Recensione X-Box One
Titolo del gioco:
Minecraft: Story Mode - Season 2 - Ep: 4 - Below the Bedrock
Anno di uscita:
2017
Genere:
Avventura dinamica
Sviluppatore:
Telltale
Produttore:
Telltale
Distributore:
Xbox Store
Multiplayer:
Per le scelte
Localizzazione:
Completa (audio & video)
Sito web:
Requisiti minimi:
Console Xbox One - 1,92 GB di spazio libero su disco - Prezzo episodio: €4,99, Season Pass: €24,99
  • L'enderman gigante ha preso Jesse; tocca a noi liberarlo attraverso i quick-time events
  • Questa stanza vi può sembrare un po' strana, ma seguendo la trama, capirete perchè
  • Il primo incontro con l'enderman gigante, che ci metterà i bastoni tra le ruote più di una volta
  • Gli zombie non potevano mancare...
  • Quest'albero in realtà è un memoriale dedicato a Fred, il terzo admin. Non indovinerete mai chi l'ha piantato..
  • I problemi non terminano mai...
  • Non è che quel ragno li ha visti???
  • Il villaggio di Fred; gia immagino quale sia il suo colore preferito...
  • Tipico paesaggio per chi vive in un mondo con un cielo di Bedrock
  • La torre da vove vengono Jesse e la squadra
  • Questa è la città che possedeva Xara, prima che Romeo gliela radesse al suolo...
Redattore:  Antonio 'A77' Iraci Sareri                        Pubblicato il:  28/11/2017
Scoprire dove sono andati Jesse e la squadra, come verra' sconfitto l'admin e soprattutto cosa si nasconde sotto la Bedrock... tantissimi interrogativi nel quarto episodio della Seconda Stagione di Minecraft Story Mode.
Puntuale come un orologio svizzero ecco arrivare il quarto episodio di Minecraft: Story Mode - Season 2: riusciranno i ragazzi di Telltale a sorprenderci anche questa volta?

LA TRAMA
LA BEDROCK

O substrato roccioso, è un blocco presente su minecraft che svolge il ruolo di roccia di fondo e impedisce ai giocatori di entrare in una sorta di loop scavando verso il basso all'infinito. Tecnicamente nel gioco al di sotto della bedrock si trova il vuoto dove, cadendoci dentro, si muore. L'unico posto dove si può cadere nel vuoto, senza che ci sia la bedrock a fermarci, è l'end, o la dimensione Omega.

La nostra squadra di eroi è finalmente riuscita a scappare dal Sunshine istitute trovando un passaggio che porta al di sotto della Bedrock (vedi box a lato) per scoprire l'esistenza di un mondo molto simile all'Overworld (il mondo che si trova in superficie): dopo lo sbigottimento iniziale i nostri eroi iniziano quindi l'esplorazione del nuovo ambiente appena scoperto. L'obiettivo del viaggio che li ha condotti nelle profondità della terra è quello di cercare un'arma per sconfiggere l'admin che nel frattempo ha preso le sembianze di Jesse ed è andato a Beacontown per catturare tutti i suoi amici. Il vero Jesse naturalmente non può permetterlo e quindi dopo essere fuggito dal Sunshine istitute con l'aiuto del prigioniero X, raggiunge il mondo al di sotto della Bedrock, dove il prigioniero X (ovvero Xara) gli racconta storie passate riguardanti la presenza di 3 admin: l'admin cattivo, ovvero Romeo, lei stessa, e Fred, un terzo admin. Prima erano uniti e felici, ma poi Romeo uccise Fred, coprì quel mondo con i Bedrock, rinchiuse Xara nel Sunshine istitute e se ne andò via.

Scendendo per una scala, i nostri protagonisti si trovano in cima a una torre semi-distrutta, con un panorama a dir poco agghiacciante: un mondo intero costretto a stare senza luce per colpa di uno strato di Bedrock che copre interamente il cielo. Ed è lì che incontrano un enderman gigante che vuole mangiarli come snack a merenda; inizia quindi la fuga da quel colosso mentre continua la ricerca dell'arma che possa togliere i poteri al cattivissimo admin neutralizzandolo una volta per tutte.

UN ALTRO PO' DI TECNICA

Tralasciando il comparto grafico, che ormai ben conosciamo e che comunque conferma quanto di buono visto negli episodi precedenti, Below the Bedrock offre interessanti novità dal punto di vista del gameplay: il croud-play infatti consiste nella possibilità di effettuare scelte nel gioco con qualunque dispositivo; per fare questo basta che chi gioca dalla console sia connesso con un account Telltale, creabile gratuitamente nel sito ufficiale. In mancanza di questo passaggio, si può comodamente fare la registrazione direttamente dalla console. Una volta eseguito l'accesso, si potra creare la stanza di gioco e tutti i giocatori che disporranno del codice monouso proiettato nella console, potranno entrare. Ci sono due modalità di croud-play: la prima dove la scelta più votata viene selezionata, e la seconda dove è comunque l'host a decidere la scelta da selezionare. Questa nuova modalità può già essere utilizzata negli episodi precedenti al quarto.

Un'altra novità riguarda il leggero incremento dei momenti di costruzione libera, che adesso sono diventati ben due: una scelta che condividiamo appieno anche se questa opzione non è ancora utilizzata per scopi utili ai fini della trama di gioco, ma solamente per creare statue, o altre costruzioni facoltative. Per il resto il gameplay è lo stesso degli altri episodi. Un miglioramento si registra anche nel comparto audio, soprattutto per quanto concerne gli effetti speciali ancora più incisivi e realistici rispetto al passato mentre sono state aggiunte altre lingue di gioco (naturalmente per i sottotitoli) come il francese e il tedesco, anche se ancora non c'è traccia dell'italiano; a questo punto sembra proprio che Telltale non abbia la minima intenzione si supportare la lingua del bel paese, nemmeno per il menù. Non capendone i motivi (economici o meno) chiediamo a Telltale, quantomeno, di dare importanza al mercato italiano nelle loro prossime produzioni.

Per quanto riguarda la longevità, la lunghezza dell'episodio è diminuita leggermente rispetto agli altri: anche se vengono rispettati i canoni tipici di durata di un gioco ad episodi, comunque va registrata una frequenza minore della componente action e favore comunque di quella esplorativa e delle scelte di gioco.

CONCLUSIONI

L'episodio 4 di questa stagione, come detto prima, è leggermente più corto del previsto non essendo ricco di azione, divenendo di fatto più riflessivo, dandoci una piccola pausa allo scopo di farci rendere maggiormente conto della situazione, preparandoci per il gran finale. L'unica parte dove l'azione si farà sentire veramente è nella parte conclusiva dell'episodio, dove il nostro amico gigante cercherà ancora di fare disastri per farci perdere tempo.

Modus Operandi: ci siamo imbattuti nella nuova stagione degli improbabili eroi di Minecraft, firmata Telltale, attraverso un codice gentilmente fornitoci da Premier.

Il quarto episodio ci ha stupiti molto per la trama, ma l'assenza della lingua italiana si fa sentire notevolmente e diventa sempre più difficile capire i dialoghi. Comunque nella narrazione era decisamente necessario un momento riflessivo che permettesse ai giocatori di fare il punto della situazione prima del gran finale. Speriamo però che dal prossimo episodio la musica cambi con un incremento della componente action che in questo caso ci è mancata un po'.
PRIMO IMPATTO
GRAFICA
SONORO
GIOCABILITA'
LONGEVITA'
GLOBALE