Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Injustice 2
Anno di uscita:
2017
Genere:
Picchiaduro
Sviluppatore:
NetherRealm Studios
Produttore:
Warner Bros. Interactive Entertainment
Distributore:
Warner Bros. Interactive Entertainment
Multiplayer:
Locale e Online
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - 28 GB di spazio libero su disco - Abbonamento Xbox Live Gold per il gioco online - Prezzo: €69,99
  • Ogni personaggio è dotato di attacchi speciali diversi da quelli dei suoi avversari
  • Le mosse speciali "scontro" sono devastanti e spettacolari, al patto di attivarle al momento giusto
  • Il temibile Atrocitus, uno dei nuovi
  • L'armatura mutaforma di Blue Beetle è la sua arma più pericolosa
  • Eccolo Blue Beetle, un tipo poco raccomandabile...meglio stargli alla larga
  • Un bel cazzotto in faccia e passa tutto...
  • Gorilla Grodd è cattivo, ma anche molto intelligente
  • L'agilità della splendida Harley Quinn mette in difficoltà chiunque
  • Tutto è molto spettacolare nel gioco, una gioia per gli occhi
  • Superman è il nemico da battere...in ogni senso
Redattore:  Giuseppe 'Isg71' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  03/06/2017
I supereroi dell'universo DC sono tornati, con una missione da compiere e con l'obiettivo di darsele di santa ragione.
A quattro anni dall'uscita di Injustice: Gods among Us (qui la nostra recensione) originariamente prodotto per le console old-gen (PS3 e Xbox 360) e poi rimasterizzato anche per le nuove "macchine da gioco", gli sviluppatori di NetherRealm Studios ci regalano un seguito che, oltre alla naturale evoluzione del comparto tecnico, punta su una serie di migliorie, aggiunte e novità così come dovrebbe verificarsi per ogni "capitolo secondo" di ogni gioco. Uno dei punti di forza del primo episodio risiedeva nell'aver creato un comparto narrativo per nulla scontato in un picchiaduro, in grado di dare un senso alla miriade di combattimenti offerti: adesso la narrazione è ancora più articolata, grazie anche ad una serie di scelte dei programmatori che permettono quasi di legare la campagna a giocatore singolo con quella multiplayer e questo avviene con lo sviluppo ulteriore di una componente RPG che insiste in modo marcato sulla crescita e sul modding dei vari personaggi.

VECCHI RANCORI E NUOVE DISCORDIE

Tutto inzia con un'azione malvagia del Joker che costringe Superman ad eliminare la moglie Lois Lane e il figlio che portava in grembo, salvo poi impazzire per il rimorso al punto da trasformarsi in un giustiziere spietato e vendicativo: con l'idea di accedere al carcere di Arkham per eliminare tutti i cattivi, dopo aver fondato la Justice League formata da cattivi della peggior specie, l'alter-ego di Clark Kent viene fermato da Batman che riesce ad imprigionarlo insieme a tutti i suoi scagnozzi. Secondo l'idea di Superman infatti se le persone vengono private della loro libertà non saranno più in grado di commettere crimini. Nella schiera dei cattivi finisce pure Robin che, in questa serie, è Darmian Wayne il figlio di Batman e che decide di passare dall'altra parte della barricata.

Con i cattivi imprigionati però, una nuova minaccia arriva dallo spazio: Brainiac, il noto collezionista di mondi, decide di scaraventare la sua orda distruttiva sulla Terra e tocca a Batman provare a fermarlo dopo aver fondato una nuova squadra di giustizieri con improbabili alleati come Harley Quinn, Black Canary e Freccia Verde. Da questo momento in poi la trama si articola al punto da contestualizzare tutti gli scontri e da far emergere una narrazione convincente e interessante, in grado di emozionarci e stupirci soprattutto perché veniamo catapultati in un universo dove buoni e cattivi non sono proprio come li abbiamo conosciuti in tanti anni di fumetti, film e cartoni animati.

Injustice 2 offre un roster di 28 personaggi con ben 15 new entry (vedi box a lato) e con una tendenza a spostare il centro della scena più sui protagonisti al femminile che sui maschietti: sotto questo aspetto Batman e Superman, i protagonisti del gioco, passano in secondo piano per l'ottima caratterizzazione riservata ai "nuovi" che impareremo a conoscere durante tutta la campagna in singolo.
TUTTI I NUOVI ARRIVI DI INJUSTICE 2...

