazione della componente di azione.

STAR WARS NON MUORE MAI

Uscito nel 2015 con un cast d'eccezione - che ha visto peraltro il ritorno di Harrison Ford nei panni di Han Solo - Il Risveglio della Forza si colloca cronologicamente trent'anni dopo gli eventi de Il ritorno dello Jedi, e racconta della ricerca di Luke Skywalker da parte di Rey, Finn e Poe Dameron e della loro lotta al fianco della Resistenza, guidata da veterani dell'Alleanza Ribelle, contro Kylo Ren e il Primo Ordine, successore dell'Impero Galattico. Il gioco invece parte ancora prima della battaglia di Endor, scena madre del terzo capitolo (1983) della trilogia originale, combattuta - come ricorderanno quanti hanno visto il film - dai piccoli Ewok sulla Luna Boscosa di Endor, Lando Calrissian e i Mon Calamari dell'ammiraglio Ackbar nello spazio intorno alla Seconda Morte Nera, e su quest'ultima da Luke Skywalker e Darth Vader (o Dart Fener), che si scoprirà essere il padre del giovane Jedi, passato a suo tempo al Lato Oscuro.

L'idea dei programmatori ha lo scopo di farci rivivere i momenti narrati nel Ritorno dello Jedi, proponendoci al contempo un tutorial onde prendere confidenza con il gioco. Dal punto di vista narrativo c'è assolutamente poco da dire, poiché i fan di Star Wars conosceranno a menadito tutte queste dinamiche, mentre i neofiti farebbero bene a prendersi un pomeriggio libero e gustarsi tutta la serie fin dall'inizio. Come è noto, Il Risveglio della Forza è il primo di una trilogia di seguiti resa possibile anche grazie all'acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney.

La pellicola inoltre ha riscosso parecchi consensi dalla critica e ha incassato oltre 2 miliardi di dollari al botteghino. Provando il gioco ci si accorge fin da subito della presenza di tutte le possibilità di azione offerte finora dai giochi LEGO, come puzzle ambientali, sparatutto a scorrimento, pilotaggio di navicelle e così via.

EVVIVA LE COSTRUZIONI !!!

Fin dal primo livello infatti tutte queste azioni si susseguono con ritmo incalzante al punto da riuscire a non annoiare il giocatore neanche per un attimo. La semplificazione della parte action, tipica dei giochi LEGO, passa quasi inosservata per via del susseguirsi frenetico delle scene. Adesso non ci troviamo più in presenza di un open world, già visto in altri prodotti simili; la parcellizzazione del ritmo di gioco in piccoli settori, limitati nello spazio, ma stracolmi di azione il che si traduce in una minore quantità di tempi morti.

Una delle tante innovazioni presenti è rappresentata dalle costruzioni multiple: accumulando i soliti mattoncini presenti nei vari livelli potremo decidere arbitrariamente quale mezzo costruire, optando per uno che ci permetta di superare subito l'ostacolo e proseguire nell'avventura, oppure per un altro che invece ci faccia raggiungere punti altrimenti inaccessibili. Di conseguenza vengono accontentati sia i giocatori che vogliono arrivare subito al sodo, che i "collezionisti" dei numerosi oggetti nascosti nelle varie locazioni di gioco, a volte in posti impensabili.

Come ogni titolo LEGO degno di tal nome, ci sono tantissimi personaggi, ciascuno con le proprie abilità: Rei è in grado di arrampicarsi, Skywalker grazie all'uso della Forza (psichica, come ben sanno i fan della serie) può spostare oggetti e così via.

Più volte saremo costretti a smontare e rimontare degli oggetti più volte per superare alcuni ostacoli: la componente enigmistica infatti è ben realizzata con enigmi spesso tutt'altro che agevoli, comunque gratificanti una volta risolti. Ci troveremo spesso e volentieri a provare e riprovare in attesa dell'illuminazione divina che ci suggerisca la soluzione. Il tradizionale game over è assente, ma si ricomincia di volta in volta pagando una penale in mattoncini. Una volta completato un livello potremo rigiocarlo con dei personaggi a nostra scelta per provare a completarlo al 100%. Anche se in linea di massima il livello di difficoltà è accessibile, per trovare tutti i collezionabili ci vorrà una pazienza fuori dal comune.


GAMEPLAY A PALLA...

La giocabilità del titolo si presenta ottima. Con poche azioni e soprattutto facendoci bastare il tutorial iniziale saremo in grado di padroneggiare i movimenti dei nostri protagonisti, anche quando si trovano alla guida di una nave spaziale. I controlli, inizialmente non proprio intuitivi, diventano pienamente gestibili dopo un paio di partite e ci capiterà di stupirci della nostra padronanza dei comandi davvero molto presto. Anche nei combattimenti diretti il tutto si riduce alla pressione coordinata di un paio di tasti spostando la meccanica di gioco più verso il giusto tempismo che verso combo difficilissime da ricordare. Ne esce fuori un'azione spettacolare all'interno della quale è facile trovare parecchie citazioni che esulano dalla trama del gioco stesso. Adesso infatti i nostri eroi si nascondono dietro dei ripari per poi sporgersi e sparare agli avversari senza farsi colpire, un chiaro riferimento al gameplay di un titano come Gears of War.

Come se non bastasse nel gioco è presente una forte vena umoristica, con battute davvero esilaranti e situazioni estremamente divertenti, in grado di strapparci più di una risata durante le partite.

Dal punto di vista narrativo, l'integrazione della trama del film con dei piccoli racconti che ne arricchiscono il contenuto è un semplice colpo di genio, tanto da risultare gradevole a quanti abbiano visto il film, perché non troveranno nel gioco una semplice trasposizione videoludica, ma molto di più.

Graficamente Lego Star Wars - Il Risveglio della Forza si presenta molto bene, con un'ottima scelta di dettagli e di colori. Inoltre il gioco gira quasi interamente in Full HD (ovvero alla risoluzione di 1920x1080 progressivi. - NdNew_Neo), grazie alla semplicità degli oggetti su schermo, che alleggerisce - e di tanto - il motore grafico, e alla sapiente opera di ottimizzazione realizzata da TT Games.

I fan dei giochi LEGO non proveranno poi quel senso di già visto presente nei titoli passati, dato che la buona opera di integrazione, svolta dagli sviluppatori, fra le varie componenti dell'azione riesce ad incollare il giocatore allo schermo dall'inizio fino alla fine. Anche la longevità del titolo si attesta su standard abbastanza alti, sia per la durata non proprio brevissima della storia principale che per la possibilità di rigiocare i mondi appena finiti con dei personaggi a propria scelta, per non parlare dei numerosissimi collezionabili sparsi in giro, davvero ostici da trovare.

PER MOLTI...E QUESTA VOLTA PER TUTTI !

Ci troviamo di fronte ad un prodotto davvero ottimamente realizzato, eccellente sotto tutti i punti di vista. Oltre al già citato comparto grafico, non si può non menzionare quello sonoro, con effetti speciali e soprattutto musiche di accompagnamento curate dal grande John Williams che ci accompagnano durante l'avventura e che ci ritroveremo a fischiettare dopo averle sentite non più di un paio di volte. Il doppiaggio, interamente localizzato in lingua italiana, si avvale delle stesse voci sentite al cinema, mentre nelle scene addizionali non presenti nella pellicola è comunque ben realizzato per via dell'ausilio di doppiatori professionisti già al lavoro in parecchie altre occasioni. Malgrado ogni tanto si percepisca qualche voce diversa dall'originale, in linea di massima non ci si fa caso più di tanto. Le costruzioni presenti sono tante, a volte enormi e sempre ben definite (come nel caso dello Star Destroyer) così come i mezzi da manovrare nelle sezioni di sparatutto a scorrimento.

Notevole poi la rigiocabilità, meglio se in modalità cooperativa con il solito split screen in compagnia di un amico. Resta tuttavia il dubbio su quando vedremo in un titolo LEGO un multigiocatore di tutto rispetto.

L'annuncio di futuri DLC (speriamo all'altezza del gioco principale) fa ben sperare per poter godere di un universo ancora più immenso di quello proposto. Al momento tantissimi tuffi nel passato e integrazioni della trama sono una manna dal cielo per gli appassionati della fortunatissima saga di Lucasfilm. In conclusione Il Risveglio della Forza è un gioco adatto a tutti, non solo ai fan di Star Wars o dei giochi LEGO, ma a chiunque ami i bei videogiochi con il risultato magari di avvicinare nuovi utenti tanto alla saga cinematografica che a quella videoludica e questo credo sia il miglior complimento che gli si possa fare.

Modus Operandi: abbiamo potuto cimentarci nella trasposizione cinematografica a forma di mattoncino del ritorno di Guerre Stellari grazie ad una copia promozionale mandataci da Laboratorio Comunicazione.


TT Games ha imparato dagli errori passati e ci propongono un prodotto di alta qualità. Ottimo il comparto grafico, stupendo il sonoro per non parlare di una buona giocabilità e di una longevità abbastanza lunga.
Tutto è piacevole da vedere e anche da giocare, l'azione frenetica accompagna il giocatore dall'inizio alla fine e lo spinge a continuare la partita per vedere cosa c'è più avanti.
Sul comparto narrativo c'è poco da dire, o si è fan di Star Wars oppure si rischia seriamente di diventarlo cimentandosi in un gioco come questo.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE