Recensione PlayStation 3
Titolo del gioco:
The Last Chapter
Anno di uscita:
2010
Genere:
Shoot'em-up
Sviluppatore:
SideQuest Studios
Produttore:
Eastasiasoft
Distributore:
Sony Computer Entetainment Europe (SCEE)
Multiplayer:
Cooperativo sulla stessa Console e Classifiche Online
Localizzazione:
No
Sito web:
Requisiti minimi:
Una PS3 (Slim o Fat), il gioco Soldner-X 2: Final Prototype, una connessione internet a banda larga e un account PlayStation Network per le classifiche online
  • Eccoci all'immensa stazione spaziale orbitante che farà da sfondo al primo stage introdotto dal DLC
  • La situazione comincia a farsi caotica, ma ancora il fuoco nemico è sopportabile
  • Diciamo che il fuoco nemico...ehm...si è fatto leggermente più intenso. Ma una via d'uscita c'è! Forse...
  • Proseguiamo per la stazione spaziale cercando di tenendo testa a queste lame rotanti e al nemico davanti  noi che ha appena eseguito un attacco circolare
  • Continuamo eliminando qualsiasi ondata nemica ci separa dal...
  • ...primo Boss introdotto da The Last Chapter: grande, grosso e con quattro braccini che non esiterà a usare contro di noi!
  • Ed eccoci arrivati alla nave madre D'Aarg. Va fermata ad ogni costo, pena il futuro della galassia!
  • Davanti a noi si staglia un'enorme torre di controllo che va distrutta. Nel frattempo cerchiamo di non farci colpire da quei enormi missili che partono dal basso!
  • Stiamo all'interno della nave madre che rappresenta l'ultimo e decisivo stage per la vittoria finale. Lo sfondo è molto particolare ed altamente psichedelico!
  • Queste due belle palle dorate non esiteranno a mandarci gentilmente i loro attacchi!
  • Eccoci a questo ondata di esseri alati simili ad uccelli che hanno la brutta abitudine di lasciare in giro diversi proiettili che non fanno bene alla nostra nave.
  • Come ne veniamo fuori da questa situazione? Bisogna trovare una soluzione prima possibile visto che dopo c'è il Boss Finale ad attenderci!
Redattore:  Roberto 'New_Neo' Sorescu                        Pubblicato il:  29/11/2010
Soldner-X 2: Final Prototype si espande con questo nuovo contenuto che introduce parecchie novità. Andiamole a scoprire insieme...
Vale la pena recensire un contenuto scaricabile (DLC) relativo ad uno shoot'em -up che, pur se di ottimo livello, non è certamente rivolto ad un mercato di massa?
I maggiori portali italiani non hanno dato molto spazio a questo contenuto scaricabile, tranne che indicarlo nell'aggiornamento del PlayStation Store. Inoltre non abbiamo rilevato (tranne che su eurogamer) maggiori notizie o recensioni di questo DLC uscito lo scorso 3 Novembre.
Essendo anche noi una piccola realtà nello sconfinato mare del Web, capiamo bene che non si vive di soli titoli tripla A (Call of Duty: Black Ops anyone?), ma anche di piccole produzioni sviluppate da software house poco conosciute, ma dall'indubbio talento. E The Last Chapter, come tutta la saga di Soldner-X sviluppata dai tedeschi SideQuest Studios e prodotta dalla Eastasiasoft, rappresenta proprio questa realtà.
Queste considerazioni non le abbiamo scritte per favorire gli sviluppatori ed i produttori del gioco e neanche Sony stessa, ma è, a nostro avviso, un monito ai maggiori portali (italiani e non) di non tralasciare un genere come quello degli shoot'em-up che ancora oggi ha molti appassionati in tutto il mondo.


SOLDNER-X 2: FINAL PROTOTYPE SI ESPANDE
Se volessimo paragonare questo DLC a quello di un RPG è come se aggiungesse un'intera nuova area di gioco e diverse missioni secondarie.
The Last Chapter aggiunge al gioco originale 3 nuovi Stage, 13 nuove Challenge, 11 Trofei, un nuovo livello di difficoltà ed amplia la storia del gioco con un nuovo Ending. Tutto questo comporta un aumento della durata che si aggira all'ora e mezza. Inoltre abbiamo un deciso rinvigorimento delle classifiche online.

THE LAST CHAPTER AI RAGGI-X
Dopo la distruzione dell'ultimo “macchinoso” Boss alla fine del settimo stage, verremo proiettati nello spazio all'inseguimento della nave madre dei D'aarg per farla finita una volta per tutte. Usciremo dalla stazione spaziale per far volta nello spazio profondo, agganciare la nave e concludere la missione cercando di distruggerla dal suo interno.


I nuovi Stage
Analizziamo in cosa c'imbatteremo nei 3 nuovi stage:

Zephir Station è il proseguimento da dove eravamo rimasti dopo aver sconfitto l'ultimo boss. Combatteremo all'interno di questa immensa stazione spaziale orbitante affrontando una serie di nemici nuovi e più battaglieri che mai. Già da questo stage notiamo una grafica avente una maggiore tonalità di colori, nuove tipologie di nemici e soprattutto uno sfondo a dir poco spettacolare con rotazioni tridimensionali davvero impressionanti, accelerazioni improvvise che fanno da sfondo al vuoto stellare che accompagna l'incedere della nostra navetta. Tutto questo immerge maggiormente il giocatore che deve stare attento alla quantità innumerevole di proiettili che dovrà evitare. Alla fine dovremo fare i conti con un nuovo boss davvero massiccio dotato di ben 4 leve, dove in ognuna di essa vi è collocata un arma che sarà gentilmente rivolta verso di noi!


LA SAGA DI SOLDNER-X
Per chi non conoscesse il mondo di Soldner-X, vi diciamo che il primo episodio è arrivato su PC nel 2007, per poi essere tirato a lucido e ottimizzato per uscire in esclusiva su PlayStation 3 nel 2008. Da qui in poi la saga continua solo sulla Console Sony.

Soldner-X: Himmelsstürmer è un ottimo shoot'em-up dotato di un notevole comparto grafico e musicale che riprende lo stile dei migliori titoli degli anni '90 riproponendoli in chiave moderna. Il neo maggiore del gioco non fu solo la sua tipologia hardcore, ma soprattutto la macchinosa gestione delle catene che obbligava il giocatore a cambiare arma continuamente.

Soldner-X 2: Final Prototype esce il 26 maggio di quest'anno e ottimizza tutto quello che non andava bene del primo episodio. Apparentemente più semplice, questo secondo capitolo eleva a dismisura la sua qualità regalandoci picchi grafici pazzeschi ed una giocabilità che esalta la bravura del giocatore grazie alla difficoltà dinamica che si regola in base a come si comporta durante il gioco. Inoltre vengono introdotte le Challenge: particolari sfide che metteranno alla frusta anche i giocatori più forti.
Isis Sector è il crocevia per l'abbattimento della nave madre D'aarg, visto che dovremo fronteggiarla dall'esterno in un sezione di gioco decisamente diversa visto che lo scrolling sarà non solo orizzontale, ma anche verticale con la nostra navetta rivolta sempre verso destra. Ci sarà un tempo preciso per concludere lo stage durante il quale avremo a che fare con cannoni laser, nemici che escono da ogni parte della nave, radar, missili che arrivano dal basso ed enormi torri di controllo da abbattere. Qui possiamo notare la notevole pulizia grafica ammirando con che cura è stato realizzato ogni minimo dettaglio della nave e dei nemici.

Inner Core rappresenta l'ultimo stage che sarà ambientato, come avevamo già detto, all'interno della nave madre D'aarg. Affronteremo un livello dal taglio psichedelico con un sfondo che muta continuamente in un turbinio di colori e forme apparentemente senza un preciso senso, ma che ammaliano il giocatore concentrato (come al solito) ad affrontare nuovi nemici e cercare di evitare la solita pletora di proiettili. Alla fine di tutto ci sarà ad attenderci l'ultimo boss, il quale sarà davvero coriaceo e non lascerà facilmente il campo. Senza togliervi nulla possiamo dirvi che durante lo scontro ci sarà un bel tocco di classe con una vena umoristica che lascerà più di un sorriso al giocatore.

Nuove Challenge ci attendono
Conclusi gli stage passiamo alle Challenge, visto che il DLC ne aggiunge ben 13 estendendo il numero delle sfide a ben 30. Quelle introdotte da The Last Chapter sono decisamente varie, alcune davvero difficili come il “Route Planner” dove affronteremo l'ottavo stage cercando di totalizzare 1.500.000 punti prima di arrivare al boss. Ogni nemico abbattuto lascerà un teschio altamente letale per la nave che andrà assolutamente evitato oltre al fuoco nemico. Altre challenge sono più tattiche come “Speed Gunner” dove bisogna realizzare 600.000 punti al settimo stage entro un limite di tempo o come il “Damage Pain” dove vanno eliminati 150 nemici facendo attenzione che ad ogni colpo andato a segno toglierà energia alla nave la quale si rigenera continuamente.
In aggiunta avremo uno stage appositamente creato che farà da sfondo ad un certo numero di sfide non particolarmente impossibili da completare tranne la “Hellfire” (superata dal sottoscritto dopo molti tentativi, ndr) che farà venire i capelli dritti a non pochi giocatori visto che si dovranno superare tre ondate con il grado di difficoltà massimo (ovvero il Massive Attack, ne parliamo appena sotto) cercando di evitare una quantità industriale di fuoco nemico.

E' importante concludere queste nuove sfide perché non solo ci daranno nuovi trofei, ma alcune di esse ci faciliteranno il compito aggiungendo una nave extra e uno shockwave fin dall'inizio ed un prolungamento della durata del Chaser (un pod alla R-Type che sparerà insieme a noi) in modo da poter affrontare tutti i 10 stage partendo maggiormente preparati.

IL MASSIVE ATTACK E LA CONCLUSIONE DELLA SAGA
Prima dell'arrivo del DLC, è stata resa disponibile la patch che aggiorna il gioco introducendo un nuovo livello di difficoltà rivolto esclusivamente agli hardcore gamers, ovvero il Massive Attack. Questo nuovo livello di difficoltà va a bypassare il rank rendendo molto arduo il compito di proseguire: anche con un livello di rank basso la difficoltà rimarrà invariata e dovremo evitare un numero talmente alto di proiettili che nemmeno il Tomba dei bei tempi riuscirebbe ad uscirne illeso! Inoltre è stata abbassata l'energia della nave che ora può essere distrutta con 2 colpi ben assestati.
Per chi vuole essere consacrato come miglior giocatore di Soldner-X 2: Final Prototype le porte della classifica online sono ancora più aperte visto che si può contare su una migliore ottimizzazione e gestione dei punteggi grazie all'estensione del numero degli stage e dall'aggiunta del nuovo livello di difficoltà. Inoltre la classifica è stata aggiornata introducendo le bandierine che identificano la nazionalità del giocatore che effettua l'upload del punteggio.

Sconfiggendo l'ultimo boss partirà il nuovo ending, introdotto dal DLC, che sembra mettere la parola fine a questa saga che, partita nel 2007 e arrivata fino ad oggi, ha davvero dato una bella sterzata al genere proponendoci forse il miglior shoot'em-up mai realizzato dell'era moderna.