I nuovi personaggi rispetto al primo episodio sono ben 15:
- ATROCITUS: il cattivo della serie di Lanterna Verde
- BLACK CANARY: l'esperta di arti marziali comparsa in Italia intorno agli anni 70/80
- BLUE BEETLE: dotato di una potente armatura multiforma
- BRAINIAC: il cattivo collezionista di mondi proveniente dallo spazio
- CAPTAIN COLD: dotato di un terribile fucile congelante
- CHEETAH: la velocissima cattiva della serie di Wonder Woman
- DEADSHOT: spietato assassino dalla mira perfetta
- DOCTOR FATE: un essere proveniente dall'antichità e dotato di poteri magici
- FIRESTORM: un personaggio nato dalla fusione di due uomini e in grado di controllare l'energia atomica
- GORILLA GRODD: uno scimmione cattivo e parecchio intelligente
- POISON IVY: un'ecoterrorista rivale di Batman e in grado di controllare le piante
- ROBIN: in questo episodio il figlio di Batman, Darmian Wayne
- SCARECROW: il noto spaventapasseri munito del gas terrorizzante.
- SUPERGIRL: unica superstite di Krypton oltre a Superman
- SWAMP TGHING: un gigantesco mostro che protegge la palude.

...E LE VECCHIE CONOSCENZE

I vecchi personaggi ancora presenti sono:
- BATMAN (Bruce Wayne), SUPERMAN, WONDER WOMAN, AQUAMAN, HARLEY QUINN, FLASH, BANE, CATWOMAN, CYBORG, LANTERNA VERDE, FRECCIA VERDE, BLACK ADAM, JOKER..

A questi vanno aggiunti DARKSEID disponibile nel pre-order del gioco e CAPPUCCIO ROSSO, SUB-ZERO e STARFIRE disponibili invece grazie ai DLC


In realtà, a parte qualche sporadico caso, non c'è in questo episodio un protagonista e un comprimario e, se l'obiettivo degli sviluppatori era quello di farci giocare tutti i personaggi presenti nel gioco senza preferenza alcuna, è stato centrato in pieno grazie anche alle abilità speciali che sono davvero differenti fra tutti i combattenti e che scongiurano il rischio di personaggi-clone presente di solito in giochi di questo tipo.

LA SFIDA SINGLE PLAYER

Iniziando dalla campagna single player ci troviamo un sistema articolato di combattimenti che compongono ben 12 capitoli (formati da 4 scontri ognuno) fino al finale che apre a due possibilità a seconda delle nostre scelte e dell'esito della battaglia finale fra Batman e Superman: avremo così un finale potere assoluto e un finale giustizia assoluta a seconda di quale dei due contendenti porta a casa la vittoria.

Ogni personaggio è dotato di due barre di energia esaurite le quali il combattimento è perduto. Naturalmente il sistema di controllo dei giocatori ha un ruolo primario in un picchiaduro. Una variante rispetto al primo episodio riguarda le parate adesso implementate con l'uso della freccia direzionale all'indietro, mentre i tasti di attacco sono tre (tasto X attacco leggero, Y attacco medio e A per un attacco potente) con un quarto (B) che invece serve per l'abilità speciale diversa per l'appunto in ogni personaggio.

Naturalmente le mosse eseguibili sono tantissime, da apprendere magari con il tutorial iniziale che ce le mostra fino allo sfinimento e che ci fa proseguire solo dopo che siamo in grado di eseguirle per bene. Va detto comunque che anche gli attacchi speciali, il colpire un personaggio mantenendolo in aria e tutto il resto che il prodotto offre sono tutto sommato semplici da apprendere e richiedono solamente una certa pratica di gioco anche se può capitare una combo più difficile di altre.

I grilletti posteriori vengono utilizzati per degli attacchi speciali (RB e LB) ma anche per attivare la mossa speciale (indicata come scontro) e utilizzabile una sola volta durante tutto il combattimento e nella quale mettiamo in palio buona parte della nostra barra di energia contro la corrispondente dell'avversario: il buon esito o meno della mossa speciale può essere determinante ai fini del combattimento. Alcuni di questi attacchi infatti possono essere utilizzati solo quando siamo nel pieno delle nostre forze e danno vita a dei filmati davvero belli da vedere come Batman che collega il nemico ad un cavo per lanciarlo in aria agganciato al Batwing che gli spara addosso raffiche di colpi mentre lo fa ricadere verso il basso e tanti altri che lasciamo a voi il piacere di scoprire.

Ad ogni modo i combattimenti sono ben strutturati, difficilmente superabili se ci si lancia allo sbaraglio premendo tasti a caso, anche perché la maggior parte degli attacchi speciali possono essere annullati premendo i tasti giusti al momento giusto, con il risultato che l'unico modo per andare avanti è quello di imparare quante più mosse possibili. Un'altra caratteristica ben implementata nel gioco riguarda gli scenari parecchio interattivi e da imparare a sfruttare sia per attaccare gli avversari, magari lanciandogli oggetti presenti sullo sfondo che per sfuggire alle combo del nemico utilizzando ad esempio appigli e scale presenti per sfuggire dall'angolo nel quale siamo stati bloccati. Gli scenari sono tanti, tutti diversi e comunque importanti da conoscere e aggiungono un po' di pepe al combattimento dal momento che sono in grado di ribaltare anche le sorti di un incontro se sfruttati a dovere.


LA MAGIA DEL MULTIVERSO

Dal momento che la campagna in singolo ha comunque una durata limitata, quelli di NetherRealm Studios hanno pensato di donarci un'aggiunta di tutto rispetto come il Multiverso. Accedendo dal menu al caveau di Brother Eye si potrà entrare in tutti gli universi paralleli che Superman aveva scoperto con tutte le anomalie che richiederanno una nostra azione. In ogni multiverso dovremo vincere gli incontri in un determinato modo o entro un certo tempo con lo scopo di ottenere poi ricompense, equipaggiamenti e personalizzazioni.

Questa modalità ci permette anche di far pratica sul campo e di entrare nel mondo delle personalizzazioni dei combattenti che vanno suddivise in tre categorie: i pezzi dell'equipaggiamento, le abilità e gli shaders (la semplice modifica delle skin). L'inventario ci permetterà di studiare bene migliorie e modifiche da apportare al giocatore nella sezione testa, braccia, gambe e busto con delle armature personalizzabili al massimo e che influenzeranno le componenti forza, abilità, difesa e salute. I pezzi di armatura ottenuti alla fine dei combattimenti possono anche essere equipaggiati "al volo" senza la necessità di tornare al menu principale. Il caveau di Brother Eye permette anche di accedere alle scatole madri ottenibili durante gli scontri principali o nello stesso multiverso e suddivise in bronzo, argento, oro, platino e diamante: ognuna di esse contiene tanti oggetti (normali ed epici) oltre a dei crediti che potremo spendere per acquistare altre scatole. I crediti si possono ottenere comunque anche vendendo equipaggiamenti che non utilizziamo o che non ci piacciono e che vogliamo rimpiazzare con altra roba che ci aggrada di più. Questo tipo di personalizzazione rasenta il collezionismo vero e proprio al punto che faremo di tutto per modificare a nostro piacimento un particolare personaggio e giocheremo a Injustice 2 anche per cercare di sbloccare tutto ciò che sarà possibile per raggiungere il nostro scopo: un'idea molto furba che allunga in maniera esponenziale la longevità del titolo già molto alta. Naturalmente le personalizzazioni sono utilizzabili anche negli incontri online (come vedremo più avanti).

IL DOVEROSO MULTIPLAYER

Dal menu principale potremo accedere alle gilde, che sono dei club dove affrontare sfide e ricevere ricompense comuni, ovviamente con una propria classifica di gioco, oppure potremo fiondarci direttamente sull'opzione multigiocatore. Molto interessanti sono i match classificati che ci assegnano degli avversari con un livello di abilità simile al nostro mentre saranno ovviamente disponibili i match 1vs1, la modalità Re della collina e altre che lasciamo a voi il piacere di scoprire.

Per quanto riguarda il Gear System e la grande quantità di personalizzazioni disponibili per i personaggi, al momento i server non sono ancora così affollati da permetterci test accurati. Il rischio comunque di incappare in avversari praticamente imbattibili c'è comunque anche se è possibile limitare i danni grazie alla modalità Torneo che permette di affrontare avversari senza alcun tipo di boost e quindi di giocare incontri dove siamo tutti sullo stesso livello: questa è la modalità che mette tutti sullo stesso piano e nella quale i combattimenti verranno decisi esclusivamente dall'abilità di ogni singolo contendente.

Durante i nostri test non abbiamo notato grandissimi problemi di lag, con un matchmaking tutto sommato abbastanza rapido anche se bisognerà rivalutare l'efficacia dei server quando il numero degli utenti in gioco sarà indubbiamente maggiore. Interessante anche il menu extra con tutta una serie di artwork, schede dei personaggi e molto altro, una vera manna dal cielo per i fan dell'universo DC.

TECNICAMENTE

La principale differenza rispetto al primo episodio riguarda la localizzazione
, qui completa e non limitata a dei semplici sottotitoli. Va detto che i personaggi principali godono del doppiaggio storico, quindi Batman avrà la voce di Marco Balzarotti, Superman quella di Matteo Zanotti, il Joker sarà doppiato da Riccardo Peroni, Harley Quinn da Marcella Silvestri e così via. Tutti i personaggi principali godono comunque di un buon doppiaggio in italiano, mentre qualche personaggio "minore" non ha goduto dello stesso trattamento, con voci di accompagnamento un po' sotto la media per qualità ed enfasi di recitazione. Gli effetti sonori invece sono credibili, efficaci al punto da invogliarci ad alzare il volume della TV per goderli appieno e in grado di amplificare la percezione dei colpi dati o subiti. Il comparto grafico fa bene il suo lavoro, salvo alcune animazioni un po' "legnosette" e qualche sporadico calo di risoluzione su alcuni elementi dello scenario. In linea di massima però il tutto gira molto bene manifestando davvero pochissime incertezze.

Il gameplay è ben calibrato, anche per permettere ai neofiti di avvicinarsi al genere senza spaventarli troppo, ma va da sè che sarà richiesta una buona dose di abilità e di applicazione per ottenere buoni risultati anche perché gli incontri non si vincono premendo tasti al caso (anche perché il nuovo piacchiaduro di NetheRealm è entrato nel mondo degli eSports. -NdNew_Neo): anche nella modalità in singolo, infatti, l'intelligenza artificiale presenta buoni livelli di taratura con avversari in grado di parare le nostre mosse e di studiarci per scovare i nostri punti deboli e metterci quindi in difficoltà. Attacchi reiterati sempre uguali otterranno solo lo scopo di essere letti anticipatamente dai nostri avversari e da risultare inefficaci. Difficile ma non frustrante, ci si accorge che con la pratica si migliora partita dopo partita.

Una nota di merito va sicuramente alla ottima caratterizzazione dei personaggi veramente tutti diversi fra di loro e, insieme a una articolata personalizzazione degli stessi, in grado di elevare la longevità a tempi piuttosto lunghi prima che il gioco possa venire a noia. Naturalmente c'è da aspettarsi anche i soliti DLC con nuovi combattenti che si aggiungeranno a quelli già presenti e che apporteranno naturalmente nuova linfa al gioco.

In conclusione Injustice 2 è tutto quello che un buon seguito dovrebbe essere: nuovo comparto tecnico, nuova (e accattivante) narrazione e tantissime aggiunte in grado di innovare per davvero il prodotto originale non limitandosi a varianti di poco conto. Se amate i picchiaduro e siete fan dell'universo DC dovete aggiudicarvene una copia senza pensarci due volte.

Modus Operandi: abbiamo esplorato il multiverso e tutte le caratteristiche del titolo NetheRealm Studios grazie ad un codice Xbox Live gentilmente datoci da Laboratorio Comunicazione.


Injustice 2 è un buon seguito che apporta tanta di quella innovazione da giustificare il suo acquisto. In grado di divertire sia i neofiti che i veterani dei picchiaduro offre un comparto narrativo e una componente RPG in grado di scatenare le manie di collezionismo di chiunque. Con una buona campagna single player amplificata dal multiverso e con un comparto online doveroso per un gioco di questo tipo è in grado di intrattenere chiunque per parecchio tempo. Buono il comparto tecnico e ottimo il roster dei personaggi tutti diversi tra loro e personalizzabili all'inverosimile.

Fan dei picchiaduro e dell'universo DC non dovrebbero pensarci due volte ad aggiudicarselo. Per tutti gli altri consiglio almeno di provarlo perché potrebbe rappresentare una lieta sorpresa.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE