Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Minecraft: Story Mode - Season 2 - Ep. 3: Jailhouse Block
Anno di uscita:
2017
Genere:
Avventura dinamica
Sviluppatore:
Telltale
Produttore:
Telltale
Distributore:
Microsoft (Xbox live)
Multiplayer:
Assente
Localizzazione:
No
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - 1,92 GB di spazio libero su disco - Prezzo episodio: €4,99, Season Pass: €24,99
  • Il nostro amico Nurm si prepara per bene; sembra pronto a tutto
  • Uno degli infiniti corridori presenti dentro il Sunshine Istitute
  • Temo proprio che un ghast a tre teste possa dare abbastanza problemi
  • povero Radar, chissa quel golem viola cosa vuole fargli...
  • l'admin ci è venuto a fare una visita di cortesia, anche se a Jesse non apprezza il suo gesto per niente...
  • i creeper ragni... un'altra invenzione folle dell'admin
  • in quale insidia si è cacciato jesse adesso?
  • Il Sunshine istitute, il famoso "riformatorio" o nuova casa dei nostri amici. Oppure no?
  • Il gigantesco labirinto nel sottosuolo dove l'admin ha rinchiuso i nostri eroi
  • La stanza dei funghi; qui i pigionieri sono costretti a combattere per avere un fungo da mangiare, se è spawnato
Redattore:  Antonio 'A77' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  11/10/2017
Siete pronti a vedere un po' di sana e blocchettosa azione targata Telltale...
Dopo l'uscita di Hero in Residence e di Giant Conseguences abbiamo finalmente messo le mani sul terzo episodio, Jailhouse Block della stagione due di Minecraft: Story Mode. Vediamo se i ragazzi di Telltale games sono riusciti a stupirci ancora una volta.

DENTRO IL "SUNSHINE ISTITUTE"

Dopo aver fatto arrabbiare Admin, Jesse e i suoi compagni vengono spediti nelle profondità del mondo minecraftiano in un "riformatorio" creato da lui stesso: Il Sunshine Institute, così come avevamo intuito nella parte finale del secondo episodio. Questo lugubre posto, definito dal Guardiano un riformatorio dove l'admin portava le persone difficili, ma in realtà molto più simile a una prigione vera e propria è dotato di ottimi sistemi di sorveglianza. Oltre a cercare la strada giusta per fuggire dalla detenzione, Jesse e i suoi compagni, si troveranno ad interagire con altri personaggi, scoprendo anche delle verità nascoste che vanno ad arricchire anche la comprensione del comparto narrativo della storia. Ad esempio, si scopre che Stella, la rivale di Jesse è stata portata al Sunshine Institute per collaborare con le guardie, così come emerge che esiste un fantomatico "Prigioniero X", recluso in una cella nelle parti più profonde del posto. Durante l'episodio, di lunghezza ormai standard per i giochi ad episodi Telltale (siamo intorno ad un'ora e mezza in tutto) si scopre anche che è previsto un vero e proprio protocollo nel caso in cui il Prigioniero X dovesse scappare e che quest'eventualità presso il Sunshine Institute era molto frequente di quanto si potesse immaginare. Gli sviluppatori aggiungono quindi ulteriore carne sul fuoco dal punto di vista della narrazione, così come deve essere in un episodio centrale di una saga. Staremo a vedere in quali altre insidie e imprevisti si ritroverà Jesse.

UN PO' DI TECNICA

Il gioco come al solito presenta la tipica grafica minecraftiana che ormai conosciamo tutti; in particolare in questo episodio si nota un certo aumento dei dettagli, anche grazie all'ispirazione del nuovo ambiente di gioco, con un certo miglioramento qualitativo di tutto il comparto grafico. Ci troviamo di fronte a un posto in linea di massima simile a un Nether minecraftiano modificato e transformato in un posto ancora peggiore: un labirinto infinito pieno di insidie con al centro il Sunshine istitute.

In questo epidodio il gameplay rimane sempre lo stesso, ma viene aggiunta molta azione e vari Quick Time Event proprio per dimostrare che questo episodio rappresenta una parte cruciale dell'intero racconto dove le scelte contano per davvero questa volta, e dove un singolo errore sarà un grosso problema. Sono naturalmente presenti le componenti puzzle, il crafting e tutto il resto che ormai ben conosciamo ma questa volta il peso attribuito alle scelte nei dialoghi a risposta multipla è indubbiamente maggiore. Dopo una prima parte più lenta, il gioco esplode in tutta la sua fase action. Un'altra innovazione riguarda (finalmente) la possibilità di realizzare una costruzione, poco utile ai fini della storia per la verità. Ma è comunque un inizio, così come ci verrà chiesto di affrontare un boss durante l'episodio, non particolarmente impegnativo ma comunque interessante.

Buona anche la colonna sonora, con motivetti ben realizzati, mentre nessuna novità per quanto concerne la localizzazione che, anche con l'aggiunta del multi-language, continua a ignorare la lingua italiana. Anche se ormai dovremmo averci fatto l'abitudine con le loro produzioni, il problema della mancata localizzazione è parecchio seccante lo stesso, anche perché preclude la bellezza del gioco a chi non mastica (e abbastanza bene...NdR) una delle altre lingue supportate.

CONCLUSIONI

Il terzo episodio di Minecraft: Story Mode si è rilevato essere ben realizzato. Leggermente più longevo dei precedenti, anche grazie all'implementazione di enigmi un po' più difficili e comunque interessanti: ad esempio in una scena dove si rende necessario aprire una porta, ci sono tre pulsanti sul muro e ognuno fa aprire un pezzo della porta e ne fa chiudere un altro; enigmi che ad ogni modo costringono il giocatore a spremere le meningi per venirne a capo.

La parte action, molto più presente nella seconda parte di Jailhouse Block introduce novità interessanti, come la già citata boss-fight e l'implementazione delle costruzioni: si tratta di semplici cenni, che si spera possano essere meglio sfruttati nei due episodi finali della storia. Più marcata anche la componente free roaming, con momenti nei quali si può dare libero sfogo alla voglia di esplorazione cercando al contempo di interagire con alcuni personaggi presenti lungo il percorso. Buona anche l'ottimizzazione dal momento che non abbiamo riscontrato bug, glitch e difettucci di questo genere degni di nota. In conclusione, Jailhouse Block continua degnamente quanto di buono visto finora. Non ci resta che aspettare le prossime due uscite per vedere dove la sceneggiatura del gioco vuole andare a parare.

Modus Operandi: ci siamo imbattuti nella nuova stagione degli improbabili eroi di Minecraft, firmata Telltale, attraverso un codice gentilmente fornitoci da Premier.

L'episodio 3 di Minecraft Story Mode ci ha particolarmente sorpresi per il gameplay, ottimamente bilanciato fra componente action, esplorativa ed enigmistica. Buona la realizzazione tecnica, con fondali leggermente più dettagliati e una buona fluidità nelle animazioni. Particolarmente ispirata la colonna sonora, con motivetti orecchiabili e sicuramente adatti. La narrazione riesce ancora a tenere desto il nostro interesse, segno di un buon lavoro da parte degli sviluppatori. Speriamo che si continui su questa strada anche grazie alle piccole innovazioni qua, purtroppo, solamente accennate, come la boss fight e la modalità costruzione.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE