Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Mafia III - Faster, Baby!
Anno di uscita:
2017
Genere:
Azione - Avventura
Sviluppatore:
Hangar 13
Produttore:
2K
Distributore:
Cidiverte
Multiplayer:
Assente
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - 3 GB di spazio libero su hard disk - Prezzo: €14,99
  • Nel momento in cui sblocchiamo il nuovo DLC il trattore rimuove i detriti che impediscono l'accesso alla città
  • Noi guidiamo, Roxy spara...e vai col liscio !
  • Sinclair Parish è piena di rampe che rendono gli inseguimenti ancora più spettacolari
  • Eccola Roxy, la nostra alleata per questo gruppo di missioni
  • I giochi di luce sono sempre spettacolari in Mafia III
  • Welcome to Sinclair Parish !
  • Quest'immagine in slow motion è stupenda !
  • Lincoln Clay conosce 1000 modi per far fuori un avversario...
  • La lotta per l'uguaglianza razziale è alla base della vita sociale di Sinclair Parish
  • Sarà una cittadina rurale ma sanno come divertirsi da quelle parti
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  03/04/2017
Sfrecciamo a piu' non posso per le strade di Sinclair Parish.
Il primo dei tre contenuti aggiuntivi annunciati per Mafia III (qui la nostra recensione) promette contenuti innovativi, una nuova mappa di gioco e la correzione di alcuni bug che affliggevano il controverso gioco di Hangar 13.

Luci e ombre hanno accompagnato la missione di Lincoln Clay contro interi clan di malavitosi. Ad un comparto narrativo di pregevole fattura si contrapponevano deficit spesso gravi del comparto tecnico: principalmente un'intelligenza artificiale poco credibile, accompagnata da una certa ripetitività delle missioni principali hanno finito per compromettere un giudizio positivo sull'intero prodotto.

A distanza di qualche mese il gioco si riprende in mano volentieri, grazie ad un free roaming ben strutturato che permette di girovagare per i vari quartieri di New Bordeaux alla ricerca dei collezionabili che ci erano sfuggiti durante la quest principale oppure per il semplice gusto di sfrecciare ad alta velocità in mezzo al traffico andandosi a schiantare un po' ovunque ed ingaggiando veri e propri duelli con le forze dell'ordine. Questo aspetto è quello che ha fatto la fortuna di tutti e tre i titoli della serie Mafia che, come dicevamo anche nel nostro articolo, malgrado la pioggia di critiche al momento della loro uscita sono riusciti poi a resistere agli insulti del tempo e a mantenere un certo appeal che ha convinto ogni giocatore che si rispetti a provarlo almeno una volta.

STAVOLTA SI CORRE PER DAVVERO...

Una volta acquistato il DLC se preventivamente non ci si era aggiudicati il Season Pass, si nota subito un'espansione della mappa di gioco che, in direzione sud-ovest aggiunge una nuova cittadina, Sinclair Parish, un grande sobborgo rurale colpito da una pesante corruzione delle forze dell'ordine. Per accedere alla nuova cittadina bisogna aver completato almeno il secondo atto del gioco e reclutato quindi tutte e tre i nostri sottoposti. Se all'ambiente di malaffare che attanaglia la città aggiungiamo che il capo della polizia, un certo Walter Beaumont oltre ad essere pesantemente corrotto dalla malavita è anche razzista e violento e che il nostro Lincoln Clay ha una carnagione tendente a diverse tonalità di scuro, allora la guerra è servita.

Il richiamo ai periodi sofferti di razzismo statunitense quando veniva assassinato un certo Malcom X ci sono eccome, dal momento che il Beaumont si è macchiato dell'uccisione di un rappresentante dei diritti civili e ci si rende subito conto che le analogie con la storia reale si sprecano. Ad ogni modo la nuova espansione insiste parecchio sulla componente automobilistica del gioco, apportando un paio di novità all'intero gameplay con l'aggiunta della possibilità di lanciare granate direttamente dall'auto oltre che con l'implementazione della guida al rallentatore che permette di affrontare dignitosamente curve altrimenti impossibili. Naturalmente queste possibilità non sono limitate alla cittadina di Sinclair Parish ma utilizzabili sempre e ovunque.

Il fulcro di Faster, Baby! sono quindi le corse in auto con continui inseguimenti da parte di orde di poliziotti e con il nostro alter ego che deve provare a uscirne fuori in ogni modo possibile. Dalle prove effettuate in redazione le missioni aggiunte nel DLC aggiungono comunque materiale nuovo al gioco rivelandosi divertenti, veloci e particolarmente ben realizzate. Carina anche l'interazione con l'avvenente Roxy (la figlia di Charles), spesso alleata preziosa soprattutto quando deve sparare verso i nostri inseguitori mentre noi ci concentriamo sulla guida, così come le aggiunte al comparto narrativo grazie ad alcuni flashback che provano ad aggiungere nuovi spunti a tutta la storia di Lincoln Clay anche se non siamo ai livelli qualitativi del gioco principale.


...MA LE BATTUTE D'ARRESTO CI SONO

Quello che manca in questa espansione, e che era lecito attendersi, è un ritocco alle problematiche già viste nel gioco principale, prevalentemente per l'intelligenza artificiale che continua ad essere deficitaria e per le restanti missioni che assumono una connotazione già vista in precedenza con il solito racket da eliminare. Adesso possiamo spendere i punti guadagnati anche per migliorare la qualità dell'erba da piazzare per impiantare un nuovo racket ma ci si scontra con la brevità di un DLC che finisce proprio sul più bello regalandoci appena un paio d'ore di divertimento.

Senza voler anticipare nulla sul comparto narrativo anche il finale poteva essere strutturato meglio presentandosi come un lavoro chiuso troppo in fretta e senza il meritato approfondimento, specialmente per quanto riguarda la caratterizzazione del cattivo di turno. L'ambientazione di gioco è spettacolare: come già visto in New Bordeaux, sono tanti gli elementi dei fondali belli da vedere e soprattutto coerenti con il periodo storico nel quale è collocato il gioco. Si percepisce il razzismo in ogni angolo o quartiere della città, così come si vedono le difficoltà di un paese che prova a risollevarsi dopo la batosta della guerra del Vietnam.

Bene il doppiaggio che mantiene la qualità del gioco principale. Diversi spunti quindi che avrebbero meritato una sorte migliore soprattutto per un DLC troppo breve che costa quanto la metà del season pass e, a questo punto, viene da chiedersi se non sia il caso di investire su quest'ultimo con un notevole risparmio in prospettiva delle altre due espansioni che usciranno, oppure non fidarsi degli sviluppatori e porre il progetto Mafia III nel dimenticatoio.

IN DEFINITIVA...

Dopo quanto detto nel nostro precedente articolo e poco sopra, il lavoro di Hangar 13 continua nella sua oscillazione tra aspetti positivi e negativi, quindi è necessario che ogni giocatore provi il titolo per capire se il bicchiere è mezzo vuoto o mezzo pieno. L'ottimo comparto narrativo, le ambientazioni, l'intera storia contrapposti a un gameplay deficitario sotto diversi aspetti si rispecchiano appieno in questa espansione del gioco. Di conseguenza se fate parte di coloro che ancora caricano Mafia III per passare qualche ora spensierata allora dovreste prendere in considerazione Faster, Baby!, se invece avete odiato il gioco principale sappiate che ci sono troppe poche innovazioni adesso per giustificare un vostro ripensamento, se invece non avete mai provato il gioco definendolo non adatto a voi solo per aver letto giudizi negativi in giro, allora dovreste quanto meno provarlo (ora avete la possibilità di farlo con la "demo giocabile" disponibile da pochi giorni su tutte le piattaforme. -NdNew_Neo) e solo dopo prendere la vostra decisione.

Modus Operandi: siamo tornati nei panni di Lincoln Clay, esplorando il primo dei tre contenuti aggiuntivi dedicati alla storia, grazie ad un codice Xbox Live fornitoci da Cidiverte.

Faster, Baby! offre alcuni spunti interessanti come l'introduzione della guida al rallentatore, la possibilità di lanciare esplosivi dall'auto e un'intera cittadina ben caratterizzata come New Bordeaux. Peccato che il tutto duri troppo poco e che non abbastanza si sia fatto per correggere alcune pecche del titolo principale come un'intelligenza artificiale deficitaria e una certa ripetitività delle missioni. Se Mafia III vi continua ad attrarre allora dovreste valutare l'acquisto di questo DLC, magari investendo sul Season Pass e risparmiando sul vostro portafoglio, se invece non vi è proprio piaciuto il gioco principale allora lasciate perdere. L'importante è che lo abbiate provato almeno una volta e che sia vostra la decisione di vedere il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE